Come utilizzare il lime in cucina

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il lime è un agrume di colore verde il cui succo e la buccia si possono aggiungere ai piatti per dare un sapore rinfrescante ed allo stesso tempo leggermente aspro. È il più piccolo della famiglia degli agrumi; il suo sapore è più forte ed aspro del limone e può essere utilizzato in moltissime ricette. Per la sua forte acidità il lime viene consumato di rado a crudo. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette indicazioni su come si può utilizzare questo agrume in cucina.

25

Il lime si può utilizzare come il limone, ma per il suo sapore forte generalmente basta solo una piccola quantità. Questo agrume si usa molto spesso nelle salse oppure per accompagnare piatti a base di pesce e pollame. Il succo e la scorza del lime sono in grado di esaltare il sapore di frutta, verdura ed insalate, senza l'aggiunta di condimenti grassi e calorici. Inoltre, dà la possibilità di fare a meno del sale. Il lime è utilizzato abbastanza per insaporire i prodotti da forno e i dolci; infatti, dà loro un sapore fresco e leggero. Infine, viene utilizzato per guarnire alcuni aperitivi e cocktail; si mette sotto forma di spicchio sul bordo del bicchiere.

35

Oltre ad aggiungere sapore ai piatti il lime è impiegato anche per altri scopi durante la preparazione degli alimenti. Il suo elevato contenuto di vitamina C e acido ascorbico è molto utile contro lo scolorimento di carne, frutta e verdura. Infatti, questi alimenti si ossidano rapidamente se sono esposti all'ossigeno nell'aria. Il lime cresce tutto l'anno, ma il suo periodo migliore è da maggio ad ottobre. È opportuno sapere che il lime non è facilmente reperibile come il limone; esso si può trovare solo stagionalmente nei mercati ortofrutticoli specializzati.

Continua la lettura
45

Il lime rispetto agli altri agrumi marcisce più velocemente; per tale motivo deve essere conservato correttamente. Quello fresco deve essere conservato a temperatura ambiente massimo per una settimana se viene tenuto lontano dalla luce diretta del sole. Se si prevede di non riuscire ad utilizzarlo entro una settimana è indispensabile metterlo in un sacchetto di plastica e conservarlo in frigorifero. In questo modo può rimanere fresco almeno per altre 2 settimane. Trascorso questo periodo di tempo il lime comincia a perdere il suo sapore. Se si decide di tagliare il lime è opportuno avvolgerlo in un involucro di plastica. Successivamente deve essere conservato in frigorifero per un massimo di 4/5 giorni.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • conservare il lime in modo corretto

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come rendere la cucina più funzionale

La cucina rappresenta senza dubbio uno dei luoghi della casa che, più di ogni altro, deve essere organizzato in modo attento, strategico e funzionale. Affinché ciò si verifichi, c'è bisogno di idee giuste e di seguire pochi, importanti accorgimenti....
Economia Domestica

10 consigli per ottimizzare lo spazio in cucina

Come vedremo nel corso di questa guida, con un po' di diligenza e pazienza, è possibile ottimizzare lo spazio della vostra cucina seguendo una serie di accorgimenti apparentemente banali (alcuni consigli possono tornarvi utili, soprattutto se avete una...
Economia Domestica

10 utensili indispensabili in cucina

Avere una cucina ben organizzata con tanti utensili in grado di facilitarci la vita è il sogno di molte donne, casalinghe e non. Tralasciando alcuni utensili che chiunque si presuma abbia nella propria cucina, come posate e mestoli di vario genere (acciaio...
Economia Domestica

5 dritte per usare al meglio un termometro da cucina

Molti sono gli utensili da cucina che vengono utilizzati non solo per cuocere gli alimenti, ma anche per crearne alcuni di vario tipo come ad esempio dolci, primi piatti o secondi deliziosi. Tra i vari attrezzi da poter utilizzare all'interno della propria...
Economia Domestica

10 must have in cucina

Nei negozi di casalinghi ormai è possibile trovare di tutto e di più. Ma cosa serve veramente in cucina? Quali sono gli strumenti da considerare imprescindibili? Nella seguente guida indicheremo 10 must have in cucina: si tratta di utensili fondamentali...
Economia Domestica

Come risparmiare gas in cucina

Le bollette di gas e luce hanno un'incidenza notevole nel bilancio familiare: una delle stanze che ci impegna di più finanziariamente è la cucina perché è proprio qui che si concentrano gli apparecchi che funzionano a gas (caldaia e cucina). Il gas...
Economia Domestica

5 idee salvaspazio in cucina

Lo spazio in casa non basta mai, soprattutto per chi soffre di shopping compulsivo. Soprattutto dopo molto tempo tendiamo ad accumulare gli oggetti, anche quelli superflui. Proprio da questi bisognerebbe iniziare per liberare spazio in cucina, ed in molti...
Economia Domestica

Le alternative al comune sale da cucina

In cucina si utilizzano molteplici spezie per la preparazione di piatti squisiti. Le spezie che possiamo trovare nella dispensa della nostra cucina, sono tantissime. Ad esempio la paprika, lo zenzero, il pepe, il peperoncino, il rosmarino, la noce moscata,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.