Ristrutturare casa: come funzionano le detrazioni

Tramite: O2O 21/05/2017
Difficoltà: media
15

Introduzione

La ristrutturazione della casa crea non pochi problemi ai cittadini; ma lo stato italiano per rilanciare il campo dell'edilizia prevede delle detrazioni IRPEF (imposta sul reddito delle persone fisiche). Dal 26 giugno del 2012 le detrazioni previste per le ristrutturazioni edilizie sono passate dal 36% al 50% ed il tetto massimo detraibile arriva fino a 96000 euro. Queste aliquote e gli importi sono in vigore fino al 30 giugno di quest'anno per cui chi vuole usufruire di questi vantaggi deve affrettarsi ad ultimare i lavori. Questa guida dà dei consigli su come ristrutturare la casa e su come funzionano le detrazioni.

25

Quali costi rientrano

Nella ristrutturazione di una casa rientrano i costi che si sostengono per: rifacimento della facciata del condominio, rifacimento bagni, tubazioni, opere di restauro e risanamento conservativo. In seguito, quando facciamo la dichiarazione dei redditi, mediante il modello 730, dobbiamo riportare gli importi delle spese sostenute suddivise in periodi di tempo; così facendo possiamo determinare la percentuale di detrazione che spetta su ogni singolo importo. Dobbiamo poi calcolare le diverse percentuali sui diversi importi per avere il risparmio che verrà ripartito in 10 anni. Le 10 rate vengono rimborsate nel listino paga di luglio con la denominazione "rimborso IRPEF".

35

Inviare una DIA all'Asl

Dobbiamo stare molto attenti alle procedure per ottenere gli sgravi in caso di ristrutturazione edilizia. Infatti, in alcuni casi, quando è previsto dalle norme di sicurezza sui cantieri, è necessario inviare tramite raccomandata una DIA (dichiarazione di inizio attività) all'Asl competente del territorio di appartenenza. Tutte le spese sostenute per le ristrutturazioni vanno saldate mediante bonifico bancario o postale; su di essi bisogna indicare la causale, il codice fiscale di chi paga, del beneficiario e il motivo del trasferimento di denaro.

Continua la lettura
45

Vendere la casa prima che trascorre il periodo dell'intera detrazione

Se vogliamo vendere la casa che abbiamo ristrutturata prima che trascorre il periodo dell'intera detrazione spettante possiamo scegliere 2 diverse vie: continuare ad usufruire del beneficio e quindi detrarre le rate mancanti oppure possiamo trasferire l'agevolazione al compratore, mediante rogito. In entrambe le situazioni è consigliabile la consulenza del commercialista di fiducia per lo svolgimento delle pratiche secondo i termini di legge. In questo modo si evita di commettere un eventuale un errore burocratico che può influire sul nostro portafoglio.

55

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come ristrutturare un trullo

Entrando nel vivo di questa guida nell'immediato, specifichiamo la tematica che svilupperemo: la ristrutturazione. Non saranno delle indicazioni classiche, però, in quanto proveremo a farvi qualche dritta su come ristrutturare un trullo, ovvero una costruzione...
Ristrutturazione

Come ristrutturare una cascina

Sempre più persone non tollerano lo stress e lo smog di città. Si rivaluta così la campagna. Oltre ai vantaggi economici, migliora la qualità della vita. Se possiedi già una vecchia cascina potrai trasformarla in un luogo abitabile ed accogliente....
Ristrutturazione

Come ristrutturare la cucina

Se abbiamo un ambiente cucina da ristrutturare, è importante adottare alcuni accorgimenti atti a renderla funzionale, elegante ed adeguata al design e allo stile impostato. Per ottimizzare il risultato, si può intervenire con piccoli e grandi lavori,...
Ristrutturazione

Come ristrutturare il pavimento di un cortile

Ristrutturare il pavimento di un cortile richiede alcune piccole accortezze. A seconda del materiale di rivestimento, bisogna seguire tecniche differenti. In questo tutorial, vi aiuteremo nell'intento. Vi mostreremo come ristrutturare un cortile in cemento....
Ristrutturazione

Come ristrutturare casa in modo conveniente

Qualsiasi casa necessita prima o poi di una ristrutturazione, sia per quanto riguarda l'aspetto estetico che strutturale. In questo caso, i costi potrebbero essere molto elevati, ma esistono anche svariati modi per risparmiare su questi lavori. In questa...
Ristrutturazione

Come ristrutturare il soffitto

Quando si acquista un appartamento già esistente, nella maggior parte dei casi si procede alla sua ristrutturazione (dei pavimenti, delle pareti, dei sanitari e dei soffitti) e, precisamente, si potrebbe scegliere di rivestirlo, trasformarlo in legno,...
Ristrutturazione

Come ristrutturare le finestre

"Il tempo sovrano scalfisce la pietra". È inevitabile: il tempo che passa, l'usura dovuta all'utilizzo, la lotta contro gli agenti atmosferici, non fanno altro che far apparire vecchie e malandate le nostre care finestre composte da un elegante (almeno...
Ristrutturazione

Come ristrutturare un soppalco in legno

Quando i soffitti di un'abitazione sono parecchio altri, spesso si amplia lo spazio della casa costruendo un comodo soppalco. Il soppalco non è assolutamente una costruzione moderna, perché anche anticamente, venivano costruiti soppalchi in ferro battuto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.