Metodi per la pulizia dei mobili in cipresso

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I mobili in legno, hanno bisogno di una certa cura, pulizia e manutenzione per mantenersi perfettamente nuovi e puliti.
I metodi per la pulizia dei vari tipi di legno, possono essere molteplici, ma spesso alcuni anche se naturali, possono rivelarsi dannosi per molte tipologie di legno.
In questa lista, troverete alcuni modi davvero utili ed efficaci per pulire i mobili in cipresso.

26

Olio d'oliva e aceto

Il primo metodo assolutamente naturale per pulire i mobili in legno di cipresso, è quello di utilizzare una miscela di olio d'oliva e aceto bianco. Strofinate un pizzico di bambagia imbevuta di questo miscuglio e pulite il legno con movimenti circolari continui. In questa maniera, il mobile non solo si pulirà perfettamente, ma diventerà lucente e splendido come se fosse nuovo.

36

Olio d'oliva e limone

Per pulire i mobili in legno di cipresso un po' più rovinati, macchiati e graffiati, è ideale creare una miscela di limone e olio d'oliva.
In questo modo, grazie al limone, potrete sbiancare le parti macchiate, mentre grazie all'olio, potrete rendere perfettamente lucida e profumata la superficie del vostro vecchio mobile malandato.

Continua la lettura
46

Olio d'oliva e arancia

Per pulire profondamente un mobile in legno di cipresso e per lasciare un piacevole odore al legno troppo sporco, è ideale la pulizia fatta con succo di arancia e olio d'oliva, due sostanze delicate, detergenti e rinfrescanti per ottime per la pulitura del legno.
Imbevete un panno in lino con questa miscela e strofinate delicatamente il vostro mobile, per pulirlo e lucidarlo per bene.

56

Cera d'api

La cera d'api, è il classico prodotto perfetto per lucidare il legno, non solo di cipresso, ma di qualsiasi tipologia. Oltre a dare lucentezza, la cera d'api, riesce a penetrare nel legno e a pulirlo per bene. Potete trovare questo prodotto in qualsiasi negozio specializzato.
Passate un pochino di cera d'api sul vostro mobile attraverso un batuffolo di cotone e vedrete che splendido risultato otterrete. Il vostro mobile diventerà perfettamente lucente e pulito.

66

Limone e sale

Se il vostro mobile in legno di cipresso è molto sporco ed è soprattutto rovinato dai graffi, dalle macchie di caffè, di vino, di succo di frutta o di cibo in generale, esiste un metodo davvero efficace per pulirlo a base di limone e sale fino.
Mescolate il limone insieme al sale fino e successivamente strofinate questo impasto disincrostante sul vostro mobile con un batuffolo di cotone.
Potete anche sostituire il sale, con del dentifricio, che avrà lo stesso effetto sgrassante e nutriente del sale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come scegliere una panchina da giardino

Una panchina aggiunge sempre un tocco perfetto in un giardino paesaggistico. Al termine di un percorso tortuoso oppure sotto l'albero, una comoda panca ci dà la possibilità di sederci e poter contemplare la natura. È un modo per rilassarci e dimenticare...
Arredamento

Come addobbare la tavola di Natale

Uno dei periodi più belli dell'anno, almeno per le persone di fede cristiana, è senza dubbio il Natale. In questo periodo si sente quasi la necessità di rendere la propria casa più bella e accogliente, e allora oltre all'immancabile presepe ed albero...
Esterni

Come scegliere le siepi da giardino

Abitare in una casa provvista di uno spazio verde rappresenta il desiderio di molte persone. Oggi infatti sono sempre più numerose le famiglie che scelgono di abitare in una casa provvista di giardino. Se si sceglie una soluzione come questa, sarà tuttavia...
Esterni

Come costruire dei recinti e delle siepi vive

Nel presente completo e informativo articolo che potrà essere approfondito leggendo attentamente i passaggi successivi, verrà spiegato dettagliatamente come bisogna costruire dei recinti e anche delle siepi vive, all'interno del proprio giardino di...
Pulizia della Casa

Come tenere lontane le tarme dai vestiti

Fare il cambio di stagione a volte può essere davvero noioso, ma purtroppo è un'operazione che va fatta, e non si può proprio rinunciare. Non solo per cambiare i vestiti che dovremmo metterci, ma anche per effettuare un'accurata pulizia dentro l'armadio...
Pulizia della Casa

Tarme e tarli dei mobili: 10 rimedi naturali

Una delle difficoltà più comuni nella conservazione e cura dei mobili in legno, o di ciò che è conservato nel loro interno, è la prevenzione da un'infestazione di tarli e tarme, che costituiscono un vero pericolo se non eliminati tempestivamente....
Pulizia della Casa

Come pulire in modo naturale il pavimento in cotto

Avere in casa un pavimento in cotto, è senza dubbio una scelta di classe. Questo tipo di materiale, infatti, è in grado di rendere gli ambienti caldi e particolarmente accoglienti. Il cotto è molto resistente, ma al contempo estremamente delicato....
Pulizia della Casa

Come pulire e colorare il rame

Avete delle pentole, degli utensili o degli oggetti antichi in rame rovinati e non sapete come pulirli o da colorarli? Se la risposta è sì, allora non dovete far altro che leggere questa guida, che vi spiegherà come intervenire su questo tipo di prodotti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.