Guida alle stufe ecologiche

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Con il prezzo dell'energia che continua a salire, così come quello del gas, si può pensare di utilizzare delle fonte energetiche alternative, magari più ecocompatibili. Quando dobbiamo decidere come riscaldare la nostra casa, è fondamentale scegliere vie più economiche e pulite. A tal proposito, in questa guida, fornirò alcune utili informazioni sulle stufe ecologiche, ossia quelle che utilizzano, appunto, i combustibili ecologici.

26

Occorrente

  • Stufa a pellet
  • Scarti del legname
  • Stufa a mais
36

Utilizzare le stufe a pellet

Nel campo del riscaldamento, sono ormai molto conosciute le stufe a pellet. Quest'ultime, al posto del gas o del legno, utilizzano il pellet, un nuovo combustibile che viene ottenuto riciclando gli scarti del legno. Dalla segatura e dagli scarti del legname, si ottengono dei cilindretti che vengono venduti in sacchi. Questo materiale vanta un'ottima resa in termini di massa bruciata e calore sviluppato, raggiungendo una resa addirittura doppia rispetto a quella della classica legna. L'idea che può spingere verso la scelta di una stufa a pellet è che questo combustibile è meno ingombrante del legno, cosa da non sottovalutare nel poco spazio delle case moderne.

46

Rivestire la stufa a pellet

Oltre a ciò, brucia quasi interamente, produce poche ceneri ad aiuta l'ambiente grazie a delle basse emissioni di anidride carbonica. La stufa a pellet non solo è ecologica ma, ormai, viene realizzata curandone anche il design; la si può collocare con estrema facilità in qualsiasi abitazione, ed abbinarla a stili di arredamento diversi. Molto simile a quelle a legna, può avere un rivestimento di ceramica, acciaio, acciaio satinato o un rivestimento in pietra ollare. Inoltre, è semplice da utilizzare, poiché si può accendere e spegnere anche a distanza nei modelli forniti di telecomando, oltre al fatto che non ha bisogno di aggiungere prodotti per la combustione.

Continua la lettura
56

Convogliare i fumi all'esterno

Il pellet, infatti, viene acceso da una resistenza interna, quindi il calore prodotto viene emesso dalla stufa all'ambiente grazie a delle ventole. Con i vari modelli proposti, varia anche la capacità di riscaldamento che, generalmente, va dai settanta metri quadrati fino ad arrivare a ben duecento metri quadrati. Naturalmente, così come per tutte le stufe, è necessario convogliare i fumi all'esterno. Inoltre, esistono dei modelli collegabili all'impianto di riscaldamento ed ai termosifoni della casa. Molto meno conosciute sono le stufe a mais, stufe ecologiche che utilizzano soprattutto il mais. Esse funzionano anche a pellet o fruttando altre biomasse.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Guida agli infissi per la casa

Ogni casa è dotata di finestre e porte, ma con l'andare del tempo queste possono rovinarsi ed è necessario cambiarli. Negli ultimi anni poi, grazie all'attenzione posta nel mantenimento del calore all'interno degli ambienti, sono stati creati degli...
Ristrutturazione

Guida alla scelta degli infissi per la veranda

La particolarità maggiormente rilevante da considerare sempre nella scelta degli infissi da veranda è che devono possedere delle capacità isolanti veramente efficaci: pertanto, servirà una speciale attenzione e precisione nel loro montaggio e specialmente...
Ristrutturazione

Come installare la idrostufa a pellet

Le termostufe o idrostufe sono dei generatori di calore a pellet che si collegano all'impianto idraulico e servono a scaldare l'acqua che circola nei termosifoni. L'acqua è riscaldata attraverso le pareti della camera di combustione, attigue al braciere,...
Ristrutturazione

Guida alla manutenzione dei serramenti in legno

I serramenti in legno vengono scelti, oltre che per un buon compromesso a livello isolante, per conferire all'abitazione un valore estetico aggiunto. Il legno è certamente un materiale che necessita di una regolare manutenzione, infatti l'esposizione...
Ristrutturazione

Guida alla scelta dell'impianto termico

Quando bisogna scegliere l'impianto termico per la propria casa, la sfida può essere scoraggiante. La decisione influenzerà il comfort, i costi energetici, la qualità dell'aria e la sicurezza della casa per gli anni a venire. Qualunque sia la ragione...
Ristrutturazione

Guida ai sistemi a cappotto

La dispersione termica è una delle problematiche più comuni negli edifici e nelle abitazioni più vecchie. Questa è la causa di uno spreco di energia enorme, che fa lievitare le bollette rispetto agli edifici più moderni. Uno dei sistemi di coibentazione...
Ristrutturazione

Guida agli interventi antisismici

Se siete possessori di un'abitazione o un edificio, e magari intendete ristrutturarlo, sappiate che per effetto della nuova normativa cogente può rendersi necessario intervenire con dei rinforzi strutturali. La normativa in questione è la NTC 2008,...
Ristrutturazione

Come scegliere una vernice ecologica

La vernice è un composto che viene utilizzato per dipingere diversi oggetti e superfici, una su tutte le pareti interne della casa. Le vernici, per quanto possano dare un bell'effetto nella zona in cui vengono applicate, sono sicuramente poco salutari;...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.