Come verificare il Ph ed effettuare la clorazione nelle piscine fuori terra

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Con l'arrivo dell'estate inizia il caldo e si comincia ad andare a mare. Per chi è stanco di sporcarsi con la sabbia e l'acqua salata decide talvolta di recarsi in piscina. Invece, per tutti coloro i quali hanno la fortuna di possederne una, dunque, è arrivato il momento di montarla. Se siete alle prime armi e si tratta di un nuovo acquisto sarete incerti su alcuni aspetti importanti, ad esempio come comportarvi, quali prodotti utilizzare, etc. Se siete in interessati a questo argomento e vi trovate in questa situazione, nella guida che segue troverete risposta ai principali quesiti e, in particolare, verrà spiegato come verificare il ph ed effettuare la clorazione nelle piscine fuori terra. Vediamo quindi insieme come procedere.

26

Occorrente

  • Kit analisi cloro e Ph
  • Dicloro (rapido)
  • Tricloro (a lenta cessione)
  • Riduttore di Ph
  • Distributore galleggiante
36

L'impiego di cloro nelle giuste quantità è di fondamentale importanza per preservare la salute di tutti coloro i quali utilizzano la piscina. Riempite dunque la piscina e fate l'analisi del Ph i cui valori, per consentirne la balneazione, devono aggirarsi tra 7,2 e 7,6. Se a seguito delle analisi riscontrerete un valore del Ph maggiore di 7,6 sarà necessario trattare l'acqua con un abbassatore di Ph, che potrete distribuire direttamente spargendolo a pelo d'acqua. Ricordate che per abbassare di 0,1 unità il valore del Ph sono necessari 15 grammi di prodotto per metro cubo di acqua.

46

Fondamentale è mantenere la filtrazione attiva. Dopo ventiquattro ore dovrete ricontrollare i valori dell'acqua e verificare se vi sono state oscillazioni importanti; qualora fossero ancora elevati ripetete l'operazione ancora una volta. Insieme alla procedura per la rilevazione del Ph potrete effettuare congiuntamente anche la prima clorazione d'urto che si attua con il dicloro granulare nella dose di 15 g a metro cubo (precedentemente sciolto in un secchio) che dovrete versare in piscina. Attendete a questo punto un giorno affinché il livello di cloro libero non scenda mai al di sotto dei 2mg/litro.

Continua la lettura
56

Una volta trascorse 24 ore e stabiliti definitivamente tutti i valori, potrete finalmente concedervi il primo bagno. Non credete, però, di aver finito poiché dovrete prevedere l'utilizzo del tricoloro in pastiglioni da 200g che risulta fondamentale per mantenere il livello di cloro tra 1,0 e 1,5 mg/litro. Un pastiglione da 200g, collocato all'interno del galleggiante, è sufficiente a coprire 15 metri cubi di acqua. Da ultimo controllate spesso i valori dell'acqua poiché è essenziale che rimangano nella norma e stabili nel tempo per il benessere di tutti coloro i quali transiteranno in piscina.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Effettuate controlli periodici dell'acqua per tutelare la salute di chi frequenta la piscina!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come liberarci delle uova crude cadute a terra

Quando si lavora in cucina si può incorrere in qualche piccolo inconveniente che può rallentare le nostre operazioni ai fornelli. Possono infatti porsi tra noi e il completamento di una ricetta diverse insidie e diversi ostacoli di varia natura. Quando...
Pulizia della Casa

Come verificare la presenza di roditori in casa

Quando arriva la stagione autunnale scoiattoli, topi e ratti sono in cerca di una tana per potersi riparare dalle intemperie e dal freddo. Generalmente le abitazioni con giardino sono più esposte a trasformarsi in rifugi per roditori. Anche negli appartamenti...
Pulizia della Casa

Come effettuare la normale pulizia di un acquario d'acqua dolce

La pulizia di un acquario di acqua dolce è un'operazione importantissima per il benessere e la buona salute dei pesci che vivono al suo interno. L'accumulo di prodotti di rifiuto (residui di cibo e prodotti di metabolismo della fauna acquatica) infatti,...
Pulizia della Casa

Come Effettuare Candeggio E Sbiancatura

Molte volte si presenta la necessità di effettuare un candeggio preceduto da una sbiancatura, ma non sai da dove cominciare. L'azione preliminare è sempre il controllo dell'etichetta, qualora presente, per individuare eventuali composizioni inadatte...
Pulizia della Casa

Come Effettuare La Pulizia E La Manutenzione Di Un Tapis Roulant

Chi possiede un tapis roulant in casa, sa bene che si tratta di un attrezzo davvero utilissimo, ma che necessita periodicamente di una certa manutenzione e pulizia, in modo da mantenerne le qualità il più a lungo possibile. All'interno di questa guida,...
Pulizia della Casa

Come effettuare il cambio di stagione

All'interno di questa guida parleremo di vestiti. Lo faremo, nello specifico, in una modalità differente da quella classica, perché ci occuperemo di come effettuare il cambio di stagione. La guida sarà divisa in quattro parti: questo passo introduttivo,...
Pulizia della Casa

Come mantenere pulita l'acqua della piscina

La regola principale quando si ha una piscina in casa, è quella di tenere l'acqua al suo interno, sempre limpida e pulita. L'acqua, è ogni giorno minacciata da microrganismi, spore, batteri, polvere, fuliggine, dannosi per la salute dei bagnanti, ma...
Pulizia della Casa

Come pulire l'acqua torbida in una piscina

È forse un sogno di tutti e un privilegio di pochi. Ma avere la piscina in casa è un lusso a cui diremmo di sì senza pensarci. A oggi esistono molti modelli di piscina, alcuni dei quali sono semplici da installare. Tuttavia è una comodità che prevede...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.