Come usare il condizionatore di notte

Tramite: O2O 07/11/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

Chi vive in zone con un clima particolarmente caldo e umido, le notti estive possono essere davvero un incubo. Il caldo e l'umidità, infatti, possono farci girare e rigirare nel letto per ore, facendoci alzare già stanchi la mattina seguente. Per questo motivo, molte persone cercano un po' di sollievo nell'aria condizionata. Ma usare un condizionatore di notte non è come farlo di giorno, durante il quale possiamo regolarlo in base alle nostre esigenze. Vediamo allora come usare il condizionatore di notte.

26

Occorrente

  • Condizionatore con funzione Sleep
36

Mantenere costante la temperatura

Operando in una modalità a velocità fissa, ovviamente meglio se bassa, un condizionatore può funzionare in modo altamente inefficiente. I moderni modelli di inverter aumentano o diminuiscono la potenza lentamente, mantenendo la temperatura ambiente della stanza con minori costi di gestione. Di solito le unità di condizionamento dell'aria da camera vanno da 2,5 a 3,5 kW, ma ogni piccolo risparmio di energia aiuta.

46

Utilizzare la modalità di sospensione

I condizionatori di ultima generazione con il circuito "intelligente" hanno trovato la risposta a coloro che usano abitualmente la modalità "sleep". Supponiamo di voler impostare il nostro condizionatore ad una temperatura di 24 °C in modalità sospensione prima di andare a dormire. All'inizio, l'inverter funzionerà per ottenere la temperatura impostata per poi spegnersi; quindi, il condizionatore si riaccenderà non appena la temperatura sale. In modalità sospensione, il climatizzatore aumenterà la temperatura di mezzo grado ogni ora per quattro ore, riducendo il consumo di energia dopo alcune ore di utilizzo.

Continua la lettura
56

Sfruttare il sensore di movimento intelligente

Se il nostro climatizzatore è dotato di un sensore di movimento intelligente integrato, funzionerà in modo ancora più efficiente. Queste unità seguono la stessa routine degli altri modelli con funzione sleep (salendo di mezzo grado all'ora), con la differenza che riescono a capire se stiamo dormendo bene. Infatti, quando il sensore avverte che ci agitiamo nel letto, interromperà il ciclo della modalità di riposo e riporterà di nuovo la temperatura a quella da noi preimpostata. Quando il sensore avverte che siamo ritornati ad un sonno confortevole, aumenterà lentamente la temperatura prima di spegnersi. Si riaccenderà in qualsiasi momento della notte se ricominceremo a muoverci nel letto, poiché ciò indica al climatizzatore che il nostro sonno è disturbato. Il sistema, dunque, funziona con il ciclo di sonno naturale del corpo e con la temperatura ambiente, offrendo un sonno perfetto per la notte.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come sanificare il condizionatore

Con l'avvicinarsi dell'estate uno dei problemi maggiori è fronteggiare il caldo torrido. C'è chi ricorre alla "fuga" verso il mare per trovare refrigerio. C'è chi si accontenta di un comune ventilatore, per smuovere l'aria e dare la sensazione di fresco....
Economia Domestica

Consigli per l'acquisto di un condizionatore d'aria

Dopo un lungo e freddo inverno, finalmente è arrivata l'estate e con essa il caldo, quello afoso, insopportabile che qualche volta ci fa rimpiangere l'inverno. Oggi, per fortuna, abbiamo un sistema molto efficiente per rinfrescare gli ambienti in cui...
Economia Domestica

5 usi dell’acqua del condizionatore

Con l'avvicinarsi della stagione calda, molti di voi utilizzeranno il condizionatore e allora qualcuno potrebbe chiedersi se esiste qualche modo per utilizzare l'acqua di scarico. L'acqua che residua dal condizionatore è un'acqua demineralizzata che...
Economia Domestica

Come usare un condizionatore d'aria portatile

Se si ha appena proceduto all'acquisto di un condizionatore portatile, prima di utilizzarlo è opportuno analizzarne a fondo le caratteristiche strutturali, in modo da comprendere come utilizzarlo correttamente, ed ottenere la refrigerazione desiderata....
Economia Domestica

Come installare un condizionatore senza unità esterna

Il condizionatore rappresenta senza dubbio uno degli elettrodomestici più utilizzati al giorno d'oggi. Sono tantissime infatti ormai le persone che in casa ne possiedono almeno uno che riesca a dare refrigerio nei mesi estivi e che riesca a riscaldare...
Economia Domestica

5 modi per riutilizzare l'acqua del condizionatore

Molti non sanno che l'acqua del condizionatore può essere riutilizzata e non buttata via. Infatti, la maggior parte delle persone una volta messo in funzione il condizionare e una volta che l'acqua si è accumulata, quest'ultima viene buttata via ma...
Economia Domestica

Condizionatore d'aria: come cambiare il filtro

Quando si possiede un condizionatore d'aria è fondamentale svolgere la regolare manutenzione. Una volta l'anno vanno smontati e puliti i filtri con acqua e prodotti antibatterici. Invece, dopo qualche anno se l'apparecchio è ancora in buono stato è...
Economia Domestica

Come effettuare la sanificazione del condizionatore

Il climatizzatore ha la funzione di regolare il clima degli ambienti in cui viene installato. Questa macchina può essere utilizzata per raffreddare gli ambienti nelle stagioni calde, ma anche per riscaldare durante il periodo invernale. Con il climatizzatore...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.