Termovalorizzatore: come funziona

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Da qualche decennio, sono state avviate diverse pratiche per smaltire parte dei nostri rifiuti: essi rappresentano tutte le sostanze risultanti dallo scarto o dall'avanzo delle diverse attività umane. Lo smaltimento per termodistruzione consiste nel bruciare i rifiuti in un apposito forno, trasformando, in tal modo, massima parte del rifiuto in ceneri, meno ingombranti rispetto ai residui trattati. In questa guida, vi fornirò tutte le informazioni utili su come funziona un termovalorizzatore.

27

Occorrente

  • Rifiuti
37

Bruciare i rifiuti per produrre energia

Gli impianti più moderni bruciano i rifiuti e, il calore che ne deriva dalla combustione, viene utilizzato per produrre vapore il quale, a sua volta, viene impiegato per produrre energia elettrica oppure energia termica. L'utilizzo dei termovalorizzatori porta, quindi, ad una diminuzione dell'uso delle risorse naturali, come il carbone. Infatti, il termovalorizzatore rientra nelle fonti alternative che generano energia, anche se molti su questo piano hanno pareri discordanti. Per legge, comunque, un impianto di termovalorizzazione rappresenta una fonte alternativa, proprio perché risulta una alternativa all'uso delle risorse naturali tradizionali. La combustione che si innesca all'interno delle centrali dei termovalorizzatori distrugge completamente le sostanze pericolose.

47

Spendere una quantità di energia necessaria

Tuttavia, per la realizzazione di questa combustione, è necessario spendere energia in quantità variabile a seconda della composizione del rifiuto ed al suo grado di umidità. In questo caso, viene sprecata molta energia termica, sotto forma di alta temperatura dei prodotti della combustione, per cui in impianti di convenienti dimensioni è opportuno utilizzare questa energia. I vantaggi che se ne traggono dall'uso di questi termovalorizzatori sono sostanzialmente due: la trasformazione dei rifiuti in una quantità che occupa meno spazio e non è dannosa per l'essere umano, e la produzione di energia che, altrimenti, andrebbe persa se i rifiuti rimanessero nelle normali discariche.

Continua la lettura
57

Riutilizzare un rifiuto

Il termine "termovalorizzatore" è stato nel tempo molto criticato in quanto, secondo la maggior parte degli ecologisti, "valorizzare" un rifiuto significherebbe "riusarlo" fino ad essere completamente inutilizzabile ed infine "riciclarlo", mentre rendere un rifiuto cenere (anche se attraverso questa combustione si genera energia) costituisce per essi un normale smaltimento. Forse per questo motivo, o per altri non noti, nella legislatura non si parla mai di "termovalorizzatore", ma di inceneritore.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come smaltire i rifiuti ingombranti a Milano

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori e lettrici, che sono veramente appassionati della pulizia di casa, a capire come poter smaltire, nel migliore dei modi, i rifiuti che sono ingombranti a Milano.Cercheremo di mettere in pratica...
Economia Domestica

La classificazione dei rifiuti

In un tempo in cui il corretto smaltimento dei rifiuti è un argomento assolutamente fondamentale per garantire un rispetto della natura che permetta di star bene in salute anche all'uomo e agli animali che abitano la terra, conoscere la classificazione...
Economia Domestica

Come organizzare gli spazi in casa per la differenziata

Si sa, salvaguardare l'ambiente è un gesto che può aiutare prima di tutto noi stessi, ma ovviamente contribuisce anche a mantenere sana la natura, che a sua volta è quella che fa stare bene noi. Affinché si possa portare avanti, nel proprio piccolo...
Economia Domestica

Rifiuti domestici: 10 consigli per ridurli

Ognuno di noi nel proprio piccolo, attraverso semplici gesti quotidiani, puó contribuire a preservare le preziose risorse naturali del nostro pianeta riducendo gli sprechi. Senza pretendere di arrivare a condurre una vita ad impatto zero, possiamo contribuire...
Economia Domestica

Come verificare il tiraggio della canna fumaria

La canna fumaria ha il ruolo importante di riversare all'esterno i fumi di combustione prodotti dagli impianti di riscaldamento, come i camini, le stufe a legna e a gas e i vari tipi di caldaie. La canna fumaria è necessaria per un regolare funzionamento...
Economia Domestica

10 buoni motivi per fare la raccolta differenziata

La raccolta differenziata è ormai presente in quasi tutti i comuni italiani. A volte funziona con il sistema porta-a-porta, altre volte invece ci sono i diversi cassonetti per strada. Spesso rispettare le differenze tra i vari materiali non è facile....
Ristrutturazione

Come installare una caldaia a condensazione

Le caldaie a condensazione sono delle caldaie che usano il calore dei gas di scarico che normalmente vengono rilasciati nell'atmosfera attraverso il camino. Per utilizzare questo calore latente, il vapore acqueo dal gas di scarico si trasforma in condensa...
Pulizia della Casa

Come smaltire i rifiuti ingombranti a Roma

Molto spesso capita di avere in casa oggetti o elettrodomestici di grande dimensioni che vuoi perché deteriorati, vuoi perché non funzionanti andrebbero buttati. Infatti eliminare tutti quei rifiuti troppo voluminosi per entrare in un cassonetto, come...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.