Consigli per organizzare i vestiti invernali

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Anche quest'anno, la primavera è finalmente arrivata! E ogni cambio di stagione, come le nostre mamme e nonne ci hanno sapientemente insegnato, si accompagna necessariamente ad una riorganizzazione del guardaroba.
Ma stavolta non si tratta di un cambio di stagione qualunque, bensì è giunto il momento di mettere da parte sciarpe, guanti e giubbotti pesanti (oltre che ingombranti), a favore di abiti più leggeri.
Siamo dunque pronti a colorare un po' il nostro armadio, che durante l'inverno, oltre che di nero e grigio, abbiamo osato tingere solo a sprazzi, con un po' di verde scuro e bordeaux?
Se in tenera età questa procedura ci faceva sbuffare e procrastinare, all'idea di passare in casa una delle prime piacevoli giornate primaverili, crescendo, abbiamo invece capito che una giornata persa ne vale almeno mille guadagnate. Certo, perché se ci limitassimo ad aggiungere capi primaverili a quelli invernali, il nostro guardaroba si riempirebbe eccessivamente, facendoci impiegare anche più tempo del dovuto nella ricerca del capo desiderato.
Bisogna tuttavia considerare che, senza un metodo, organizzare i vestiti invernali può diventare stressante e controproducente (andando a svuotare un armadio, ma riempirne un altro). Inoltre, se mal conservati, alcuni capi d'abbigliamento possono anche rovinarsi.
Ecco dunque alcuni consigli per organizzare al meglio i vestiti invernali.

26

Capire quali capi invernali possono ancora esserci utili

La prima cosa da fare quando ci si appresta ad effettuare il cambio di guardaroba, è sicuramente una selezione degli abiti che potrebbero ancora tornarci utili.
In questo caso parliamo di come organizzare i vestiti invernali, e di conseguenza il nostro intento è prepararci ad affrontare la primavera senza sviste. Per questo motivo, dobbiamo considerare che freddo, vento, pioggia (e in alcuni casi addirittura neve o grandine!), sono sempre in agguato. Potremmo inoltre decidere di andare in gita in montagna, o fare una vacanza in un luogo più fresco di dove abitiamo, In tutti questi casi, sarà necessario avere a portata di mano giubbotti impermeabili, felpe, pile, stivali, guanti, berretti, sciarpe e così via. È bene, quindi, tenere nell'armadio "primaverile" almeno uno di tali capi (per ogni tipologia di capo ovviamente).
Una volta fatto, passiamo al consiglio successivo.

36

Fare spazio nella stanza per organizzare i vestiti in ordine

Un errore da non fare mai, e poi mai, quando ci si appresta a organizzare i vestiti invernali, è quello di estrarre i vestiti primaverili (dai luoghi in cui li abbiamo stipati), prima del tempo. Cioè, prima di aver scelto, suddiviso, piegato e organizzato quelli invernali. Non negatelo, è un errore comune. Ma come quasi tutti abbiamo sperimentato, ciò che si crea è solo una grande confusione inutile.
Quindi lasciamo gli abiti primaverili dove sono, e dedichiamoci esclusivamente a quelli invernali. Liberiamo dunque letti, scrivanie, sedie, e assi da stiro, per far posto all'intero guardaroba invernale.
Se ci accorgiamo che qualche vestito risulta inutilizzato da molto tempo, possiamo anche approfittarne per metterlo da parte e offrirlo a chi ne ha bisogno, oppure, se non è in buone condizioni, buttarlo.
Per finire, se siete così diligenti da voler seguire anche il consiglio successivo, non dovrete nemmeno stare attenti a non spiegazzarli, anzi potrete ammucchiarli direttamente in base alle loro caratteristiche. Tra poco capirete il motivo.

Continua la lettura
46

Pulire, lavare, disinfettare

Quando si parla di organizzare vestiti in vista del cambio di stagione, il consiglio più utile, anche se spesso sottovalutato, è quello di lavare tutto!
Innanzitutto abbiamo l'occasione, che capita pochissime volte l'anno, di poter spolverare, pulire e disinfettare da capo a piedi l'armadio vuoto. Ed essendo una procedura che svolgiamo raramente, abbinandolo magari alle cosiddette pulizie di primavera, non dobbiamo avere fretta, poiché i nostri sforzi dureranno per un lungo arco di tempo.
Quello che molti sottovalutano, è invece la necessità di lavare anche tutto ciò che era riposto dentro l'armadio. Negli armadi, infatti, prolificano tarme e batteri. E in particolare le prime, possono non mostrare segnali finché le uova delle larve non si sono dischiuse, e questo potrebbe riguardare qualsiasi abito riposto nell'armadio, anche se sembra pulito. Perciò, per non avere brutte sorprese al prossimo cambio di stagione, trovando capi che anche se ben conservati presentano dei buchi, bisogna lavare tutto. Ricordandosi di non usare l'ammorbidente (che oltre ad attirare gli insetti, è inutile dato che non useremo i vestiti per molto tempo), di far asciugare completamente ogni capo d'abbigliamento, armandosi di ferro da stiro per essere ancora più meticolosi. Impedire la formazione di umidità e muffe è essenziale.
Inoltre, nel guardaroba sono presenti capi invernali stagionali (come giubbotti, giacche, scarpe, soprabiti, borse, ecc) che tendiamo a non lavare mai durante il periodo d'uso, e che perciò dobbiamo pulire o portare in lavanderia prima di poterli riutilizzare nella prossima stagione.

