Illuminazione a sospensione: pro e contro

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

L'installazione di un'illuminazione a sospensione è una priorità per arredare una casa particolarmente buia. A volte l'illuminazione si presenta semplice e funzionale, ma altre volte è più ornamentale. Quando si sceglie un apparecchio  a sospensione, bisogna tenere conto sia della sua estetica, che della sua funzionalità. Illumina le stanze di una casa con classe ed eleganza e in commercio è possibile trovare questo tipo di apparecchi in molti stili. A seguire saranno illustrati i pro e i contro di un'illuminazione a sospensione.

28

Aspetto

Le lampade a sospensione e i lampadari sono diversi sia nell'aspetto che nel modo in cui sono installati. Differiscono anche nel modo in cui vengono utilizzati e questo dovrebbe essere preso in considerazione quando si fa la scelta su quale lampada acquistare.
Una lampada a sospensione è disponibile in vari stili e forme decorative. Tuttavia, prima di scegliere una lampada, è importante determinare il suo utilizzo; dal momento che non è così ingombrante e non occupa tanto spazio come un lampadario, è una scelta popolare nell'arredamento delle case.
Può raddoppiare la fonte di luce ed essere il punto focale di una stanza. Tuttavia, potrebbero essere necessarie diverse luci per illuminare l'intera stanza. Per quanto riguarda lo stile, presenta un aspetto più moderno rispetto al classico lampadario.
Un lampadario d'altra parte, aggiunge eleganza a qualsiasi stanza e può essere una fonte di luce o decorazione pendente, quando si sceglie un lampadario dunque, la proporzione è essenziale.

38

Installazione

Ogni luce richiede un'installazione diversa e deve essere installata correttamente. Ad esempio se il cavo per un dispositivo a sospensione è cablato, deve presentare un aspetto più lucido e rifinito, in quanto lo rende un apparecchio di illuminazione permanente e una fonte primaria di luce.
La ragione delle differenze nella lunghezza del cavo è dovuta al fatto che deve esserci una lunghezza di regolazione a seconda di quanto alta o bassa sia la luce appesa al soffitto. Un soffitto più alto richiede un cavo o una catena più lunghi.
Se il soffitto è alto, la luce deve essere più alta, ma se la stanza è grande, allora il dispositivo deve essere più ampio. Se il lampadario è appeso troppo in alto, la luce non coprirà adeguatamente lo spazio.

Continua la lettura
48

Materiali

I materiali più comunemente usati nella realizzazione di una lampada a sospensione sono: il vetro, il metallo, la plastica e la stoffa. Il vetro trasparente diffonde la luce in diverse direzioni. Tuttavia, metalli come il cromo lucido e il nichel spazzolato hanno una finitura lucida e possono anche riflettere la luce. I lampadari sono composti da cristallo, vetro, ferro forgiato a mano, acciaio o bronzo ed è possibile utilizzare una combinazione di più di un materiale. Un lampadario a sospensione, può anche avere lampadine a forma di fiamma e prismi di cristallo per assomigliare ai lampadari del 19° secolo.

58

Utilizzo

Gli apparecchi a sospensione possono essere utilizzati ovunque in una casa e talvolta anche in gruppi, soprattutto in cucina e in soggiorno. Se la lampada a sospensione è cablata, è importante l'installazione da parte di un professionista, perché potrebbe essere necessario modificare il cablaggio nel soffitto per la nuova luce, poiché questo lavoro riguarda la sostituzione di una lampada o l'utilizzo di nuovi cavi e quindi l'installazione è più elaborata.
Appendere un lampadario è un compito laborioso e dovrebbe essere fatto da un elettricista. Inoltre, la dimensione potrebbe influire sull'installazione a causa del montaggio extra, poiché questo lavoro potrebbe coinvolgere il controsoffitto e un montaggio supplementare.

68

Costi

Il costo per una lampada a sospensione a 3 luci, con un dispositivo di fissaggio a più ciondoli con finitura in ottone per filo diretto di 120 v è compreso tra 60 e i 150 euro. La manodopera di base comprende l'installazione, eventuali modifiche necessarie, l'acquisizione del materiale, la preparazione dell'area, l'attrezzatura, l'installazione, la protezione e la pulizia, con una media di spesa di 195 e 235 euro; il costo dei relativi materiali e materiali di consumo, come raccordi, connettori e hardware di montaggio è di circa 10 euro. Il costo totale è compreso tra i 265 e i 395 euro. Il prezzo di un lampadario dipende dallo stile e dal marchio e può variare dai 50 euro in su.

78

Manutenzione

La manutenzione è sempre un fattore importante per bilanciare i pro e i contro dei corpi illuminanti. Le luci a sospensione sono meno difficili da pulire se lo stile non è complicato. Tuttavia, un lampadario deve essere pulito con un panno in tessuto, che possa catturare particelle di polvere. Usare dunque guanti di cotone per evitare di lasciare impronte. La cornice o le parti del telaio devono essere pulite con un panno di cotone asciutto. Se le macchie sono tenaci, è possibile utilizzare un detergente naturale a base d'acqua. Inoltre, il lampadario può essere spolverato con uno spolverino di lana o un panno asciutto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Vasca in muratura: pro e contro

Le vasche da bagno in muratura rappresentano una delle ultime tendenze in fatto di design moderno. Sono pregevoli e di grande impatto estetico. Viste da lontano sembrano legarsi alle pareti che le sostengono fino ad essere, con un grande effetto di illusione...
Economia Domestica

Termostufa a metano: pro e contro

La termostufa a metano rappresenta uno degli ultimi ritrovati in fatto di riscaldamento degli ambienti. Un supporto utile ed efficace per garantire il giusto grado termico ad ogni abitazione. In commercio ne esistono di tutti i tipi e di tutte le dimensioni,...
Economia Domestica

Termostufa a pellet: pro e contro

La termostufa a pellet rappresenta una soluzione di riscaldamento pratica e moderna. Ottima anche sotto l'aspetto del design, questo particolare tipo di calorifero deve essere conosciuto molto bene per poter sfruttare al meglio le proprie capacità. In...
Economia Domestica

Vasca da bagno in acrilico: pro e contro

Se avete appena programmato di rimodernare la vostra stanza da bagno e siete indecisi sulla scelta della vasca, è importante sapere che oltre alle classiche ovvero le smaltate e in acciaio, esistono anche quelle di tipo acrilico. In riferimento a queste...
Economia Domestica

Controsoffitti in granito: pro e contro

I controsoffitti vengono solitamente installati e realizzati in una casa, per migliorare l'ambiente non solo a livello estetico, ma anche acustico. I controsoffitti sono inoltre in grado di creare un certo calore all'ambiente e possono essere realizzati...
Economia Domestica

Termosifoni in alluminio: pro e contro

La modalità di riscaldamento con radiatore rappresenta la soluzione che le famiglie italiane maggiormente utilizzano per riscaldare gli ambienti delle loro abitazioni. I radiatori, comunemente detti termosifoni, possono essere costituiti di differenti...
Economia Domestica

Cottura a induzione: pro e contro

Molti di voi avranno sicuramente sentito parlare, e magari avuto modo di sperimentare, la cottura a induzione. Di cosa si tratta? È un metodo di cottura su un piano che non dispone dei classici fornelli né delle piastre in ghisa, ma semplicemente di...
Economia Domestica

Gommapiuma come isolante termico: pro e contro

In commercio esistono numerosi materiali che consentono di coibentare la propria casa e proteggerla da suoni molesti e da perdite di calore. Grazie ai pannelli di polietilene, di lana di roccia e di poliuretano, è possibile isolare ogni parete. Tra tutti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.