Come Usare latte, burro e yogurt Scaduti

Tramite: O2O 03/11/2017
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Può capitare delle volte di trovare nel frigorifero degli alimenti scaduti. Riutilizzare alcuni alimenti scaduti, è un qualcosa che ci permette non solo di risparmiare denaro, ma anche di evitare sprechi inutili. Ad esempio possiamo utilizzare latte burro e yogurt scaduti in maniera utile, fantasiosa e creativa. In questa guida infatti vedremo come usare latte, burro e yogurt scaduti.

25

L'uso del latte

Per prima cosa, il latte scaduto è considerato un valido rimedio per pulire le scarpe e le borse di vernice, basterà bagnare con un poco di latte un piccolo canovaccio e poi strofinare in maniera energica la borsa o la scarpa. Se abbiamo una camicia o una maglietta macchiata di inchiostro, possiamo immergere l'indumento in questione in una piccola tinozza con del latte per 3-4 ore prima di metterlo in lavatrice. In questo modo saremo più che certi di eliminare completamente la macchia di inchiostro. Infine se il latte è scaduto da pochissimi giorni, possiamo mescolare un po' di latte con della farina d'avena fino a formare una sorta di cremina e lavarci le mani sotto l'acqua con questa crema.

35

Lo scrub

Questa cremina, è molto utile per eliminare dalle mani eventuali tracce di sporcizia. Lo yogurt scaduto invece, si rivela molto utile per pulire l'ottone, basterà cospargere il materiale d' ottone con uno strato di yogurt, lasciar agire lo yogurt per 10-12 minuti e poi rimuoverlo con una piccola spugnetta o con un panno umido. Se lo yogurt è scaduto da massimo un giorno o due, possiamo utilizzarlo assieme allo zucchero per creare uno scrub per la nostra pelle. In alternativa, sempre se lo yogurt è scaduto da poco, possiamo mescolare un cucchiaio di olio d'oliva con un poco di yogurt ed applicare il composto ottenuto sui nostri capelli lasciandolo agire per almeno 4-5 minuti.

Continua la lettura
45

Il balsamo

Successivamente, rimuoviamo il balsamo da noi creato lavando i capelli con dell'acqua tiepida, in questo modo otterremo capelli morbidi, elastici e brillanti. Il burro scaduto invece si rivela un ottimo rimedio per eliminare i cattivi odori dalle nostre mani, ad esempio, dopo aver pulito il pesce, possiamo strofinare sulle nostre mani una piccola noce di burro e poi lavare accuratamente le mani sotto l'acqua tiepida con un poco di detersivo al limone. Se svolgiamo dei lavoretti di bricolage ed un poco di colla ci rimane sulle mani, possiamo strofinarci le mani con del burro per ammorbidire la colla e poi lavare le mani con acqua e sapone. Infine, il burro può essere utilizzato sui cardini delle porte o delle finestre per eliminare eventuali cigolii.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come mettere in ordine il mobiletto del bagno

Tenere in ordine una casa può essere davvero difficile, quando poi si parla del mobiletto del bagno la questione diventa davvero complicata. Infatti molto spesso i mobili del bagno essendo ampi, vengono trascurati e riempiti di cose che sistemiamo di...
Pulizia della Casa

Come smacchiare l’inchiostro

Chiunque abbia avuto a che fare con una macchia d'inchiostro sa quanto può rivelarsi ostinata. Se le macchie d'inchiostro sono quelle provocate dalle classiche penne a sfera, l'alcool denaturato può rivelarsi un ottimo alleato. Al contrario, le macchie...
Pulizia della Casa

Come fare un detersivo di aceto di agrumi

In un mondo sempre più condizionato dall'inquinamento globale e messo in ginocchio dalla crescita frenetica dell'evoluzione umana sarebbe bello poter saltare su un barcone per salvare gli oceani dagli scarti plastificati che condannano le tartarughe...
Pulizia della Casa

Come tenere in ordine la cantina

Disporre le le scorte alimentari e gli attrezzi nella giusta maniera permette certamente di trovare ogni singolo oggetto molto più facilmente e, inoltre, fa in modo che si mantengano nelle condizioni ottimali per lungo tempo. Nella seguente guida, attraverso...
Pulizia della Casa

Come eliminare le cose inutili in casa

Siamo nell'era del consumismo e come tale siamo sempre più abituati a essere grandi consumatori e raccoglitori di oggetti, di qualunque genere e utilità, fino a riempire le nostre case di tantissime cose, talvolta inutili. Vivere nel disordine non è...
Pulizia della Casa

Come eliminare i cattivi odori da un congelatore a pozzetto

Il congelatore a pozzetto, chiamato anche congelatore orizzontale, viene utilizzato per conservare grandi quantità di alimenti. Per questo motivo, la possibilità che possano svilupparsi cattivi odori è molto più alta rispetto ai normali freezer, che...
Pulizia della Casa

Come smacchiare la cera e l'erba su un indumento

Togliere le macchie dai tessuti non è sempre un'operazione semplice: spesso, infatti, la macchia persiste e addirittura rimane fissata tra le fibre, rendendo complesso tentativo di rimuoverla. È bene, pertanto, seguire con attenzione degli accorgimenti...
Pulizia della Casa

Come rimuovere l'odore di aglio dal frigorifero

In casa capita spesso di dimenticarci qualche spicchio di aglio andato a male, che comporta la presenza di un cattivo odore all'interno del frigo, e spesso intacca anche altri cibi non ermeticamente chiusi, come ad esempio una busta di latte o della frutta....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.