Consigli per l'acquisto di un condizionatore d'aria

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Dopo un lungo e freddo inverno, finalmente è arrivata l'estate e con essa il caldo, quello afoso, insopportabile che qualche volta ci fa rimpiangere l'inverno. Oggi, per fortuna, abbiamo un sistema molto efficiente per rinfrescare gli ambienti in cui soggiorniamo: i condizionatori d'aria. Ma l'acquisto di un condizionatore non è cosi semplice come sembra. Ecco allora alcuni consigli che potranno essere utili per scegliere in modo corretto il condizionatore giusto per voi.

28

La tecnologia a pompa di calore

Bisogna saper scegliere tra una miriade di marche, tutte dotate di tanti optional. Vediamo la scelta migliore per noi passo dopo passo senza dimenticare il consumo energetico e, non meno importante, l'impatto ambientale che un condizionatore va a creare. Primi tra tutti, distinguiamo le pompe di calore, cioè i condizionatori che possono sia riscaldare che rinfrescare, ossia che assolvono entrambi i compiti. Scegliere un condizionatore che può anche riscaldare conviene quando l'ambiente non è più grande di 50 metri quadri. Non dimentichiamo di guardare il cartellino che ci indica il consumo elettrico dell'apparecchio che è diventato obbligatorio per legge dal 2004.

38

La tecnologia inverter

Adesso vediamo cos'è l'inverter e l'ON-OFF. Gli apparecchi ON-OFF di classe media sono quelli che consumano tantissimo. Il compressore, quando il condizionatore viene acceso, arriva subito alla massima potenza e poi si ferma quando viene raggiunta la temperatura impostata. Invece i condizionatori con l'inverter utilizzano solo la potenza necessaria per raggiungere la temperatura stabilita. Vien da sè, quindi, che c'è un grande risparmio energetico. Dunque il miglior tipo di condizionatore resta quello con la tecnologia inverter, perché quando viene raggiunta la temperatura che noi abbiamo programmato, non si spengono ma fanno sì che questa resti stabile, evitandoci anche bruschi sbalzi di temperatura che tanto danneggerebbero la nostra salute.

Continua la lettura
48

Le classi energetiche

Affidiamoci a grandi marche nella scelta del condizionatore, perché ci danno maggiore tranquillità sull'efficienza dell'apparecchio e maggiori certificazioni, anche se il costo può essere maggiore. Un condizionatore deve avere un'ottima capacità di raffreddamento che viene espressa in BTv/h o mkW. Questi sono i valori da tener presenti nell'acquisto di un condizionatore, perché più essi sono alti più la potenza è maggiore. Teniamo, inoltre, anche presente la scala che ci dà indicazioni precise sulla classe energetica dell'apparecchio: A+++ ottimo, A++ buono, A+ più di medio, A medio, B mediocre, C basso, D molto basso. I condizionatori che sono di classe A+++ o anche A++ o A+ sono quelli che hanno la tecnologia inverter mentre gli altri, quelli con ON-OFF non vanno, di norma, al di sopra della classe B.

58

I gas refrigeranti a norma

Con l'acquisto di un condizionatore a prezzo troppo basso, c'è il rischio che dopo pochi anni possa diventare fuorilegge. A tal proposito, attualmente bisogna controllare che contenga solo fluidi refrigerati con le seguenti sigle: R134, R407C e R410A. Tutti gli altri modelli sono ormai superati (come quelli che utilizzano il gas R22, vietato dal 2004 nelle nuove macchine) perché inquinanti ed eccessivamente dispendiosi in termini energetici (e anche economici!).

68

Il condizionatore fisso e portatile

Nello scegliere un condizionatore, conviene optare per quello fisso rispetto a quello mobile o portatile. Sebbene quest'ultimo non richieda l'intervento di personale specializzato, il suo costo, a parità di prestazioni, può risultare spesso più elevato e produrre un grosso dispendio energetico. Infatti, gli apparecchi mobili hanno un funzionamento che prende aria calda dall'esterno dell'ambiente in cui è posto.

