Come trattare le travi in accaio

Tramite: O2O 21/11/2016
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Le travi in acciaio sono un elemento esteticamente molto suggestivo, che dona inoltre estrema robustezza alla struttura della nostra casa. Anche se è un materiale molto resistente ha comunque bisogno di un'attenta manutenzione. Infatti bisogna pulirlo nella maniera corretta e proteggerlo dalla ruggine. Per minare l'affidabilità delle travi in acciaio infatti non occorre che si rovini tutta la struttura. Basta infatti che risulti arrugginita in pochi punti. Si mette così a repentaglio l'intera tenuta delle travi. Ma per proteggerle dalla ruggine e dalla muffa occorre davvero poco. Ecco come trattare le travi in acciaio per aumentare la loro vita e preservarne la bellezza.

26

Occorrente

  • spazzola di ferro
  • spugnetta abrasiva
  • spugna morbida
  • sapone neutro
  • vernice antiruggine
  • antimuffa
36

Innanzitutto occorre verificare che le travi in acciaio siano completamente integre. Se attaccate dalla ruggine la prima cosa è rimuoverla. Se occorre rimuovere solo un sottile strato di ruggine basterà raschiare la superficie con una spazzola di ferro. Proseguiamo finché non abbiamo tolto tutta la ruggine visibile. Se il danno appare più consistente si può operare una sabbiatura. Dopo questa operazione occorre passare alla fase di verniciatura. Il primo strato, il primer, è una vernice antiruggine trasparente. Lasciamola asciugare per almeno 24 ore prima di passare alla fase successiva. Ricordiamoci di scegliere una vernice specifica per l'acciaio, con i giusti componenti. Infine si può passare alla verniciatura per dare alle travi d'acciaio un colore più brillante.

46

Se invece le travi di acciaio risultano attaccate dalla muffa il procedimento da seguire è leggermente differente. Prima di tutto occorre rimuovere la muffa, utilizzando del sapone neutro diluito in acqua. Prendiamo quindi una spugnetta leggermente abrasiva e passiamola sulla superficie ricoperta dalla muffa. Prestiamo però attenzione a non spargere la muffa nelle zone circostanti con il movimento della spugna. Una volta pulite tutte le travi, occorre risciacquare con cura e asciugare bene. Quindi, passato e asciugato l'antiruggine, applichiamo un prodotto contro la muffa. Occorre passare l'antimuffa sulle nostre travi almeno una volta all'anno.

Continua la lettura
56

Per quanto riguarda la manutenzione ordinaria, invece, occorre ben poco lavoro. Una volta che abbiamo trattato le travi con l'antiruggine e l'antimuffa basta fare la pulizia periodica. Partiamo con una buona spolverata con un semplice panno elettrostatico. Cerchiamo di evitare che la polvere si accumuli troppo. In questo modo sarà molto più facile da rimuovere. Infine, anche poche volte all'anno, laviamole con del sapone neutro disciolto in acqua. Utilizziamo una spugna morbida e poi risciacquiamo con cura. Infine asciughiamo grossolanamente.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Durante la fase di verniciatura utilizzare sempre guanti e mascherina
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire il soffitto con le travi di legno a vista

Il legno è il materiale presente in natura più utilizzato nell'ambito edile, infatti in molti paesi esso risulta anche preferibile all'acciaio e al calcestruzzo. Inoltre, l'estetica del legno è davvero apprezzabile e la stessa cosa si può dire per...
Pulizia della Casa

Come pulire le travi in poliuretano

Sono ormai molti gli interni in cui si possono trovare soffitti con travi a vista, specialmente nelle abitazioni di montagna e di campagna, ma non solo. Mentre un tempo tali elementi venivano considerati eccessivamente grezzi e si cercava spesso di...
Pulizia della Casa

Come trattare le macchie di catrame e di olio di macchina

Le macchie di catrame e quelle di olio di macchina sono probabilmente tra le più resistenti e più difficili da trattare con metodi naturali. Innanzitutto bisogna tener conto del materiale di cui è costituita la superficie macchiata da trattare e, del...
Pulizia della Casa

Come trattare la biancheria antica ingiallita dal tempo

Tantissime donne conservano ancora il corredo ricamato a mano dalle loro nonne che hanno ricevuto in dono per il loro matrimonio oppure solo come ricordo di famiglia. Però se il corredo si tiene chiuso nell'armadio o nella cassapanca per molti anni i...
Pulizia della Casa

Come trattare un piano cucina in legno

Il top della cucina è uno degli elementi, che, completano la cucina delle nostre case. È un elemento importante, in quanto è una valida base di appoggio per cucinare, o per appoggiare degli elettrodomestici che si usano nel quotidiano. Ce ne sono di...
Pulizia della Casa

Come Trattare Le Tende

Quando arriva la primavera, e si comincia a pulire la casa dalla testa ai piedi, uno degli elementi fondamentali che andiamo a lavare per prima sono le tende. Queste sono senza ombra di dubbio, uno dei pezzi fondamentali della nostra abitazione. Ecco...
Pulizia della Casa

Come trattare la tovaglia delle feste

La vita frenetica non ci permette generalmente di fare sfoggio del corredo della nonna, ma in occasioni particolari come per le feste natalizie, un fidanzamento, una laurea è bello poter sfoggiare una tavola perfetta con la nostra meravigliosa tovaglia...
Pulizia della Casa

Come trattare le tende in cotone

Nelle norme della pulizia straordinaria, le tende occupano un posto importante. Periodicamente è bene lavare i tendaggi, perché essi accumulano grosse quantità di polvere specialmente se realizzati con stoffe pesanti quali il velluto o il taffetà....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.