DonnaModerna

Come trattare le travi in accaio

Di: Sam T.
Tramite: O2O 01/03/2021
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Le travi in acciaio sono elementi esteticamente suggestivi che donano soprattutto estrema robustezza alla struttura in contesti abitativi e industriali. Anche se è un materiale molto resistente ha comunque bisogno di un'attenta manutenzione; infatti, è necessario pulirlo nella maniera corretta e proteggerlo dalla ruggine. Per non compromettere l'affidabilità delle travi in acciaio basta quindi curarle, e per fare ciò occorre davvero poco. In riferimento a quanto sin qui premesso, ecco una guida su come trattare le travi in accaio per renderle pulite, durature e sicure.

27

Occorrente

  • Utensili vari
  • Attrezzi elettrici
  • Coloranti vari
37

Raschiare le travi

Per trattare le travi innanzitutto occorre verificare che siano completamente integre, per cui se attaccate dalla ruggine la prima cosa è rimuoverla raschiando la superficie con una spazzola di ferro. Una volta completata questa fase se il danno appare consistente si può optare per una sabbiatura. Nello specifico si tratta di usare un compressore per spruzzare sabbia di fiume ad alta pressione in modo da creare una finitura di base ideale per far attecchire la nuova vernice.

47

Verniciare le travi

Una volta eseguita la suddetta sabbiatura si può procedere con l'applicazione di vernice che maggiormente si adatta al design impostato nell'ambiente in cui le travi si trovano. Dopo aver provveduto a due mani, va lasciata asciugare per almeno 24 ore prima di passare alla fase successiva come ad esempio l'applicazione di flatting. Quest'ultimo infatti è ideale per donare alle travi d'acciaio un colore più brillante. Se invece questi sostegni risultano attaccati dalla muffa, il procedimento da seguire è leggermente differente rispetto a quanto sin qui descritto. Nello specifico prima di tutto occorre rimuovere le spore utilizzando del sapone neutro diluito in acqua. Fatto ciò, va utilizzata una spugnetta leggermente abrasiva da strofinare sull'intera superficie. Una volta pulite tutte le travi occorre risciacquarle con cura e asciugarle bene, dopodichè si possono trattare con l'antimuffa operazione questa che conviene effettuare almeno una volta all'anno specie se l'ambiente è piuttosto umido.

Continua la lettura
57

Usare dei dischi abrasivi

Oltre al trattamento sin qui descritto è importante sapere che le travi in acciaio si possono curare anche con utensili elettrici. Se infatti la ruggine è particolarmente estesa, un trapano dotato di dischi abrasivi è l'ideale per sgrossarla. Nello specifico si tratta di usare prima quello a grana doppia e poi sottile. A lavoro ultimato per ridonare lucentezza al materiale in oggetto, è sufficiente applicare con un pennello della pasta abrasiva e poi lucidare il tutto sempre con un trapano dotandolo questa volta di una cuffia di peluche. Per ottimizzare il risultato se si intende cambiare il colore delle travi, è sufficiente poi applicare la vernice allo stesso modo di come descritto nel passo precedente.

67

Creare le venature del legno

Oltre ai trattamenti descritti nei passi precedenti della presente guida, è importante sapere che le travi in acciaio si possono curare anche in altri modi. Se infatti dopo la pulizia il colore non soddisfa le esigenze in termini di design si può intervenire con semplici quanto efficaci rimedi. Uno in particolare è consigliabile se le travi in acciaio sono a vista e si trovano in un contesto rustico. Nello specifico si tratta di verniciarle con una tonalità simile a quella del legno (ad acqua o a base acrilica), e poi poco prima che il prodotto si essicchi del tutto è possibile creare delle venature. Questa operazione è fattibile utilizzando ad esempio dell'aceto che cosparso a macchia di leopardo con un pennellino sottile, rende le travi proprio simili al legno e con nodi e venture naturali che lo contraddistinguono.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Durante la fase di verniciatura utilizzare sempre guanti e mascherina
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come trattare le macchie di catrame e di olio di macchina

Le macchie di catrame e quelle di olio di macchina sono probabilmente tra le più resistenti e più difficili da trattare con metodi naturali. Innanzitutto bisogna tener conto del materiale di cui è costituita la superficie macchiata da trattare e, del...
Pulizia della Casa

Come trattare la biancheria antica ingiallita dal tempo

Tantissime donne conservano ancora il corredo ricamato a mano dalle loro nonne che hanno ricevuto in dono per il loro matrimonio oppure solo come ricordo di famiglia. Però se il corredo si tiene chiuso nell'armadio o nella cassapanca per molti anni i...
Pulizia della Casa

Come trattare un piano cucina in legno

Il top della cucina è uno degli elementi, che, completano la cucina delle nostre case. È un elemento importante, in quanto è una valida base di appoggio per cucinare, o per appoggiare degli elettrodomestici che si usano nel quotidiano. Ce ne sono di...
Pulizia della Casa

Come pulire e trattare le teiere

La teiera è sicuramente uno degli oggetti più presenti in ogni casa. In commercio esistono diversi modelli realizzati in materiali molto diversi fra loro. Le possiamo trovare in argento, o in ceramica, in peltro o in porcellana finissima. Si tratta,...
Pulizia della Casa

Come trattare le tende in cotone

Nelle norme della pulizia straordinaria, le tende occupano un posto importante. Periodicamente è bene lavare i tendaggi, perché essi accumulano grosse quantità di polvere specialmente se realizzati con stoffe pesanti quali il velluto o il taffetà....
Pulizia della Casa

Come combattere le formiche del legno

Le formiche del legno, per definizione, si distinguono dalle altre perché nidificano nel legno. Non sono da confondere con le termiti, a differenza delle quali non si nutrono di questo materiale ma lo ingurgitano per poi riutilizzarlo nella costruzione...
Pulizia della Casa

Come riconoscere ed eliminare i tarli del legno

Chi non ha mai sentito parlare dei tarli, se non altro per il cosiddetto "tarlo in testa". Questo antico detto ben rappresenta la vita e l'opera di questo piccolo insetto che passa gran parte della propria esistenza all'interno del legno. Il tarlo è...
Pulizia della Casa

Come igienizzare i pavimenti

Contro lo sporco dei pavimenti occorre agire usando degli accorgimenti sicuri. La pulizia va fatta facendo attenzione a non rovinare le superfici. Utilizzando così, dei prodotti adatti a ogni tipo di pavimenti che si devono trattare. Per ottenere un...