Come trattare i mobili da esterno

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se possedete un giardino o un balcone arredato e non sapete proprio come trattare il vostro mobilio, non temete, avete trovato la guida giusta per voi. I mobili da esterno, infatti, essendo particolarmente esposti alle intemperie, necessitano di cure e manutenzioni periodiche e regolari, che consentiranno di evitare spiacevoli inconvenienti e di mantenerne inalterate, per lungo tempo, le loro caratteristiche estetiche e la loro funzione.
Il trattamento cambia, naturalmente, in base al tipo di materiale ed è importante capire come prendersi cura adeguatamente dei mobili da esterno con metodi semplici ed immediati.
Vediamo dunque, con questa guida, come trattare i mobili da esterno.

26

Occorrente

  • Panno di cotone (o microfibra)
  • Detersivo per piatti
  • Pennello
  • Olio paglierino
  • Spazzola a setole morbide
  • Sapone di Marsiglia in scaglie
  • Acqua
  • Petrolio
36

Per trattare i mobili da esterno, nel caso di un arredamento in stile etnico, con mobili in bambù o in legno di vimini, dovete innanzitutto provvedere ad eliminare la polvere e la sporcizia che si deposita tra gli intrecci, utilizzando un panno di cotone leggermente umido. Realizzate una soluzione con sapone di Marsiglia ed acqua e lavate le varie suppellettili, aiutandovi con una spazzola a setole morbide. È sconsigliato l'utilizzo di solventi o acidi perché andrebbero a danneggiare inevitabilmente le fibre del legno. Una volta eliminato tutto lo sporco, risciacquate abbondantemente con acqua e fate asciugare al sole.

46

Per trattare i mobili da esterno di un arredamento classico vi sarà necessario semplicemente rimuovere lo sporco con acqua e detersivo per i piatti ed asciugare con un panno in cotone o microfibra. Per trattare i mobili da esterno in ferro battuto, invece, potete togliere la polvere con un pennello, così da penetrare bene anche negli eventuali interstizi e, successivamente, applicare un leggero strato di petrolio, aiutandovi con un panno morbido. Questo metodo è fondamentale per evitare la formazione di ruggine.

Continua la lettura
56

La manutenzione dei mobili da esterno in legno, invece, implica un maggiore dispendio di energie. Per prima cosa, dovete pulirli con un panno di cotone, leggermente umido, per rimuovere la polvere. Inoltre, se l’arredo è rimasto fuori durante la stagione fredda, vi suggeriamo di passare dell’impregnante, così da nutrire il legno e proteggerlo. In caso contrario, vi basterà lucidarne la superficie con dell’olio paglierino o con delle adeguate cere protettive. Vedrete che, con questi semplici rimedi, il vostro arredo da giardino si conserverà inalterato nel tempo: non vi rimane che metterli in pratica.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Effettuate una manutenzione periodica dei vostri mobili da esterno.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come proteggere i mobili da giardino in vimini

Il vimine, solitamente intrecciato, è molto utilizzato per la costruzione di accessori da giardino: mobili, tavoli, sedie. Si tratta di un legno molto resistente ma al tempo stesso facilmente lavorabile grazie alla sua flessibilità. Una volta essiccato...
Esterni

Scegliere i mobili per il patio

Come tutti sanno il patio non è altro che un cortile interno tipico delle grandi ville, caratterizzato solitamente da arredi tipici da giardino. Questo elegante cortile interno, solitamente viene circondato da piante, alberi o fiori, in base ai propri...
Esterni

Come pulire il parquet da esterno

Il parquet è una particolare tipologia di pavimentazione costituita generalmente da singoli elementi di legno. Come si può facilmente intuire, si tratta dunque di un materiale "vivo" influenzabile dagli sbalzi di temperatura e di umidità che con il...
Esterni

Come rimuovere la ruggine dai mobili da giardino

A causa dell'umidità eccessiva nell'aria, sulla superficie dei mobili (soprattutto quelli da esterno), si forma la ruggine. Tuttavia, la rimozione della ruggine dal metallo non è così difficile come si potrebbe pensare; è possibile infatti, utilizzare...
Esterni

Come verniciare i mobili da giardino

Il giardino è un luogo splendido in cui potersi godere un bel po' d'aria fresca nella propria abitazione. Molti giardini sono talmente ampi, che è possibile arredarli con mobili adatti e specifici per l'aria aperta. Mobili in legno, in vimini e in ferro,...
Esterni

Come trattare gli arredi e pavimenti esterni in legno

Se desiderate scoprire come sia possibile trattare gli arredi e in particolare i pavimenti esterni in legno, vi consiglio di leggere con attenzione questo tutorial, saranno indicati una serie di consigli utili su come trattare le vostre superfici adeguatamente...
Esterni

Come scegliere i mobili da giardino in ferro battuto

Avere un giardino in casa, è sicuramente una grande fortuna, perché si ha la possibilità di poter trascorrere parecchio tempo all'aria aperta restando in casa. Ogni giardino però, necessità di un arredamento specifico, in grado di resistere a tutte...
Esterni

Come proteggere i mobili da giardino

Come vedremo nel corso di questo tutorial, i mobili da giardino sono degli ottimi complementi di arredo, capaci di conferire al vostro spazio esterno un valore estetico decisamente aggiuntivo, oltre che funzionale (ecco perché è importante prestare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.