Le alternative al comune sale da cucina

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In cucina si utilizzano molteplici spezie per la preparazione di piatti squisiti. Le spezie che possiamo trovare nella dispensa della nostra cucina, sono tantissime. Ad esempio la paprika, lo zenzero, il pepe, il peperoncino, il rosmarino, la noce moscata, il timo, e soprattutto il sale. Il sale difatti rappresenta l'ingrediente più utilizzato nella preparazione della pasta e dei sughi. Questo perché da al gusto un tocco di gusto. Ma è risaputo che è meglio evitare di alimentarci con il sale da cucina. Infatti fa male allo stomaco e aumenta la quantità di calcio. Ma soprattutto il sale, è la causa dell'aumento di peso. In questa guida semplice e veloce, vedremo le alternative al comune sale da cucina.

25

La prima alternativa: il gomasio, dal giapponese "goma" che significa sesamo e "shio", che appunto è sale. Come indica l'etimologia della parola, questa sana alternativa al sale, si compone di semi di sesamo tostato, mischiati a sale marino. L'olio contenuto nei semi di sesamo, non permette al sale di assorbire troppa acqua. Quindi al tempo stesso gli permette di assorbire dalle cellule solo in caso che esse ne abbiano bisogno. Il gomasio viene usato per condire esattamente come useremo il comune sale. Quest'ultimo rappresenta un ottimo alleato per chi vuole restare in forma senza rinunciare al gusto.

35

Le alternative al comune sale da cucina: il sale rosa dell'Himalaya. Questo sale dal particolare colore rosa è un sale minerale puro, cioè non trattato. Esso non essendo un sale raffinato, mantiene tutte le proprietà nutritive e moltissimi oligo elementi utili al nostro organismo. Esso deve il suo particolare colore all'alto contenuto di ferro e viene dall'Oriente, come indica il nome dalle montagne himalayane. Il sale rosa è particolarmente adatto nelle diete povere di sodio, non altera e copre il sapore del cibo, è facilmente assimilabile dall'intestino.

Continua la lettura
45

Le alternative al comune sale da cucina: il sale nero delle Hawaii. Questo particolare sale, deve la sua colorazione agli elementi di origine vulcanica che lo compongono. Infatti, gli abitanti delle isole Hawaii, lavorano questo sale con lava vulcanica ed elementi carbonici, che lo rendono un alimento curativo. Esso infatti, ha proprietà disintossicanti; ha un sapore amaro ed è ideale specialmente per condire il pesce e la carne. In ultimo tra le alternative al comune sale da cucina, troviamo il sale marino integrale. In questa guida semplicissima e breve, abbiamo visto le varie alternative al comune sale da cucina.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non esagerate con il consumo di alimenti che contengono il sale: come gli insaccati e i prodotti preconfezionati.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come arredare Una Stanza Da Letto In Stile Marino

Alla fine dell'estate spesso si resta in casa e si rimpiangono le giornate trascorse al mare oppure in barca. A volte si sogna di trasferirsi per abitare in spiaggia a contatto con le onde; se si vuole ricordare la propria vacanza al mare è possibile...
Economia Domestica

Come riutilizzare i crackers e i grissini sbriciolati

Riciclare avanzi ed ingredienti in cucina in modo di evitare il più possibile gli sprechi è sempre più di tendenza. Questa rappresenta un'ottima abitudine che tutti dovrebbero cominciare a seguire. È anche un'occasione per cominciare a sperimentare...
Economia Domestica

10 oli essenziali da avere sempre in casa

Gli oli essenziali sono estratti dalle erbe aromatiche comuni. Utilizzati sia per uso esterno che interno. I benefici di molte di queste essenze sono davvero sorprendenti e venivano usate sin dai tempi antichi proprio per le loro proprietà benefiche....
Economia Domestica

5 motivi per regalare un'orchidea

Un bel mazzo di fiori è sicuramente ciò che soddisfa molto una donna. Per secoli infatti, i fiori sono stati usati come mezzo per esprimere dei sentimenti romantici, ed ancora oggi rappresentano il modo migliore per dimostrare affetto verso la persona...
Ristrutturazione

Come fare l'isolamento acustico di una porta

Oggi vogliamo offrire una guida, del tutto pratica, veloce ma anche molto utile, attraverso il cui aiuto concreto, poter imparare e mettere in pratica, tutte le nostre conoscenze sul come fare, con le nostre mani e grazie alla nostra manualità, l'isolamento...
Economia Domestica

Come cuocere su pietra lavica

Estate, cielo terso e sole che splende, il il momento migliore per eccellenza per godersi una giornata all'aria aperta. E cosa c'è di più "estivo" se non un barbecue accesso e della buona compagnia? Probabilmente però non tutti sanno che i fumi prodotti...
Economia Domestica

Come utilizzare le pentole in pietra ollare

La pietra ollare, nota anche come steatite o pietra saponaria, è una roccia di origine vulcanica, costituita prevalentemente da magnesite e talco. Duttile e facilmente lavorabile, presenta un colore che può variare dal grigio al verde scuro, con sfumature...
Ristrutturazione

Come costruire un viale in pietra lavica

Se siete in procinto di rimodernare il vostro giardino o di apportare alcune modifiche, potreste tenere in considerazione l'idea di inserire un viale in pietra lavica. La pietra lavica è davvero molto resistente e se ben levigata ha un aspetto davvero...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.