Consigli nella posa della resina per pavimenti

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La resina, reperibile in numerose varianti di colorazioni ed effetti estetici, consente di rinnovare qualsiasi tipo di superficie interna ed esterna, incluse le pareti. Risulta molto resistente e durevole nel tempo e, pur non essendo del tutto scevra da alcuni difetti che possono verificarsi nel corso degli anni, è sempre rinnovabile (in quanto gli strati di resina sono sovrapponibili) e di facile manutenzione e pulizia. Uno strato di resina, infatti, essendo liscio ed uniforme, riempie ed appiana tutte le giunte e le fughe dei pavimenti su cui viene posta. Per questi motivi è ad oggi diventata uno dei materiali più impiegati in edilizia. Di seguito vediamo alcuni consigli riguardo la posa.

26

Assicurarsi della salute del fondo

Perché la resina non presenti crepature, irregolarità o non venga danneggiata con il tempo da un'eccessiva umidità del fondo su cui viene applicata, è necessario tener conto di due fattori molto importanti: la stagionatura e l'umidità del fondo stesso. In caso il pavimento fosse stato realizzato da poco, è bene attendere il tempo necessario perché sia completamente asciutto e stabilizzato. Posare uno strato di resina su una superficie umida si traduce in una barriera che con il tempo farà risalire l'umidità stessa, danneggiando gravemente la resina. Se si decide di applicare resina impermeabile al vapore, l'umidità residua del pavimento deve essere inferiore al 4%. Se invece si applica resina permeabile, il tasso di umidità deve stare fra il 6-7%.

36

Valutare lo stato di superfici già trattate

Nel caso in cui il pavimento da ricoprire fosse già stato precedentemente trattato con la resina, occorre verificarne le condizioni per capire in quale modo è meglio procedere con il nuovo trattamento. Se la vecchia superficie fosse integra e priva di difetti evidenti basterà pulirla accuratamente, prima di procedere con la stesura del nuovo strato di resina. Qualora presentasse dei difetti, invece, è conveniente rimuoverla per mezzo della pallinatura o della carteggiatura. La prima è utile per rimuovere i difetti superficiali del fondo, mentre la seconda consente di eliminare i vecchi strati rendendo il supporto più poroso ed idoneo ad essere trattato di nuovo.

Continua la lettura
46

Scegliere la resina più adatta all'ambiente

Esistono numerose varianti di resine sul mercato, non solo per quanto riguarda l'estetica ma anche per la funzione a cui ognuna di esse è destinata. Occorre quindi affidarsi a personale specializzato per scegliere quella più adatta alla superficie che si desidera trattare. Vi sono anche differenti modalità per procedere con la posa. Per le più semplici e manuali occorre solamente un pennello o un rullo con il quale stendere un sottile strato di resina sul fondo, il cui spessore può variare dagli 80 ai 250 micron. Per i trattamenti più complessi, invece, sono necessari strumenti altamente specifici che consentono di stendere strati molto più spessi, per i quali è necessario affidarsi ad operai specializzati.

56

Stratificare l'impasto

Solitamente la resina viene applicata, indipendentemente dalla superficie, in tre sottili strati: il primer, la resina poliuretanica ed il film di verniciatura. Il primer (detto anche "resina epossidica") ha la funzione di creare uno strato uniforme e privo di irregolarità estetiche, oltre che di rendere il fondo più poroso e quindi adatto ad accogliere lo strato successivo. La resina poliuretanica conferisce invece un aspetto lucido, determinando la tonalità e l'effetto del lavoro finale nonché offrendo un'efficace protezione contro i graffi e le abrasioni. L'ultimo film di verniciatura ha unicamente un effetto estetico (caso in cui è colorato) oppure protettivo (caso in cui è trasparente).

66

Posare i prodotti in ugual modo

Quando una superficie da rivestire è molto ampia e richiede di essere trattata a più riprese o attraverso il lavoro di più di una persona, è consigliabile miscelare i prodotti (seguendo le linee guida indicate sulle confezioni) facendo molta attenzione a non variare le dosi, altrimenti il risultato finale può presentare antiestetiche variabili. Nel caso in cui occorra la manodopera di due posatori, è bene che entrambi stendano il prodotto in maniera identica, creando il punto d'incontro nel mezzo della stanza dal quale poi ripartire verso i lati esterni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Consigli utili per la posa del parquet

Il parquet è un tipo di pavimentazione in legno molto utilizzata in Italia. Il tradizionale pavimento in parquet è in legno massiccio monostrato, in un solo tipo di legno, e può essere spesso dai 10 ai 22 mm. Questo tipo di pavimento ha bisogno di...
Ristrutturazione

Come fare manutenzione di un pavimento in resina

La resina è un materiale che negli ultimi anni è stato usato per rivestire i pavimenti, poiché è pratico, ha uno spessore ridotto ed è anche atossico. Importante è usare dei prodotti giusti per la pulizia, quindi non aggressivi ed abrasivi. In riferimento...
Ristrutturazione

Come realizzare un pavimento in resina

Nel caso in cui per la vostra abitazione avete l'intenzione di utilizzare un pavimento differente dal solito, e che sia esteticamente valido e nel contempo definitivo, una buona soluzione è quella di optare per quello in resina. La tipologia di posa...
Ristrutturazione

Come fare un rivestimento in resina per bagno

Un rivestimento in resina è la scelta più appropriata per rinnovare pavimenti e pareti. La resina da rivestimento è infatti un materiale duttile, impermeabile e resistente a tutte le usure. Inoltre è inodore, atossico e privo di qualsiasi emissione...
Ristrutturazione

Come rimuovere la resina epossidica

Le resine sono sostanze molto utilizzate in diversi campi d'applicazione, e svolgono un ruolo piuttosto importante nella riparazione di diversi oggetti, o anche nella costruzione, in base alle esigenze del caso.Sempre più spesso, sia nel campo dell'edilizia...
Ristrutturazione

Come ristrutturare casa con la resina

La ristrutturazione della propria casa può essere eseguita in svariati modi ed attraverso l'utilizzo di molteplici materiali. Tuttavia, ne esiste uno davvero eccellente che può assolvere in maniera egregia questo compito. Stiamo parlando della resina....
Ristrutturazione

Come realizzare un rivestimento in resina

La resina è una sostanza organica solida o semi-solida di composizione assai varia, caratterizzata di solito da una tipica lucentezza e trasparenza. La resina viene spesso utilizzata come isolante, in farmacia, per apprettare i tessuti, per realizzare...
Ristrutturazione

Come applicare la resina sulle piastrelle

Un rivestimento in resina consiste in una soluzione ideale per chi desidera rinnovare una vecchia superficie, sia per migliorarne lo stato di conservazione, sia per rimodernarne l'aspetto: tutto questo senza dover effettuare costosi interventi di rimozione....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.