Porta a scrigno: consigli di manutenzione

Tramite: O2O 07/04/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se intendiamo ristrutturare la nostra casa e corredarla di porte interne ed esterne di tipo a scrigno, è importante sapere che si tratta di strutture che richiedono periodicamente alcuni interventi di manutenzione. Le operazioni nello specifico, prevedono pulizia, lubrificazione ed eventualmente regolazioni. A tale proposito, ecco alcuni consigli su come effettuare una corretta manutenzione su una porta a scrigno.

26

Rimuovere la polvere dai binari

Alcune tipologie di porte a scrigno vengono soltanto agganciate sulla parte superiore a delle carrucole, mentre altre sono dotate di un binario in ottone alla base. Per far scorrere liberamente la porta, senza intoppi e soprattutto senza consumare il legno di cui si compone, è necessario in questo caso rimuovere la polvere con un pennellino, o con un piccolo aspiratore elettrico oppure anche con un panno specifico.

36

Lubrificare il binario

In riferimento alla porta a scrigno dotata di una sola parte scorrevole e precisamente quella alta con delle carrucole, periodicamente è importante lubrificare il binario in cui queste ultime scorrono, in modo da rendere la struttura più leggera e soprattutto evitando fastidiosi cigolii ed attriti.

Continua la lettura
46

Regolare i supporti delle carrucole

Sempre in riferimento alle carrucole di cui le porte a scrigno sono dotate, è importante sottolineare che se la parte scorrevole è piuttosto pesante in quanto di ferro o di legno massiccio, le suddette carrucole tendono a squilibrarsi, e di conseguenza durante la fase di apertura e chiusura della struttura si creano intoppi e fastidiosi rumori. La regolazione avviene alla base dei loro supporti, con un apposito cacciavite che ne consente di effettuare la traslazione in verticale.

56

Lubrificare la serratura

Se la porta a scrigno è dotata di una serratura è consigliabile lubrificarla periodicamente, in modo da evitare che specie se si tratta di una struttura esposta alle intemperie, possa bloccarsi una volta chiusa. Inoltre se è dotata di un relè quindi con apertura elettrica, è opportuno controllare anche i relativi collegamenti.

66

Controllare l'incastro nel legno

In genere le porte a scrigno di legno una volta chiuse, vanno ad incastrarsi in un binario verticale della stessa natura e della medesima altezza, per cui bisogna eseguire un importante intervento di manutenzione. Nello specifico si tratta di pulire e controllare l'incastro, per vedere se è necessario sgrossare il legno con della tela abrasiva a grana sottile, oppure semplicemente impregnarlo con della cera solida o della paraffina liquida, da applicare in questo caso con un pennello oppure utilizzando una bomboletta spray.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come nascondere una porta inutilizzata

Come vedremo nei pochi passi di questo tutorial, soprattutto nel corso di una ristrutturazione potrebbe nascere l'esigenza di nascondere una porta inutilizzata, fastidiosa ed ingombrante. Se vi chiedete come sia possibile nascondere una porta inutilizzata...
Arredamento

Come decorare una scatola porta cupcake

Se avete acquistato dei cupcake con l'apposita scatola a scomparti, la potete rendere decisamente più raffinata ed elegante in base ai vostri gusti o a quelli della persona a cui intendete regalarli. In riferimento a ciò, ecco una guida con alcuni...
Arredamento

Come scegliere una porta filomuro

Arredare la propria casa è un'attività parecchio importante, poiché comporta delle scelte che diventano durature nel tempo: infatti, cambiare facilmente l'arredamento non è poi così tanto facile.Anche questo settore è in continuo mutamento, e spuntano...
Arredamento

Come riutilizzare una vecchia porta per arredare casa

In questa guida, abbiamo deciso di parlare del riciclo creativo e nello specifico proveremo insieme ad imparare come riutilizzare una vecchia porta, che oramai non si utilizza più, per arredare la propria casa.Proveremo a creare con essa degli elementi...
Arredamento

Come riverniciare una porta di legno

Ultimamente si vedono, in tantissime reti televisive, molti programmi che si occupano di manodopera della casa e del fai da te. In effetti queste trasmissioni spesso stimolano la voglia di realizzare i lavori per la casa con le proprie mani. Basta solo...
Arredamento

Come decorare una porta con carta da parati

La carta da parati dona un tocco di classe alle nostre case con le molteplici e colorate fantasie. Non tutti sono però a conoscenza del fatto che può essere utilizzata anche per rivestire vecchi mobili, oggetti d'arredamento e soprattutto porte. Decorare...
Arredamento

Tatami: usi e manutenzione

I tatami aiutano a pulire l'aria assorbendo biossido di azoto nella stanza. Sono anche igroscopici perché favoriscono l’assorbimento dell'umidità quando è molto elevata e lo scarico naturale quando l'aria è secca. Il tatami agisce quindi come un...
Arredamento

Come scegliere le porte a specchio

Tutti gli esperti di arredamenti consigliano di utilizzare gli specchi negli ambienti piccoli. Infatti lo specchio crea profondità a un ambiente e fa sembrare la stanza molto più grande. Per questo motivo le principale aziende di arredamento utilizzano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.