Come usare in giardino le ruote del carro

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Quella di riutilizzare gli oggetti che non servono più o che hanno perso la loro funzione originaria è una vera e propria arte. Il riciclo, infatti, specialmente quello creativo, è entrato a far parte delle abitudini di migliaia di persone. Di seguito vedremo, in particolare, come usare delle ruote di un vecchio carro in disuso (o magari trovate semplicemente per la strada) per abbellire il proprio giardino e creare delle bellissime aiuole in modo facile e divertente. In questo modo è possibile creare una zona non soltanto molto carina ma anche parecchio funzionale. Pronti a capire come fare? Proseguiamo, allora, nella lettura di questa guida.

27

Occorrente

  • ruota del carro
  • vernice
  • piante aromatiche
  • letame
  • cartelli
  • annaffiature
37

Prendiamo le ruote del carro e prepariamole: se risultano eccessivamente sporche, infatti, sarà necessaria un'accurata operazione di pulizia con apposito prodotto; se vogliamo essere ancora più originali possiamo dipingerle. Quando saranno pronte, posizioniamone una accanto a una porta che conduce dal giardino direttamente in cucina. Quindi, all'interno di ciascuno degli spazi liberi tra i raggi della ruota, possiamo mettere a dimora alcune piante aromatiche che si utilizzano proprio per cucinare, come ad esempio la salvia, il rosmarino, il basilico, il prezzemolo, la menta, il peperoncino e il timo.

47

Teniamo sempre in considerazione il fatto che le piante aromatiche richiedono un'esposizione soleggiata e un terreno non troppo ricco. È infatti sufficiente, all'inizio dell'autunno, coprire il terreno interessato con uno strato, alto dieci centimetri, di letame maturo, da interrare con una leggera zappatura. In primavera dovremo procedere con il sarchiare il terreno (circa due settimane prima di effettuare la piantagione).

Continua la lettura
57

Nel caso in cui le ruote che si utilizzano siano in legno, è assolutamente raccomandato di trattarle con prodotti specificatamente studiati, ad esempio con una vernice protettiva. Un altro accorgimento da osservare, è quello di etichettare le singole porzioni, cioè di mettere dei piccoli cartelli per ogni spazio recuperato tra i raggi delle ruote: in questi cartelli, scriviamo il nome della pianta a cui abbiamo riservato quella porzione di spazio. Non per ultimo, ricordiamoci di annaffiare correttamente le nostre piantine, evitando il contatto diretto dell'acqua con il legno, anche se questo risulta trattato. In questo modo avremo uno spazio davvero unico e originale per le nostre piante aromatiche, che sarà di certo stupore e invidia di parenti e amici che verranno a trovarci.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Progettare un giardino: 5 errori da evitare

Avere la possibilità di riempire uno spazio esterno con un giardino, ricco di fiori, piante, alberi, cespugli, gazebi, ecc., è senza dubbio una fortuna. Se avete una villa o una casa e avete intenzione di creare un bel giardino attorno alla casa, è...
Esterni

Come realizzare un giardino senza manto erboso

Possedere un bel giardino è oggi divenuto il sogno di molti. Uno spazio verde, infatti, impreziosisce l'abitazione, conferendole un prestigio certamente maggiore. Sono tante le idee che possono essere realizzate se si desidera approntare un giardino....
Esterni

Come illuminare il giardino

In un giardino, una buona illuminazione è volta a valorizzare le ombre e le tonalità del giardino stesso. Tutti i giardini, indipendentemente dalle loro dimensioni, presentano caratteristiche diverse e risulteranno ben illuminati soltanto se alcune...
Esterni

Come fare un giardino classico

Avere un giardino adiacente alla propria abitazione è il sogno di tutti, in quanto esso permette di rilassarsi in tutta tranquillità e indipendenza. Un giardino classico prevede l'utilizzo di dorme simmetriche ed equilibrate, per cui bisogna resistere...
Esterni

Come arredare il giardino in stile tropicale

Il giardino è un'area della casa molto importante da curare nel migliore dei modi. Esistono vari modi per arredare il giardino con diversi stili e con particolari accessori e mobili che possono rendere questo spazio verde davvero particolare. Se amate...
Esterni

Come conservare oggetti da giardino in metallo

Il giardino è un luogo magico che davvero può rendere ogni abitazione molto più comoda e molto più facile da sfruttare. Il giardino è un luogo in cui si possono coltivare varie tipologie di ortaggi, dove si possono raccogliere varie tipologie di...
Esterni

Come fare un vialetto di ghiaia in giardino

Avere un grande giardino in casa, è sicuramente un grande vantaggio. Il giardino, è un luogo in cui potersi godere un po' di aria fresca e un po' di verde, lontano dallo smog e lontano da ogni rumore della città. Quando il giardino è molto grande,...
Esterni

Come scegliere gli ombrelloni da giardino

Con l'estate alle porte arricchire il vostro giardino con un ombrellone è una scelta essenziale. Un ombrellone permette di poter vivere al meglio il vostro giardino anche nelle ore più calde della giornata. In questa guida vi daremo utili consigli su...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.