Come togliere le macchie di muffa da un piumone

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La muffa è un elemento che cresce in natura, ma non per questo è destinata a permanere nelle nostre case. La muffa può essere causa di cattivi odori, può attirare ospiti indesiderati (scarafaggi) e può compromettere il corretto funzionamento di alcuni elettrodomestici. Ma non solo, se la casa è particolarmente umida, la muffa può crescere anche su vestiti e tessuti, causando la formazione di macchie antiestetiche e maleodoranti. In questa breve guida illustrerò dettagliatamente come togliere le macchie di muffa da un piumone in pochi e semplici passi, perciò suggerisco di continuare a leggere questo breve articolo per scoprire come fare. Attenzione: questa è una guida redatta a solo scopo informativo, pertanto non mi assumo alcuna responsabilità dell'uso che se ne farà.

27

Occorrente

  • Spazzola per tessuto
  • limone, sale, acqua
  • acqua ossigenata
  • fungicida
  • trielina
  • bicarbonato di sodio in polvere e aceto bianco/di mele
  • una spugna
37

Pulire i tessuti

La formazione della muffa è dovuta a umidità, condensa e mancanza di aerazione adeguata negli ambienti. Per quanto riguarda i tessuti, se si trascura una piccola macchia di muffa, questa può diventare sempre più grande, ma sopratutto molto difficile da rimuovere. Per questo motivo, è bene agire il prima possibile. Di solito, la muffa scompare esponendo il piumone macchiato alla luce del sole o, in alternativa, in un luogo caldo e secco. Dopo averlo lasciato alcune ore, spazzolare la macchia cercando di eliminarla il più possibile. Se la muffa non accenna ad andar via, si possono provare alcuni rimedi fai-da-te, semplici ed economici, per le macchie più difficili.

47

Utilizzare prodotti naturali

Dopo aver spazzolato il tessuto, eliminando una parte della macchia, applicare un miscuglio di succo di limone, sale ed acqua, lasciandolo poi asciugare per il tempo necessario. In alternativa, su può usare una soluzione di acqua ossigenata, ideale soprattutto per i tessuti di colore chiaro. Se i rimedi caserecci non hanno sortito gli effetti sperati, è possibile utilizzare un fungicida specifico, seguendo le istruzioni riportate sulla confezione.

Continua la lettura
57

Lavare il piumone a secco

Per lavare il piumone a secco, inumidire la macchia con del succo di limone, cospargerla di sale e lasciarla asciugare al sole. Si può provare anche ad utilizzare un po' di trielina. Fatto ciò, strofinare delicatamente con una spugna e un po' di acqua fresca, quindi lasciare asciugare. Un rimedio tradizionale prevede l'immersione della macchia di muffa in una tisana di timo.

67

Lavare il piumone in vasca

Un altro metodo prevede l'utilizzo della vasca da bagno. Dopo averla riempita quasi completamente con acqua calda, aggiungere 4 cucchiai di bicarbonato; per le macchie più ostinate, utilizzare un bicchiere di aceto bianco o di mele, immergere il piumone nell'acqua e lasciarlo all'interno della vasca per una notte intera. La mattina seguente, tirarlo fuori e sciacqualo bene, cambiando parecchie volte l'acqua. Infine, lasciarlo asciugare, scuotendolo di tanto in tanto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come lavare il piumone in lavatrice

Ogni anno, una volta terminata la stagione invernale, subentrano delle necessità. Fra di esse il cambio di stagione dei capi di vestiario e della biancheria più pesante occupa un posto rilevante. Bisognerà dedicarsi alla loro pulizia e lavaggio. Per...
Economia Domestica

Come pulire la muffa in un frigorifero

Cibi e bevande lasciati troppo tempo in un frigorifero, possono provocare cattivi odori e fastidiose muffe, soprattutto all'interno dei cassetti o sugli scaffali. Quando la muffa comincerà a diffondersi all'interno del frigorifero, non potrete far altro...
Economia Domestica

Come eliminare l'odore di muffa dai mobili

Eliminare l'odore di muffa dai mobili, è un lavoro che richiede tempo e pazienza. Il legno è un materiale poroso e quindi assorbe molto facilmente l'umidità e gli odori, presenti nelle vicinanze. Nel caso in cui i vostri mobili siano stati depositati...
Economia Domestica

Come evitare la formazione di muffa in bagno

Se la vostra stanza da bagno presenta periodicamente antiestetiche tracce di muffa, potete intervenire con metodi adeguati per evitare che possa generarsi di nuovo. Nello specifico si tratta di piccoli ma funzionali accorgimenti, atti ad ottimizzare...
Economia Domestica

Come eliminare le macchie dalle posate d’acciaio con i rimedi naturali

Nelle cucine italiane l'acciaio, come ben sappiamo, è il materiale maggiormente impiegato per quanto riguarda stoviglie e utensili per cucina; perciò è nel nostro interesse cercare di mantenerli al meglio, per poterli usare nel migliore dei modi. Quante...
Economia Domestica

Come rimuovere le macchie d'inchiostro dai mobili

Le macchie d’inchiostro sono piuttosto difficili da rimuovere su quasi tutte le tipologie di superfici. Chi ha a che fare con bambini piccoli sa bene cosa voglia dire avere il tavolo in legno di salotto pieno di tracce di penna biro, o il mobile di...
Economia Domestica

Come rimuovere la macchie di calcare dai bicchieri

L'acqua è un composto contenente sostanze alcaline ed altri minerali che, con il passare del tempo, causano la formazione sulla superficie dei bicchieri di macchie bianche ed opache di calcare. Non sempre è facile rimuoverle, tuttavia esistono diversi...
Economia Domestica

Come eliminare le macchie gialle sui capi d'abbigliamento

Con il passare degli anni, i nostri capi di abbigliamento mostrano i segni del tempo, soprattutto quando sono soggetti ad umidità oppure all'invecchiamento del tessuto. Principalmente sono i capi di colore chiaro a risentirne maggiormente. Infatti, possiamo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.