Come usare il lievito madre

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il lievito madre è un impasto a base di farina ed acqua, acidificato da un complesso di lieviti e batteri lattici in grado di avviare la fermentazione degli impasti per prodotti della panetteria e della pasticceria. Il lievito madre è in sostanza un pezzettino di impasto bucherellato, ma può presentarsi anche sotto forma liquida. In riferimento a ciò, vediamo come usarlo correttamente.

25

Occorrente

  • Lievito madre
  • farina
  • acqua
35

Sciogliere il lievito nel latte

Gli utilizzi più diffusi del lievito madre comprendono la preparazione della pizza e del pane. Per preparare ad esempio quest'ultima è necessario ricordare di rinfrescare il lievito il giorno prima. Per quanto riguarda l'uso, è poi sufficiente sciogliere il lievito in un goccetto di latte ed inserire così il preparato nel foro centrale della montagnetta di farina che avremo precedentemente preparato. Amalgamando bene il tutto si ottiene poi un panetto che va lasciato riposare per un' ora. Trascorso tale tempo, si può provvedere a stendere la sfoglia della pizza, farcirla ed infornarla.

45

Preparare il pane

Anche per la preparazione del pane utilizzeremo il lievito diluito nel latte. La composizione dell'impasto sarà simile a quella della pizza con la sola differenza di un'aggiunta di acqua e assenza di condimento. Sul panetto finale effettuare un taglio a croce ed infornare preferibilmente in forno a legna. Per variare il piatto utilizzando sempre lo stesso composto è possibile preparare anche delle crocchette o dei calzoni farcendoli a proprio piacimento con verdura oppure con prosciutto e mozzarella. I composti che si ottengono con il lievito madre sono perfetti per chi in cucina mette le ali alla fantasia, le possibilità di condimento, infatti, sono quasi infinite. Come abbiamo visto il lievito madre si presta alle preparazioni più tradizionali e gustose della nostra cucina e ha un costo molto basso; è possibile trovare una coppia di lieviti anche al prezzo di 30 centesimi.

Continua la lettura
55

Creare una bevanda

Grazie alle proprietà benefiche del lievito madre, avremo un giovamento in termini di salute dell'intestino e della pelle anche se creiamo una bevanda sciogliendolo in un bicchiere d'acqua e consumandola lontano dai pasti. Va infine ricordato che il lievito madre può essere preparato in casa. La sua lavorazione è di difficoltà media, ma ha bisogno di una continua rinfrescata con acqua e farina per svariati giorni. Una volta prodotto, si può poi utilizzare di continuo aggiungendo altra farina ed acqua, e per conservarlo correttamente basta tenerlo in frigo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare il lievito

La durata di conservazione del lievito dipende dalla data di scadenza e dalle modalità con le quali viene effettuata. Il lievito altro non è che un agglomerato di funghi. Contiene, inoltre, degli enzimi attivi che creano anidride carbonica una volta...
Economia Domestica

Come conservare il lievito in scaglie

Il lievito alimentare in scaglie è un valido integratore naturale, noto specialmente a chi segue una dieta vegetariana o vegana. Si consiglia tuttavia di non abusarne e di accertarsi dell'origine di eventuali carenze alimentari per modificare la dieta...
Economia Domestica

10 regali di Natale da mangiare

Ogni Natale i generi alimentari sono tra i regali più gettonati degli italiani, graditi in modo particolare se preparati con le proprie mani. Questa scelta consente di risparmiare sulla spesa, di creare qualcosa di proprio con divertimento, di fare un...
Economia Domestica

Come preparare il panettone in casa

Il panettone è un tipico dolce natalizio, il quale, pur avendo radici prettamente lombarde, si è ormai diffuso dappertutto nel territorio nazionale, tanto che sono diverse le industrie alimentari che lo producono. Ma anche tante pasticcerie locali e...
Economia Domestica

Come cucinare una torta al microonde in pochi minuti

Oggi la tecnologia ci regala degli elettrodomestici in grado di fare praticamente di tutto, e quindi di facilitarci di molto il lavoro manuale. Se infatti abbiamo appena acquistato un forno a microonde multifunzionale, lo possiamo sfruttare per cucinare...
Economia Domestica

5 consigli per tenere in ordine i giocattoli

La stanza dei bambini sembra, il più delle volte, un campo di battaglia: giocattoli di ogni tipo invadono pavimento e letti mentre il disordine sembra regnare dappertutto. Mettere a posto ciascuna cosa diventa un'impresa titanica. Ogni qual volta i giocattoli...
Economia Domestica

Macchina del pane: gli errori da evitare

Abbiamo comprato la nostra macchina del pane e ci siamo cimentati nella panificazione. Tutti entusiasti andiamo ad assaggiare il frutto del nostro lavoro ma ci accorgiamo che il risultato non è dei migliori. Il pane è troppo gommoso, dentro è ancora...
Economia Domestica

Come riciclare il cioccolato avanzato

Durante il periodo di Pasqua non c'è niente di meglio che gustare delle deliziose uova di cioccolato. Tuttavia terminato questo periodo può capitare di ritrovarsi con del cioccolato in eccesso e di non sapere bene che cosa farne. Invece di gettarlo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.