78

Il rumore prodotto

Teniamo poi presente anche il rumore che può produrre un condizionatore. Infatti quelli portatili spesso sono più rumorosi di quelli fissi, visto che il motore dell'apparecchio non viene posto all'esterno ma è integrato con il condizionatore stesso e quindi interno alla stanza. Ne è sconsigliato l'uso, quindi, specialmente in camera da letto dove il rumore prodotto potrebbe persino impedire un regolare riposo.

88

La pulizia dei filtri

Non dimenticate mai, infine, di pulire e sanificare i filtri del condizionatore di tanto in tanto (almeno ad ogni cambio di stagione), per garantire il buon funzionamento del vostro apparecchio e per evitare di respirare polveri e batteri che possono essersi accumulati al loro interno, con grave pericolo per il vostro sistema respiratorio. Per questo motivo, è consigliabile scegliere condizionatori la cui pulizia dei filtri risulti pratica e veloce e i filtri stessi siano lavabili e non necessariamente da sostituire dopo pochi anni. Non ci resta che augurarvi una fresca e tranquilla estate, con l'installazione consapevole del vostro condizionatore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Condizionatore d'aria: come cambiare il filtro

Quando si possiede un condizionatore d'aria è fondamentale svolgere la regolare manutenzione. Una volta l'anno vanno smontati e puliti i filtri con acqua e prodotti antibatterici. Invece, dopo qualche anno se l'apparecchio è ancora in buono stato è...
Economia Domestica

Come programmare il condizionatore d'aria portatile

Molto spesso, specialmente durante la stagione estiva, si va incontro a giornate particolarmente afose. Per contrastare il caldo si ricorre molte volte ad apparecchi elettronici, come ad esempio condizionatori portatili. Se si opta per questa opzione...
Economia Domestica

Consigli per la manutenzione del condizionatore auto

L'automobile rappresenta il mezzo di trasporto estremamente utilizzato in tutto il territorio della Penisola Italiana e, infatti, ogni 1.000 residenti italiani, ci sono mediamente all'incirca 770 macchine in circolazione.Naturalmente, ciascuna vettura...
Economia Domestica

Aria condizionata: 10 consigli utili per risparmiare soldi

Alcuni la amano, altri la odiano e per moltissime persone è quasi indispensabile: stiamo naturalmente parlando dell'aria condizionata che, soprattutto nelle zone più calde e afose della penisola, è diventata ormai un "accessorio" necessario in ogni...
Economia Domestica

Come risparmiare energia elettrica con l'aria condizionata

Ormai è assodato che, tutti hanno in casa almeno un sistema di aria condizionata. Si stima infatti che un italiano su due ne abbia almeno uno. Nonostante il grande numero di utilizzatori, non tutti sono a conoscenza del corretto utilizzo di quest'ultimo,...
Economia Domestica

Consigli per l'accensione dell'aria condizionata prima dell'estate

Nel periodo di fine primavera è importante tra le varie manutenzioni di casa, preparare il condizionatore dell'aria affinché sia pronto per funzionare correttamente con l'arrivo dell'imminente caldo. Per ottimizzare il risultato, è dunque necessario...
Economia Domestica

5 consigli per l'acquisto di un materasso

L’acquisto di un materasso implica particolari attenzioni e premure. Dovete fare attenzione al prezzo e non farvi convincere da offerte eccessivamente convenienti. Dovete optare per un prodotto di qualità, che duri nel tempo e risulti comodo ed agevole....
Economia Domestica

Come sanificare il condizionatore

Con l'avvicinarsi dell'estate uno dei problemi maggiori è fronteggiare il caldo torrido. C'è chi ricorre alla "fuga" verso il mare per trovare refrigerio. C'è chi si accontenta di un comune ventilatore, per smuovere l'aria e dare la sensazione di fresco....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.