Come utilizzare l'argilla per i cattivi odori

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

L'argilla non serve solo a creare delle sculture come tutti pensano, ma può servire anche ad eliminare i cattivi odori all'interno degli ambienti domestici. È possibile reperire l'argilla in più forme, ad esempio in crema o in polvere; il colore di questo materiale dipende dalla tipologia di materiali che lo compongono, in quanto l'argilla è composta principalmente da alluminio e silicati. Se volete sapere nel dettaglio come utilizzare l'argilla per i cattivi odori, non vi resta che continuare a leggere la guida che segue.

26

Occorrente

  • argilla
  • vasetti di vetro
36

Innanzitutto procuratevi l'argilla, preferibilmente in polvere. Acquistatela nei negozi di erboristeria o potete in alternativa usare quella per il fondotinta, andrà benissimo lo stesso. Una volta comprata applicatela in diversi punti della casa. Ad esempio a volte capita che dagli scarichi della cucina o del bagno risalgano degli odori sgradevoli, potete in questo caso provare ad eliminarli versando nello scarico uno o due cucchiai di argilla in polvere. Un altro possibile impiego è come deodorante per gli strofinacci e spugne da cucina: in un contenitore lasciateli in ammollo con un cucchiaino di argilla disciolta nell'acqua. Dopo potete lavarli in lavatrice senza problemi.

46

Se mettete un po' di polvere di argilla sul fondo del portacenere, questa assorbirà gli odori emanati dai mozziconi di sigaretta. Non lasciate a lungo la cenere ma svuotate il contenitore dopo averlo usato. L'argilla possiede anche delle qualità antitossiche che potete certamente sfruttare per lavare frutta e verdura. In un contenitore capiente mettete i vegetali in ammollo con una soluzione di acqua e un cucchiaio di argilla; questa operazione si può adoperare anche nel vostro lavandino: per fare ciò basterà tappare il buco per lo scolo e riempirlo con quel tanto che basta di acqua. Dopo aver aspettato per una ventina di minuti risciacquate abbondantemente il tutto.

Continua la lettura
56

Se riutilizzate i vasetti di vetro prima di adoperarli con altri alimenti, versate un cucchiaio di argilla e lasciatela agire qualche giorno tenendoli chiusi. La stessa argilla può essere riutilizzata anche altre volte per lo stesso scopo. Potete utilizzarla infine per assorbire i cattivi odori che si possono formare nel frigo; mettete in una ciotola qualche cucchiaio di argilla e lasciatela per circa una settimana in frigorifero. Noterete subito la differenza, l'argilla è molto utile per questo scopo in quanto grazie alla sua composizione riesce ad intrappolare le particelle degli odori. Buon lavoro!

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come eliminare i cattivi odori dal frigorifero

Ogni giorno nel frigorifero delle nostre case transitano moltissimi cibi di diversa natura, che pur essendo di nostro gradimento, lasciano cattivi odori. Molti alimenti di ogni genere si conservano alla perfezione nel frigorifero e sarebbe un vero peccato...
Pulizia della Casa

Come eliminare odori cattivi da tappeto

Se in casa abbiamo dei tappeti che si sono sporcati ed emanano anche dei cattivi odori, possiamo intervenire utilizzando tecniche e prodotti adeguati; infatti, spesso capita che alcuni sono particolarmente intensi e difficili da eliminare, come ad esempio...
Pulizia della Casa

Come eliminare i cattivi odori di casa in modo naturale

All'interno della presente guida, andremo a occuparci della casa e, per essere più specifici, come avrete facilmente compreso tramite la lettura del titolo stesso che va ad accompagnare la guida, ora andremo a spiegarvi in modo molto semplice Come eliminare...
Pulizia della Casa

Come assorbire i cattivi odori

Qualsiasi casa oltre ad essere pulita deve profumare di fresco. Ogni volta dobbiamo fare i conti con i cattivi odori che si insidiano un po' dappertutto, sia nelle stanze che all'interno di mobili ed oggetti vari. In commercio esistono tantissimi prodotti...
Pulizia della Casa

Come eliminare cattivi odori dal lavandino

Molto spesso capita che dal lavandino provengono dei cattivi odori fastidiosi e nauseanti a causa di residui di sporcizia o di scarti di cibo che si addensano nel sifone. In commercio esistono molti prodotti specifici ma si tratta nella maggior parte...
Pulizia della Casa

Come combattere i cattivi odori

Il problema del cattivo odore non è causato solo da errate abitudini d'igiene, personale e della casa, anche se queste sono le due cose che vanno maggiormente curate. Far arieggiare tutte le stanze, spolverare, spazzare quotidianamente e lavare i pavimenti...
Pulizia della Casa

Come eliminare i cattivi odori dai tappeti

Più o meno tutti possiedono in casa qualche tappeto. Il tappeto è un complemento d'arredo molto importante, arricchisce e completa ogni stanza. Naturalmente come ogni tipo di arredo e complemento d'arredo ha bisogno di cure per mantenersi più a lungo...
Pulizia della Casa

Rimedi casalinghi per i cattivi odori in bagno

La casa può essere spesso invasa dai cattivi odori: prima o poi capita a tutti di entrare, per esempio, in bagno, e doversi tappare il naso per via di odori poco piacevoli, nonostante magari la pulizia sia fatta con regolarità e accuratezza. Sono molteplici...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.