Come verniciare un calorifero di ghisa

Tramite: O2O 20/05/2016
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Con il passare degli anni occorre riverniciare anche il calorifero, così come le pareti, per tornare a nuova vita: la cosa è molto più semplice di quanto possa sembrare! Molto spesso il materiale è la ghisa, quello più diffuso. Potreste approfittarne per cambiare addirittura colore e dare un tocco nuovo all'aspetto della casa! È possibile scegliere di colorare le pareti dello stesso colore dei radiatori, per mimetizzarli nell'ambiente, oppure puntare su una nuance decisamente diversa per creare un effetto contrasto. Per i più anticonformisti è possibile, inoltre, colorare ogni riga verticale del termosifone con una tinta diversa, segnalando che i costi lievitano, dovendo acquistare molti barattoli di colore. Vediamo quindi insieme come procedere per verniciare un calorifero di ghisa.

27

Occorrente

  • nastro protettivo e fogli di giornale
  • antiruggine e vernice per caloriferi all'acqua
  • carta vetrata
  • pennello
37

Per un lavoro a regola d'arte smontate il calorifero, per poterlo dipingere comodamente in ogni sua parte. Prima di tutto proteggete il muro con i fogli di giornale e il nastro protettivo, facendo la stessa cosa per il pavimento, per evitare schizzi e macchie che sarà difficile rimuovere integralmente. Il periodo ideale per questi lavori straordinari è l'estate, quando il riscaldamento non è in funzione; se avete però l'urgenza di farlo ora, in inverno, è indispensabile staccare l'alimentazione e svuotare l'impianto dell'acqua contenuta internamente. Prima di operare, valutate se il calorifero ha le superfici irregolari o rovinate oppure arrugginite. Se essi sono irregolari prendete della robusta carta vetrata e date una bella carteggiata: in questo modo la vernice nelle asperità del termosifone riuscirà ad aderire meglio e a fissarsi ottimamente.

47

Rimuovete a questo punto le eventuali eccedenze di vernice vecchia. Se il radiatore fosse arrugginito riportate la ghisa allo stato originario usando una spazzola e dai una mano di smalto antiruggine. In tutti i casi pulite bene il termosifone con acqua calda e ammoniaca, oppure con acqua e aria compressa. Vanno bene anche quegli elettrodomestici che con il vapore entrano negli interstizi del termosifone e "sciolgono" lo sporco e il grasso presente. A questo punto verificate che il calorifero non presenti ulteriori parti arrugginite; se così dovesse essere, asportatele utilizzando della carta vetrata o una spazzola d'acciaio. Ultimato questo importantissimo passaggio è necessario pulire accuratamente il calorifero in ogni punto asportando ogni traccia di sporco.

Continua la lettura
57

È arrivato il momento di passare l'antiruggine, meglio se due mani avendo cura di far asciugare bene la prima per poi stendere la seconda. A questo punto, dopo ventiquattro ore potete procedere alla verniciatura vera e propria stendendo in modo uniforme la vernice evitando che si formino gocce. Per stendere il colore potete certamente impiegare un pennello grande e piatto, oppure procedere con la modalità a spruzzo con pistole ad aria compressa o apposite bombolette spray. Se desiderate finire in modo più uniforme il lavoro, dopo altre ventiquattro ore potete tranquillamente carteggiare molto finemente, pulire ed applicare una seconda mano di vernice, ultimando cosi' il tuo lavoro.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima di operare, valutate se il calorifero ha le superfici irregolari o rovinate oppure arrugginite.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come Verniciare con le bombolette spray

Se dovete verniciare su legno, plastica o metallo la soluzione più semplice e veloce risulta essere esattamente quella di utilizzare la vernice spray. Ovviamente, la scelta più veloce ed efficiente per ottenere un lavoro pulito e perfetto, risulta essere...
Ristrutturazione

Come verniciare il cemento

Come vedremo nel corso di questo tutorial, le superfici in cemento (sia interne che esterne), possono essere facilmente ravvivate usando un po' di vernice colorata, con un po' di impegno e con un minimo di dimestichezza manuale. Se pertanto siete interessati...
Ristrutturazione

Come verniciare una casa in legno

Le case in legno sono molto diffuse nelle zone di montagna e sono soggette durante tutto l’anno a continue intemperie; questo provoca con il passare del tempo danni alla superficie del legno. Per evitare ciò, bisogna intervenire con un’apposita manutenzione...
Ristrutturazione

Come Verniciare Pavimenti Di Cemento

I pavimenti di cemento vengono in genere impiegati per coprire il suolo di ambienti esterni come ad esempio garage, cantine oppure seminterrati. Tra i vari vantaggi di questa tipologia di rivestimento è che non necessitano di una pulizia giornaliera,...
Ristrutturazione

Come verniciare un pavimento in cotto

Col passare del tempo un pavimento in cotto tende ad opacizzarsi e a mostrare i segni dell'età. Occorre quindi effettuare delle piccole opere di restauro. Un metodo per rinnovare un pavimento in cotto è la verniciatura. Verniciare un pavimento in cotto...
Ristrutturazione

Come verniciare una serranda zincata

La serranda generalmente è una chiusura avvolgibile utilizzata nei negozi, per la chiusura delle vetrine, nei garage e nelle abitazioni civili per la chiusura delle finestre, in quest'ultimo caso prende il nome di tapparella o avvolgibile. La serranda...
Ristrutturazione

Come verniciare le finestre e adattare la verniciatura copale

La verniciatura copale è una tecnica di pittura usata in particolare dai pittori decorativi ma anche in campo edilizio per rendere lucide le finiture. La vernice copale infatti è fatta con una resina sintetica che unita al colore ad olio favorisce...
Ristrutturazione

Come verniciare le piastre di porfido

Tra i materiali maggiormente utilizzati per la pavimentazione delle superfici esterne, troviamo le piastre di porfido: una tipologia di pietra ricavata dalla roccia e usata sin dai tempi più antichi per lastricare cortili e viali; viene ancora oggi utilizzata...