Consigli per trattare un piano cottura in legno

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Una cucina in legno è un elegante elemento d’arredo, che impartisce all’ambiente un’atmosfera calda e confortevole. Il legno, però, è un materiale che necessita di determinati trattamenti per mantenersi inalterato nel tempo. E’ particolarmente resistente, ma presenta una struttura porosa e permeabile. Un piano di cottura in legno tende ad assorbire con facilità i liquidi, causa di macchie ed aloni. Anche graffi ed usura possono rovinarne la superficie. Con una manutenzione regolare ed adeguata, però, potete facilmente trattare il legno e risolvere il problema. Nei passi che seguono, vi daremo dei validi consigli a riguardo.

26

Rimuovete tempestivamente acqua e macchie di unto

Uno dei consigli primari per trattare adeguatamente un piano di cottura in legno consiste in una pulizia quotidiana e regolare. L'acqua e le macchie di unto, infatti, possono creare degli aloni difficili da eliminare. Dovete agire tempestivamente, per evitare di rovinare la superficie in legno. Potete trattare con dell’ammoniaca, o usare una soluzione a base di acqua e detersivo per piatti. L’importante è pulire in profondità, cercando di seguire le venature del legno. Infine, risciacquate bene ed asciugate con un panno morbido.

36

Evitate spugnette abrasive

Per la pulizia del piano di cottura, non commettete l’errore di usare spugnette abrasive. Rischiereste di danneggiare la superficie in legno, causando graffi e lesioni. Per uno sporco particolarmente ostinato, esistono dei rimedi validi e non aggressivi. Potete realizzare una crema con due cucchiai di farina di granturco e qualche goccia di acqua. Il composto rimuoverà le macchie senza danneggiare il piano in legno. In alternativa, potete trattare con del bicarbonato di sodio. Il risultato sarà altrettanto soddisfacente.

Continua la lettura
46

Trattate con un turapori

Se desiderate eliminare graffi e fenditure sul piano di cottura in legno, potete usare un turapori. Riempirà le fessure, donando alla superficie un aspetto omogeneo. In commercio, esistono turapori di tutte le marche. Optate per un prodotto di qualità, così da ottenere un buon esito finale. Dopo aver pulito in profondità il piano, applicate il prodotto con un pennello. Quindi, lasciate asciugare bene e passate una seconda mano. Il turapori levigherà la superficie, per un risultato liscio ed uniforme.

56

Rinnovate con un mordente

Per rinnovare il piano di cottura, potete trattare con un mordente. E’ uno dei consigli più efficaci per donare un nuovo aspetto al legno. Acquistate un mordente trasparente ed applicatelo in modo omogeneo sul piano. Dovete seguire le striature del legno, per evitare che si notino i segni del pennello. Se gradite intensificare la tonalità del piano, potete anche optare per un mordente colorato.

66

Nutrite con olio paglierino

Tra i consigli per trattare il piano di cottura, non dimenticate la lucidatura con olio paglierino. Oltre a donare al legno un aspetto brillante, ne nutre le fibre. Prima di provvedere all’applicazione dell’olio, dovete rimuovere ogni traccia di sporco. Quindi, passate un leggero strato di prodotto con un panno di cotone e lasciate agire per una mezz’ora. In questo modo, il legno assorbirà l’olio in profondità. Infine, lucidate con una spugna morbida.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come rimuovere il cibo bruciato su un piano di cottura in vetroceramica

Bella da vedere, sì quando è lucida, nuova e senza graffi! Ma cosa succede alla vetroceramica del vostro piano cottura se non la pulite con un prodotto specifico? Si riga, si opacizza e vi fa perdere tutta la bellezza tipica di queste superfici di nuova...
Pulizia della Casa

Come pulire il piano cottura

La pulizia del piano cottura è una delle operazioni forse più antipatiche legate alla cucina. Se non ci ricordiamo di pulire il piano cottura subito dopo aver cucinato, la sporcizia si consolida. Spesso, quando prepariamo la pasta, l'acqua in ebollizione...
Pulizia della Casa

10 prodotti naturali per la pulizia del piano cottura

Il piano cottura è la parte della cucina più importante. Utilizziamo ogni giorno questo elettrodomestico per cucinare i nostri piatti. L'inteso uso che ne facciamo fa sì che si sporchi abbastanza velocemente. Per questo motivo conviene dedicarci alla...
Pulizia della Casa

Come pulire un piano cottura in vetro temperato

In questa guida vi spiegherò brevemente come pulire un piano cottura in vetro temperato. Dovete sapere che il vetro temperato è un materiale nato negli ultimi decenni del ventunesimo secolo. Questo vetro temperato consiste in una sorta di vetro più...
Pulizia della Casa

Come pulire il piano cottura e i fornelli

La cucina, è uno degli ambienti di una abitazione che necessita maggiore attenzione, cura, manutenzione e soprattutto di igiene per essere sempre funzionale. La pulizia del piano cottura e dei fornelli, rappresenta un aspetto essenziale al fine di mantenere...
Pulizia della Casa

Come pulire un piano cottura con metodi naturali

I piano cottura sono disponibili in commercio in vari stili (classici, moderni, contemporanei, ecc.) e in diverse dimensioni (grandi, medi o piccoli); possono essere inoltre, separati dalla cucina, murati oppure ad incasso. I fornelli possono essere ad...
Pulizia della Casa

Come pulire un piano cottura ad induzione

I piani cottura sono disponibili in commercio in vari stili (classici, moderni, contemporanei, ecc.) e in diverse dimensioni (grandi, medi o piccoli); possono essere inoltre, separati dalla cucina, murati oppure ad incasso. I fornelli possono essere ad...
Pulizia della Casa

Come pulire il piano cottura in vetro nero

Il vetro temperato nero può considerarsi come un materiale piuttosto sicuro poiché a seguito di una eventuale rottura, esso tenderà a frammentarsi in piccoli pezzi. Quindi la pericolosità è davvero ridotta rispetto ad un vetro normale. Questa tipologia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.