Cosa fare quando la neve ricopre i pannelli fotovoltaici

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Oggigiorno, le stagioni invernali non sono più molto controllabili e anche nelle zone più calde, come ad esempio al sud Italia, può capitare che soprattutto nei mesi freddi, arrivino delle forti nevicate. Ma cosa è necessario fare e come ci si deve comportare, quando la neve ricopre i pannelli fotovoltaici? A tal proposito, nella seguente guida, vi illustrerò alcuni utili e semplici informazioni su cosa sia meglio fare in questo caso specifico. Vediamo quindi come procedere.

27

Occorrente

  • Pannelli fotovoltaici
  • scopa o bastone
  • liquidi antighiaccio
37

Innanzitutto, è bene specificare che, quando arrivano le forti nevicate e i vostri impianti si riempiono di montagne di neve, purtroppo nella maggior parte dei casi perdono totalmente la loro funzionalità di produzione di energia. I problemi causati dalla neve e la possibilità di risolverli dipendono da dove avete installato i vostri impianti. Se, per esempio, i vostri pannelli si trovano su un classico tetto a falda, il problema può essere rimosso facilmente soprattutto se il tetto è molto basso ed è facile da raggiungere, rimuovendo la neve depositata sul vostro impianto manualmente.

47

L'inclinazione a 30° dell'impianto, permetterà di far scivolare la neve molto più rapidamente, spingendola con una scopa o con un bastone (sempre facendo molta attenzione alla superficie dei pannelli). Tenete presente anche che, solitamente, dopo le grandi nevicate, è solito che vi siano grandi giornate di sole dunque la neve potrà sciogliersi naturalmente. In più, il riflesso dei raggi solari sulla neve, creerà un effetto di irraggiamento che darà un rendimento ancora migliore di energia. Se non avete particolarmente fretta, attendere che il calore del sole sciolga naturalmente la neve e la faccia scivolare via, è sempre la migliore scelta per evitare danni all'impianto.

Continua la lettura
57

Successivamente, è buona regola comunque per chi abita in zone particolarmente fredde, dove le nevicate sono eccessive (come ad esempio nelle zone del Trentino o dell'Abruzzo), acquistare negli appositi negozi dei liquidi antighiaccio che serviranno proprio ad evitare la formazione di ghiaccio e gli accumuli di neve sui vostri impianti fotovoltaici. Tuttavia, cercate di non abusare con queste sostanze poiché, potreste provocare dei danni ai vostri pannelli. Controllate se i vostri pannelli sono a norma o meno. Infatti, dovranno essere certificati secondo la norma IEC 621215 che garantisce l'idoneità dei moduli in zone in cui vi sono elevate quantità di neve e ghiaccio.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come spalare la neve da un tetto spiovente

Durante il periodo invernale è solito vedere molta neve scendere dal cielo. Questi episodi, che normalmente sono da considerare normali e utili all'ecosistema, a volte possono causare situazioni pericolose e difficili da gestire. Come spesso accade,...
Esterni

Come montare le tegole fotovoltaiche

In tema di risparmio, un aiuto consiste viene fornito senza dubbio da un'oculata amministrazione della propria abitazione. Vengono infatti spesi molti soldi ogni mese in bollette. Si può però cercare di diminuire questo spreco con degli accorgimenti....
Esterni

Suggerimenti di pittura per esterni

Le pareti esterne sono sottoposte, inevitabilmente, all'azione di agenti atmosferici come la pioggia, il vento o la neve che causano il degradarsi della pittura che le ricopre. Proprio per questo motivo, la pittura per esterni è differente da quella...
Esterni

Come riscaldare una serra da balcone

Una serra è un ambiente artificiale costruito appositamente per la coltivazione di piante, fiori, ortaggi, frutta e tutto ciò che si può coltivare (legalmente). Per garantire una buona coltivazione, è necessario che il clima all'interno della serra...
Esterni

I migliori materiali per rivestire il tetto

Le piogge torrenziali, non sono più ormai così rare come una volta, infatti, negli ultimi anni, nel nostro paese, anche per via del lieve aumento del caldo terrestre, si sono verificate vere e proprie alluvioni. Purtroppo sono inevitabili, perché è...
Esterni

Come Creare Un Terrazzo Ecosostenibile

Scegliere di possedere un terrazzo o balcone ecosostenibile rappresenta una decisione finalizzata a contenere notevolmente lo spreco energetico e idrico. Un terrazzo convertito a regime ecologico non soltanto vi offrirà un risparmio economico, ma vi...
Esterni

Come illuminare il giardino senza corrente

Garantire una buona illuminazione alla propria casa è certamente indispensabile per goderci al meglio ogni suo locale. Ciò vale tanto per gli interni quanto per gli esterni. Assicurare una buona fonte di luce, anche alla sera, richiede però notevoli...
Esterni

Consigli per impermeabilizzare il patio

Di norma, in seguito alla costruzione di una casa o una piccola villa, viene posizionato davanti all'entrata un grande patio. Si tratta di una caratteristica piuttosto comune degli spazi interni delle ville. Generalmente è un ambiente aperto e luminoso....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.