Come usare la pietra ollare

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Per chi non la conoscesse, la pietra ollare, o steatite, è una roccia particolarmente resistente al calore. Presenta un colore variabile, con sfumature che tendono al grigio ed al verde scuro.
Poiché sopporta le alte temperature, la pietra ollare vede un ampio utilizzo nella fabbricazione di pentole e piastre per cottura. Tuttavia, l'uso della pietra ollare in cucina arreca numerosi vantaggi. La preparazione dei cibi non richiede l’utilizzo di grassi e la cottura risulta uniforme e regolare. Naturalmente per mantenere le nostre pentole sempre belle come nuove, non vanno usati per la pulizia prodotti troppo aggressivi, in quanto potrebbero danneggiarle. In questo tutorial, troverete una serie di validi suggerimenti su come usare la pietra ollare.

27

Occorrente

  • Primo lavaggio: soluzione con acqua e sale, olio vegetale, pennellino
  • Lavaggi successivi: aceto di vino bianco, o succo di limone
37


Per la pulizia delle pentole usate una soluzione di acqua e sale poi, prendete una spugnetta morbida e passate sull’intera superficie della pietra dopo, lasciate asciugare completamente. Successivamente, ungete un pennellino con dell’olio vegetale e passatelo accuratamente sulla pentola, sia internamente che esternamente. Operazione necessaria per evitare che la pietra si spacchi e si usuri nel tempo. Lasciate agire l’olio per almeno 24 ore, così da permetterne il completo assorbimento. Trascorso il tempo di posa, collocate la pentola sul fuoco e fatela riscaldare lentamente. Vi consigliamo di porre estrema attenzione in questa fase. Una fiamma troppo alta potrebbe incrinare la superficie della pietra, compromettendone il funzionamento.

47


A questo punto, attendete che la pentola si raffreddi completamente, prima di lavarla, in quanto la pietra ollare teme gli sbalzi di temperatura. Per la pulizia quotidiana, potete usare aceto di vino bianco, o succo di limone. Per lo sporco più ostinato, potete aiutarvi con un raschietto.
Una raccomandazione: evitate categoricamente di usare detersivi. La pietra ollare, infatti, è particolarmente porosa. Potrebbe assorbire le sostanze chimiche e rilasciarle durante la cottura dei cibi.

Continua la lettura
57

Come ben sappiamo, la pietra ollare è antiaderente e permette la cottura dei cibi senza l’utilizzo di olio e burro. Gli alimenti non si attaccano alla superficie, mantenendo inalterate tutte le caratteristiche organolettiche. Per il condimento, vi basterà utilizzare spezie ed aromi, per un risultato estremamente gradevole e salutare. Inoltre, la pietra ollare mantiene a lungo la temperatura, permettendo la cottura lenta di stufati e zuppe, non assorbe gli odori e presenta una elevata resistenza.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per una pulizia più semplice della pietra ollare, potete rivestire il fondo della pentola con della carta di alluminio. La rimozione del grasso di cottura risulterà molto più immediata.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come usare le padelle in pietra

Per cuocere al meglio i cibi, la pietra è un materiale davvero perfetto. Molte padelle in commercio sono difatti disponibili in questo materiale che resiste alle alte temperature. Una buona padella in pietra consente di portare a termine una cottura...
Economia Domestica

Come cuocere su pietra lavica

Estate, cielo terso e sole che splende, il il momento migliore per eccellenza per godersi una giornata all'aria aperta. E cosa c'è di più "estivo" se non un barbecue accesso e della buona compagnia? Probabilmente però non tutti sanno che i fumi prodotti...
Economia Domestica

Pavimenti in pietra naturale: pro e contro

Quando vi apprestate a ristrutturare casa, è importante valutare bene la scelta dei pavimenti poiché si tratta di una posa definitiva, e se non appropriata, non fornirà assolutamente i risultati desiderati, sia dal punto di vista della funzionalità,...
Economia Domestica

Come utilizzare i piatti in ardesia

L’ardesia, conosciuta anche come pietra lavagna, ha sempre riscosso un grande successo in svariati campi. Dall’arredamento e i rivestimenti, fino alla cucina. Adoperata da tempo come ripiano di cottura, viste la sua grande capacità di mantenere a...
Economia Domestica

Come ricavare acqua potabile dall'acqua di mare

Quante volte sarà capitato di organizzare un campeggio nei minimi dettagli scordando, all'ultimo istante, una delle cose fondamentali? Una di queste può essere proprio l'acqua potabile, utile per dissetarci. Accorgersi in itinere può risultare problematico...
Economia Domestica

Come affilare la lama di un utensile

In passato si sentiva dalla strada la voce di un uomo, chiamato "arrotino". Portava con sé uno strumento in grado di affilare la lama di coltelli, forbici ed altri oggetti provvisti di lama. Per il suo lavoro richiedeva su per giù qualche centesimo...
Economia Domestica

Come riparare oggetti in argento

Con il passare degli anni può capitare che un oggetto in argento si deteriori e si rompa. Alcune volte succede a causa di negligenze del proprietario, altre per il normale corso del tempo. L'ideale sarebbe, quando questo succede, di essere in grado di...
Economia Domestica

Come acquistare un anello di fidanzamento

Un anello di fidanzamento è un regalo tra i più importanti della vita di una coppia. Esso non solo ha valore economico, ma rappresenta il simbolo del coronamento del sogno d'amore e della strada a due che si sta intraprendendo. Ecco perché è estremamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.