Come usare il Sorbo rosso

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Tra le tante varietà di piante che si possono trovare nella macchia mediterranea, una con molteplici effetti benefici per il nostro organismo è il Sorbo rosso. Il Sorbo rosso è una pianta a carattere arbustivo e produce dei frutti rossi simili a palline. La grandezza di questi arbusti può raggiungere i 15 centimetri. In questa guida vi mostreremo tutti gli usi del Sorbo rosso. Vediamo quindi insieme come usare questa pianta e quali benefici trarne.

26

Occorrente

  • Sorbo rosso
36

Distinguere le varietà

Esistono diverse specie di Sorbo e non tutte si presentano sotto forma di arbusti. La famiglia è quelle delle rosacee e comprende anche piante ad alto fusto. I frutti che producono i vari tipi di Sorbo sono diversi per grandezza e per colore. Tra le varietà più comuni troviamo il Sorbo degli uccellatori, anche detto Sorbo rosso. Questo produce delle bacche dal colore rosso/arancione che contengono molte proprietà benefiche per l'uomo. Il periodo dell'anno durante il quale la pianta presenta i frutti è l'autunno. I frutti sono senza dubbio la parte maggiormente utilizzata della pianta perché contenenti la maggior parte delle proprietà benefiche.

46

Fare bevande

Tra i tanti usi del sorbo rosso, quello di bevanda alcolica è senza dubbio il più comune. Il sorbo rosso è infatti alla base di un liquore conosciuto col nome di idromele. Questo viene prodotto a partire dalla fermentazione del miele. È possibile realizzarlo anche in casa e gli ingredienti necessari sono: circa due chili di miele, cinque litri di acqua, lievito e alcune bacche di sorbo. Va imbottigliato in vetro.
Ma non solo alcool, il Sorbo rosso è anche indicato per farne tisane calmanti per la tosse: versare tre cucchiai di frutti essiccati in mezzo litro d'acqua fredda e farla bollire per quindici minuti a fuoco lento, filtrare e addolcire a piacere con zucchero di canna o bianco.

Continua la lettura
56

Fare una salsa

Sempre con i frutti si può ricavare anche una squisita e originale salsa gelatinosa per accompagnare i secondi di carne: cuocere i frutti rossi in abbondante acqua fino a cottura, filtrare con una tela il liquido dal colore rosso acceso e dal gusto amaro e aggiungere 200g di zucchero per ogni chilo di prodotto, far bollire ancora con in aggiunta dieci 10g di agar in polvere fino a quando il tutto non prenderà una consistenza gelatinosa. Raffreddare dunque in frigo e servire accanto alla carne. I frutti del sorbo rosso possono essere consumati sia allo stato fresco che essiccati, l'importante è non ingerirli appena colti. Anche le foglie, versate nell'acqua della tisana o del tè, sono molto utili per diarrea, cure dietetiche e per facilitare le mestruazioni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

8 idee per decorare la tavola per San Valentino

È risaputo che San Valentino è la festa degli innamorati: molte persone sfruttano questo giorno per dimostrare al partner l'amore che si prova verso l'altro. Ciò dipende anche dal carattere della persona, c'è chi è più timido e introverso e chi...
Economia Domestica

Come Utilizzare Il Latte In Casa In Diversi Modi

Il latte, oltre a essere un alimento prezioso, è anche un valido alleato per risolvere tante piccole necessità domestiche.Pertanto, si può utilizzare in casa in diversi modi, anche se scaduto. Combinato da solo o con altri prodotti a base acida, possiede...
Economia Domestica

Come decorare la tavola per il pranzo di Natale

Rendere il Natale una festa speciale non è poi così difficile, soprattutto se si hanno le idee giuste: con pochi e fantasiosi ritocchi, è infatti possibile organizzare la tavola con gusto e raffinatezza, in modo da realizzare un pranzo natalizio davvero...
Economia Domestica

Come tenere sempre nuova la tua lavastoviglie

La lavastoviglie è uno degli elettrodomestici indispensabili in cucina perché permette di evitarsi la fastidiosa incombenza di dover lavare le stoviglie a mano, aiutandoci a risparmiare tempo e fatica. Come tutti gli elettrodomestici, anche la lavastoviglie...
Economia Domestica

Come togliere il nero delle melanzane dalle mani

Gli ortaggi e le verdure sono gli ingredienti che non possono mancare assolutamente nelle ricette creative che vengono preparate da tutti gli italiani, e non solo. Coloro che preparano il pranzo e la cena, sanno benissimo che dietro ad un buon piatto...
Economia Domestica

Come fare una composizione con le calle

Le calle sono delle bellissime piante provenienti dall'Africa centro-meridionale. Appartengono alla famiglia delle Araceae, sono piante erbacee che presentano foglie verdi con lunghi piccioli che si originano dalla radice. Producono un fiore a calice...
Economia Domestica

Come utilizzare le pentole in pietra ollare

La pietra ollare, nota anche come steatite o pietra saponaria, è una roccia di origine vulcanica, costituita prevalentemente da magnesite e talco. Duttile e facilmente lavorabile, presenta un colore che può variare dal grigio al verde scuro, con sfumature...
Economia Domestica

Come sistemare il vino in casa o in cantina

La passione per il vino trova larga diffusione nel nostro Paese. Il vino, in particolare quello rosso, è parte integrante di una sana dieta mediterranea. Un bicchiere a pasto è un vero toccasana e poche altre bevande sanno esaltare il gusto di certi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.