Come usare lo stucco per piastrellare

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

L'uso e il passaggio ottimale dello stucco, consente dii riempire le fughe delle piastrelle migliorandone la durezza nel corso del tempo. Come vedremo nella scelta del materiale, sono tanti i fattori da tenere in considerazione. La scelta di un giusto prodotto e l'efficace utilizzo dello stucco per piastrellare è fondamentale per lo svolgimento di un buon lavoro. Vediamo dunque, con questa guida, come usare lo stucco per piastrellare.

26

Occorrente

  • Stucco, preferibilmente bianco
  • Piastrelle
  • Prodotti per la pulizia di macchie di stucco
  • Spatola
36

Recuperare l'occorrente

Tenete conto innanzitutto, che per usare lo strucco per piastrellare è necessario utilizzare un prodotto di qualità in grado di resistere nel tempo e consentire la riuscita di un risultato professionale. Per quest'ultima motivazione, è consigliabile optare per uno stucco bianco, (soprattutto se si preferisce ottenere un risultato non visibile). In commercio sono presenti le varianti in pasta, in polvere, in cemento e impermeabile. Quest'ultimo, è maggiormente indicato per l'uso in ambienti umidi, come ad esempio il bagno, in quanto è in grado di prevenire la formazione di calcare e funghi. Stesso discorso per gli stucchi in polvere, maggiormente consigliati se si desidera utilizzare solo una piccola parte dello stucco e conservare il resto.

46

Stuccare le piastrelle

In tutti i casi lo stucco, a prescindere dall'ambiente, dovrà essere passato sulle piastrelle tramite una semplice spatola, depositando una quantità minima di prodotto ed effettuando un movimento diagonale, dal basso verso l'alto e alternando movimenti circolari. L'operazione, dovrà essere effettuata cercando di riempire al meglio le fughe tra una piastrella e l'altra. Dopo la stuccatura, è consigliabile lasciare asciugare adeguatamente lo stucco (almeno 45 minuti). Successivamente, è necessario passare sulle fughe un prodotto in grado di apportare allo stucco maggiore durezza e impermeabilità. Questi prodotti protettivi, sono generalmente costituiti da soluzioni acquose e fissative, facilmente reperibili in un comune centro commerciale.

Continua la lettura
56

Rimuovere lo stucco in eccesso

Anche lo stucco in eccesso sulle piastrelle, potrà essere rimosso attraverso appositi prodotti da scegliere ed acquistare in base al tipo di stucco utilizzato ed in base alla tipologia di piastrelle in uso. È bene acquistare un prodotto adeguato e non sottovalutare il procedimento di pulizia successivo allo stuccamento poiché, se errato, potrebbe seriamente compromettere l'operazione di piastrellatura. È rigorosamente sconsigliato dunque, l'uso di acidi o comunque di prodotti chimici generici.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come preparare le pareti prima di piastrellare

Come vedremo nel corso di questa guida, un lavoro di applicazione di piastrelle sopra una parete non può essere lasciato al caso. Un simile lavoro dev'essere progettato con attenzione in ogni specifica fase, sia in quella iniziale che consiste nella...
Ristrutturazione

Come piastrellare una parete intorno ad una porta

Chi si diletta nel fai-da-te e nei lavori manuali si avvicina presto alle soluzioni di natura edilizia. I più creativi vorranno sperimentare nuovi rivestimenti e pavimentazioni per la propria casa. Le piastrelle sono un trend degli ultimi anni. Se prima...
Ristrutturazione

Come piastrellare le scale

Se abbiamo una vecchia scala in muratura che si presenta particolarmente danneggiata oppure il colore non ci soddisfa più, possiamo rivestirla con delle piastrelle, seguendo però delle specifiche linee guida, atte a garantire la giusta posa nonchè...
Ristrutturazione

Come realizzare lo stucco fluido per pavimenti in legno

Per evitare il problema delle infiltrazioni di acqua nelle fessure del pavimento e la conseguente formazione della muffa nera, in edilizia si usa lo stucco, che è un impasto fatto con gesso calce o cemento. Alcuni tipi di stucco possono, però, causare...
Ristrutturazione

Come sostituire lo stucco danneggiato

Come vedremo nel corso di questo tutorial, la migliore cosa da fare nel caso in cui lo stucco si presenta particolarmente danneggiato (o comunque presenta gravi danni come macchie e spaccature), è quella di provvedere alla sua totale sostituzione. Nonostante...
Ristrutturazione

Come restaurare lo stucco veneziano

lo stucco veneziano ovvero una miscellanea di vernici nella tonalità pastello, è il fiore all'occhiello della tradizione artistica e pittorica della città lagunare. Un parete rifinita con dello stucco antico, può essere costantemente restaurata,...
Ristrutturazione

Come decorare le pareti con stucco colorato

Per vivacizzare le stanze e donare loro un nuovo aspetto che regali comfort e serenità, si può pensare di decorare le pareti con dello stucco colorato. In questo progetto decorativo la calda sfumatura color terracotta dell'intonaco fresco è permeata...
Ristrutturazione

Come decorare le pareti con lo stucco veneziano

Da qualche anno a questa parte la moda del fai-da-te sta spopolando, anche a causa della crisi economica che ci affligge giorno dopo giorno. Grazie a questa tecnica è possibile creare nuovi oggetti utilizzando magari materiale di riciclo. I prodotti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.