Orto sul balcone: la pianta delle zucchine in vaso

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Negli ultimi anni sempre più persone decidono di coltivare frutta e ortaggi in maniera autonoma. Appena impatto, questo potrebbe sembrare un qualcosa di fattibile soltanto per coloro che abitano in campagna, oppure che hanno un piccolo giardino davanti casa; contrariamente, invece, attraverso dei piccoli accorgimenti è possibile creare un vero e proprio orto anche sul terrazzo o sul balcone di casa, per cui anche chi abita in città può permettersi di coltivare alcuni tipi di frutta ed ortaggi evitando di acquistarli. Nella seguente guida vedremo in particolare come coltivare la pianta delle zucchine in vaso.

26

Occorrente

  • Pianta delle zucchine
  • Terriccio universale
  • Terriccio nutriente
36

Acquisto della pianta

Partite dall'acquisto della pianta di zucchine. Assicuratevi che sia sana guardando bene che la pianta non sia sofferente, non presenti parti secche né 'mangiate' da piccoli insetti e parassiti che, oltre a danneggiare la pianta, verrebbero a stabilirsi sul vostro balcone. Meglio se la pianta all'acquisto sia piuttosto piccola e senza frutti, poiché sarà meno traumatico il trapianto in vaso. Una volta messa a dimora crescerà a vista d'occhio. Accertatevi di avere a casa abbastanza terriccio comune, una dose sufficiente di terriccio nutriente per ortaggi e soprattutto il vaso adatto. Seguite la stagione; potete effettuare il trapianto da marzo ad agosto.

46

Creazione dello spazio necessario

Create lo spazio necessario affinché cresca bene. Il vaso ideale ha profondità di almeno 20 centimetri e larghezza di 30 centimetri, sia che si tratti di un vaso quadrato, nel qual caso si tratterà della dimensione del lato, sia che si tratti di un vaso tondo, quindi della misura del suo diametro. Arrivati a casa preparatevi al rinvaso. Adagiate a terra un foglio di carta da giornale, estraete con delicatezza la pianta dal vasetto di plastica e, con estrema cura, liberate il più possibile le radici dalla terra che le tiene unite. Nel nuovo vaso disponete il terriccio universale e il terriccio nutriente ben mescolati secondo le dosi indicate sulla confezione del terriccio nutriente scelto.

Continua la lettura
56

Piantagione della pianta

Praticate successivamente un buco centrale sufficientemente profondo e collocate la pianta in modo che il termine superiore dell'apparato radicale arrivi qualche centimetro al di sotto del bordo del vaso. Iniziate a coprire con il terriccio pressando molto leggermente per non spezzare le radici, fino ad arrivare all'inizio delle foglie. Premete ancora leggermente e date sollievo alla pianta rinvasata con un'innaffiatura abbondante. Tenete il vaso al sole e innaffiate regolarmente. Dopo due mesi di produzione, sostituite la pianta.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Scegliete con cura il terriccio nutriente evitando preferibilmente quelli che contengono sostanze chimiche o di sintesi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come creare un orto sul balcone

Oggigiorno possiamo coltivare un piccolo orto anche comodamente a casa nostra, in questo modo potremmo sempre avere a disposizione le piante aromatiche e le verdure che più amiamo. Tuttavia, se non abbiamo la possibilità di creare il nostro orticello...
Esterni

Come coltivare il topinambur in vaso

Il topinambur, spesso detto anche pianta tedesca o carciofo di Gerusalemme, è una pianta di cui la parte commestibile è la radice. La radice somiglia per molti aspetti allo zenzero. Il topinambur viene usato per parecchie ricette. Possiede innumerevoli...
Esterni

5 piante da balcone per chi non ha il pollice verde

In linea di massima sconsiglierei di comprare piante a chi non ha il pollice verde. Tutte le piante hanno bisogno di un minimo di attenzione. È anche vero che ci sono piante molto esigenti ed altre che si adattano facilmente e sopravvivono con poco....
Esterni

Come coltivare l'agapanto sul balcone

Se amate i fiori ed in particolare quelli di rara bellezza e con colori vivaci, potete ad esempio coltivare l'agapanto sul balcone di casa. Si tratta di un lavoro di giardinaggio non difficile, e che richiede soltanto l'applicazione delle tecniche fondamentali...
Esterni

Come coltivare verdura sul balcone

Sembra incredibile ma l'uso di coltivare verdura sui balconi viene dalle metropoli, dove spesso i prezzi della materia prima diventano proibitivi mentre abbondano gli spazi sui tetti piani dei grattacieli che prima rimanevano inutilizzati. In questa guida...
Esterni

Come arredare il balcone in stile shabby chic

Se abbiamo il nostro balcone che si presenta piuttosto spoglio ma non sappiamo come arredarlo, a parte la posa di vasi con fiori e relative fioriere, possiamo renderlo raffinato adottando uno degli stili d'arredo più amati. Nello specifico si tratta...
Esterni

5 piante per un balcone al sole

Le piante come tutti sanno, sono perfette per arredare i balconi, i giardini e i terrazzi. Un balcone senza piante infatti, sembra piuttosto anonimo e poco curato e spesso, è necessario abbellirlo con diverse tipologie di piante o di fiori davvero singolari,...
Esterni

Come coltivare i cetrioli in vaso

Se sei un amante del pollice verde e desideri scoprire come sia possibile coltivare gli ortaggi in vaso autonomamente, ti consiglio di seguire con pazienza i suggerimenti di questo tutorial, in quanto ti fornirò preziosi consigli su come in particolare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.