56

Riporre i capi d'abbigliamento in contenitori salvaspazio

Una volta lavati i vestiti invernali, e puliti gli accessori, non ci resta che procurarci i contenitori in cui conservarli.
Dopo aver recuperato buste di plastica, scatole e i funzionalissimi organizers, iniziamo ufficialmente a organizzare i nostri vestiti invernali.
Innanzitutto procediamo con lo smistamento, ovvero dividiamo i capi in base alla tipologia, e al materiale di cui sono composti.
Magliette, felpe e pantaloni devono essere piegati, e possono essere riposti sia in scatole (di plastica, o di cartone e stoffa), sia in contenitori a sottovuoto.
Dividere le gonne a quadri dai pantaloni di velluto, così come i maglioni dalle felpe, può aiutarci a ritrovare più agevolmente gli abiti quando ritornerà la stagione invernale. A questo scopo, un metodo utile è l'etichettatura (bastano soltanto nastro adesivo, carta e pennarelli di colori diversi).
Ogni contenitore si presta preferibilmente ad un luogo della casa in cui riporre i vestiti: i container in plastica ben sigillati sono ideali per soffitte, cantine e garage; invece le scatole e i sacchetti in carta o materiali traspiranti, sono adatti ad armadi, sotto-letti o ripostigli.
L'intimo (quindi canotte, body, calze, ecc.), possono essere riposti in organizers, o anche in semplici sacchetti di plastica ben chiusi.
Scarpe, borse, cappelli e accessori vari meritano una scatola per genere, assicurandosi di separare con sacchetti di plastica sigillati ogni singolo capo (anche se contenuto nello stesso scatolone).
Invece per quanto concerne i vestiti che preferiamo non piegare, come alcuni giacconi ad esempio, possiamo decidere di appenderli, foderandoli con plastica leggermente rigida.

66

Conservare i vestiti nel modo migliore

Un'ultima regola, anche se non meno importante, riguarda i requisiti del luogo in cui abbiamo deciso di riporre i vari contenitori. Infatti, indipendentemente dal tipo di scatola, e da ciò che vi abbiamo posto all'nterno, le condizioni da rispettare sono le medesime: l'armadio, la cantina, o il sotto-letto devono essere freschi e asciutti; ma soprattutto non essere esposti nè a fonti di luce e calore, nè all'umidità.
Infine non dimentichiamo i consigli della nonna, che ci invita da sempre a collocare un sacchetto di lavanda in ogni contenitore o armadio in cui si trovano i nostri vestiti, per preservarli da tarme e umidità.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Consigli su come organizzare un armadio piccolo

Se in casa abbiamo poco spazio a disposizione, e di conseguenza siamo costretti a posizionare dei mobili piuttosto piccoli, è importante sapere organizzare questi ultimi per renderli comunque funzionali. Se infatti abbiamo ad esempio un armadio piccolo,...
Economia Domestica

5 consigli per organizzare un aperitivo con tante persone

Da molti anni ormai si usa spesso organizzare più che delle cene, dei pratici aperitivi anche in casa. Quando però si esagera con gli inviti e ci si ritrova troppe persone, è difficile gestire la situazione. Per non entrare in confusione e per organizzare...
Economia Domestica

Come tenere ordinati tanti vestiti in un piccolo armadio

Tra gli uomini e le donne sono sicuramente le donne ad avere l'esigenza di riempire i loro armati con centinaia di indumenti da indossare ogni giorno per svariate occasioni. Quando si ha una piccola casa e si hanno ridotti spazi, di conseguenza si hanno...
Economia Domestica

Come organizzare la cucina: consigli pratici

La cucina è certamente l'ambiente più accogliente e funzionale della casa, dove si svolgono la maggior parte delle attività, che concerne la conservazione, la preparazione, e la cottura degli alimenti. Se abbiamo una cucina di piccole dimensioni oppure...
Economia Domestica

5 consigli per organizzare i lavori di casa

Iniziare un nuovo lavoro è uno degli eventi di vita più stressanti. Per imparare un nuovo pendolarismo per padroneggiare diverse abilità (per non parlare del cercare di capire se il vostro capo trova il vostro senso dell'umorismo rinfrescante o rivoltante),...
Economia Domestica

Consigli per organizzare il frigorifero e sprecare meno

Organizzare in modo corretto il cibo che conserviamo nel frigorifero è sicuramente il modo migliore per avere sempre ingredienti freschi, evitare di sprecare cibo ed energia (meglio prevenire l'aumento delle spese!). In questa guida vedremo i consigli...
Economia Domestica

5 trucchi per smacchiare i vestiti bianchi

Se avete dei vestiti bianchi di cotone o anche di lana ed intendete smacchiarli, non è necessario acquistare dei prodotti chimici specifici bensì potete utilizzare quelli che avete in casa, miscelandoli con alcune sostanze come ad esempio sale, limone,...
Economia Domestica

Come riporre i vestiti in cantina

Molto spesso, soprattutto se la nostra abitazione è di dimensioni ridotte, lo spazio per riuscire a conservare i nostri vestiti è veramente molto ristretto, per questo motivo, generalmente, tendiamo a sfruttare lo spazio presente nella nostra cantina...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.