Consigli per anticare il rame

Tramite: O2O 09/07/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se avete degli oggetti di rame che per la loro lucentezza non si adattano al design impostato nella vostra casa, potete anticarli senza alterarli definitivamente. Infatti, in qualsiasi momento vi basterà applicare una pasta lucidante e poi strofinare con un panno. Premesso ciò, nei passi successivi della presente guida troverete alcuni utili consigli su come anticare il rame.

26

Occorrente

  • Aceto
  • Sale
  • Acido citrico
  • Bicarbonato di sodio
  • Ammoniaca
36

Applicare sale e aceto sul rame

Anticare il rame significa fondamentalmente ossidarlo, e per fare ciò in modo artificiale e più velocemente si possono adottare alcuni funzionali metodi. In questa guida ne indichiamo due molto semplici che richiedono prodotti di facile reperibilità in casa. Premesso ciò, una prima procedura consiste nel miscelare sale ed aceto e poi applicarlo con un pennello sull'oggetto in rame da anticare. Fatto ciò quest'ultimo va inserito in un sacchetto di plastica leggermente umido. Tale condizione accelera il processo di ossidazione, e alla fine vi regala il rame perfettamente anticato.

46

Usare limone e bicarbonato di sodio

Un alternativa al primo metodo descritto nel passo precedente per anticare il rame ed in particolare oggetti non lisci e quindi con dei bassorilievi, consiste nell'usare del succo di limone e del bicarbonato di sodio. In questo caso parliamo di due prodotti in cui il primo (acido citrico) se lasciato agire senza asciugarlo riesce ad ossidare la superficie dell'oggetto rapidamente, mentre il secondo si rivela adatto per smerigliare le suddette parti in bassorilievo, e quindi ad ossidarle in modo da rendere il processo uniforme con quelle lisce. Il bicarbonato di sodio infatti con i suoi granuli svolge una leggera ed efficace azione abrasiva, e di conseguenza usare una miscela con questi due prodotti è ideale per anticare il rame in modo perfetto e veloce.

Continua la lettura
56

Optare per dell'ammoniaca

Un altro prodotto di facile reperibilità in casa e che si rivela adatto per anticare il rame è sicuramente l'ammoniaca. Tale sostanza infatti ha un enorme potere disossidante se applicata su una superficie in metallo (rame compreso), e poi accuratamente risciacquata ed asciugata. Nel vostro caso per sortire l'effetto contrario e quindi per ossidare il rame e renderlo di conseguenza anticato, dopo un accurato lavaggio va solo pulito grossolanamente con un panno e poi lasciato all'aria aperta. In breve tempo (quattro ore circa) il colore roseo del rame lucido diventerà di una tonalità mista nero e verde, tipica proprio dell'oggetto in rame anticato che si trova nei negozi di antiquariato.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Consigli per anticare l'ottone

Se per arredare la vostra casa avete optato per dell’ottone ma vi piacerebbe renderlo con una patina anticata, potete ottimizzare il risultato seguendo alcuni suggerimenti che troverete nei passi successivi di questa lista. Il lavoro consiste nell’usare...
Economia Domestica

Consigli per anticare il bronzo

Se in casa avete degli oggetti in bronzo ed intendete creare sulla loro superficie una patina tale da renderli più antichi, potete usare svariati materiali ed adottare alcuni metodi altamente professionali. Per anticare il bronzo si utilizzano dei colori...
Economia Domestica

Consigli per anticare l'argento

L'antichizzazione dell'argento non è altro che un processo che spesso si provoca appositamente per accelerare l'ossidazione naturale di questo metallo. Ciò che avverrebbe nel corso di molti anni, può essere dunque realizzato in pochissimo tempo, utilizzando...
Economia Domestica

Come scegliere le padelle in rame

Se per la vostra cucina intendete optare per un set di padelle in rame che magari si adattano perfettamente ad un arredamento rustico dell'ambiente, prima di sceglierle è importante conoscerne alcune caratteristiche e nel contempo valutare l'uso a cui...
Economia Domestica

Consigli per la manutenzione di un pavimento multistrato

I consigli che andrò ad elencarvi in questa lista saranno preziosi per voi che avete un pavimento. In particolare, in questa lista i consigli per la manutenzione saranno mirati a quei pavimenti multistrato. Di consigli per la manutenzione ne esistono...
Economia Domestica

10 consigli per usare correttamente la lavastoviglie

Con la crisi economica che ci travolge, tutti e due i partner necessitano di portare a casa i soldi necessari per mantenere le spese. Per questo motivo, anche le azioni quotidiane vengono agevolate dall'utilizzo degli elettrodomestici, come ad esempio...
Economia Domestica

Consigli per illuminare una mansarda

Se abbiamo appena terminato di rimodernare una mansarda ed intendiamo arredarla in modo funzionale, non ci resta che provvedere anche ad un'illuminazione appropriata allo stile e nel contempo renderla confortevole. In riferimento a ciò, ecco una lista...
Economia Domestica

Consigli per regolare il pressostato della lavatrice

La vostra lavatrice non produce un bucato soddisfacente? I vostri panni appena lavati sono troppo impregnati di sapone? Oppure non sono ben lavati? Non v'è dubbio che, in questi casi, il problema potrebbe essere un pressostato regolato in maniera non...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.