Come utilizzare un bollitore elettrico

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il bollitore elettrico è un contenitore generalmente in plastica o in acciaio, con all'interno una resistenza che riscalda l'acqua portandola ad ebollizione. È costituito da una brocca con coperchio incernierato che si appoggia su una base che gli dà l'alimentazione elettrica. Il bollitore può essere molto utile per chi ama bere spesso tisane o tè, perché l?acqua arriva al punto di ebollizione in modo molto più rapido rispetto a quando si mette sul fuoco in una pentola. Esistono in commercio moltissimi tipi di bollitori elettrici, che normalmente si distinguono tra quelli per uso domestico e quelli di dimensioni ridotte da viaggio. Nella seguente guida, vedremo come utilizzare questo elettrodomestico.

26

Iniziare a bollire solo l'acqua

Se non avete mai adoperato il bollitore ed è ancora nuovo, eliminate tutta la carta presente per l'imballaggio, quindi lavatelo (senza sapone) sotto il flusso dell'acqua stando bene attenti ad evitare di bagnare l'attacco della presa in cui viene applicato il cavo della corrente. Prima di bollire una bevanda, iniziate con un paio di lavaggi inserendo solo l'acqua; riempite quindi l'interno a massima capienza ed applicate poi il cavo, inserendolo nella presa elettrica ed accendete il pulsante. Basterà semplicemente attendere il tempo necessario per portare l'acqua alla temperatura di ebollizione, e poi inserire l'infuso che intendete preparare, oppure versare la stessa acqua in una tazza opportunamente predisposta con una bustina di tè liofilizzato oppure in una teiera d'argento o di Sheffield se ci sono ospiti di riguardo.

36

Inserire nel bollitore il latte o il caffè

Nella maggior parte dei modelli, il pulsante dello spegnimento si attiva autonomamente non appena viene raggiunta la temperatura massima. Se dovete acquistare un bollitore, accertatevi che ne sia provvisto. È possibile adoperare il bollitore elettrico anche per riscaldare più velocemente l'acqua per la pasta; infatti, non appena avrà raggiunto la temperatura, versatela nella pentola e proseguite in essa la cottura del cibo. Se adoperate il bollitore ogni giorno specie dopo aver inserito latte o caffè, è necessario un lavaggio accurato almeno ogni due mesi. Per fare questo, sarà sufficiente versare una certa quantità di aceto bianco per coprire interamente la resistenza presente alla base. In questo modo il calcare che inevitabilmente si forma, verrà sciolto ed eliminato completamente.

Continua la lettura
46

Usare l'acqua per il tè

A questo punto potete usare l'acqua per la preparazione di un buon tè, per la camomilla o per qualsiasi altra bevanda calda, semplicemente versandola dentro la teiera o nella tazza in cui avrete inserito la bustina desiderata. A margine il consiglio è di evitare di lasciare dell'acqua per troppo tempo essendo la parte interna del bollitore in plastica, e che seppur di tipo omologato a lungo andare potrebbe farne diventare amarognolo il gusto. In riferimento a ciò, se effettivamente prima di utilizzare il bollitore sentite qualche cattivo odore, il consiglio è di eseguire la medesima operazione della prima volta e cioè far bollire almeno un paio di volte dell'acqua. Per massimizzare il risultato, in questo caso versate anche del bicarbonato di sodio che com'è noto è un eccellente mangiaodori naturale oltre che un ottimo igienizzante ideale peraltro proprio per superfici plastificate.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come fare l'autolettura del contatore elettrico

L'autolettura del contatore elettrico consiste nel rilevare le cifre indicanti il consumo effettuato, per comunicarle all'ente che eroga il servizio. È sempre consigliabile comunicare l'autolettura in modo regolare, così da essere sicuri di pagare esattamente...
Economia Domestica

Come risparmiare soldi con il riscaldamento elettrico

Il riscaldamento è certamente uno dei bisogni di cui necessitiamo durante l'inverno, ma spesso le bollette che giungono a casa sono salate e proibitive, per questo bisogna trovare un modo per risparmiare sul riscaldamento. In questa guida illustrerò...
Economia Domestica

Come scegliere lo scaldabagno elettrico

Per la scelta del sistema per riscaldare l'acqua, senza dubbio, si consiglia, il più delle volte, di munirsi di un impianto con caldaia a metano, sia perché i consumi sono ridotti, sia perché abbiamo a disposizione acqua calda senza limiti per soddisfare...
Economia Domestica

Come misurare una dispersione di corrente

Negli impianti elettrici domestici i conduttori di corrente che portano la rete-luce alle varie prese, interruttori e punti-luce della casa sono essenzialmente 2. Uno di questi è chiamato "fase" e l'altro "neutro". La tensione ai capi di questi 2 conduttori...
Economia Domestica

Come accendere correttamente il barbecue

Il barbecue è un accessorio molto utile e divertente per la nostra casa. Soprattutto se possediamo un grande giardino, potremo utilizzarlo durante le cene estive con i nostri amici. Oppure la domenica potremo preparare una splendida brace con della...
Economia Domestica

Come installare un timer per boiler

Per chi possiede un boiler elettrico sa bene quanto viene a costare l'acqua calda in un mese, a dispetto dei vari accorgimenti, quali regolare il termostato a 60 gradi in inverno e 40 gradi in estate, ciò nonostante i costi sulla bolletta sono quasi...
Economia Domestica

Come risparmiare con lo scaldabagno a gas

Lo scaldabagno è un elettrodomestico utilizzato per la produzione di acqua calda, può essere alimentato ad energia elettrica o a gas. Vediamo insieme le caratteristiche dello scaldabagno a gas. Senza dubbio questa tipologia è in assoluto la migliore...
Economia Domestica

Come fare in casa un detergente al limone

I detersivi per bucato commerciali sono pieni di sostanze chimiche nocive e hanno spesso costi elevati. Alcuni ricercatori hanno testato i detersivi per lavatrice più venduti e hanno scoperto che ognuno di essi conteneva almeno una sostanza chimica...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.