Come togliere la muffa dalla seta

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Le macchie sono il cruccio di molte casalinghe e non solo. Davanti a queste, è facile farsi prendere dal panico, ma è bene sapere che, per ognuna di esse, esiste la soluzione giusta per rimuoverle. È sufficiente, infatti, conoscerne la tipologia e valutare su quale superficie è presente: muro, legno, pelle, stoffa e via dicendo. Tra le più ostinate troviamo quelle di muffa. Sui muri e su alcuni tessuti, possono essere eliminate con l'ausilio della candeggina, dell'amuchina o con detergenti a base di questi prodotti. Ben diverso è il discorso quando dobbiamo trattare i tessuti delicati ed i capi colorati. In questa guida tratteremo nello specifico di come togliere la muffa dalla seta. Vediamo insieme, passo dopo passo, come procedere nel modo più corretto, senza danneggiare gli indumenti.

27

Occorrente

  • Perborato
  • bicarbonato
  • limone
  • aceto bianco
  • panno umido
37

Molti tessuti delicati possono essere trattati efficacemente con il perborato, ottenendo degli ottimi risultati. Procedete come segue. Lasciate il capo macchiato per circa otto ore immerso in acqua tiepida, successivamente lavatelo e risciacquatelo come fate abitualmente. Stendetelo al rovescio e possibilmente all'ombra. Se volete impiegare prodotti completamente naturali, cospargete la macchia di muffa presente sul tessuto in seta con del comune sale da cucina grosso, poi spremeteci sopra del succo di limone e lasciateli agire per circa un'ora. Trascorso il tempo necessario, lavate il tessuto in modo tradizionale con acqua tiepida e detersivo, quindi mettetelo ad asciugare, anche in questo caso, girato al rovescio.

47

Infine, se i capi non si sono smacchiati a dovere o se volete provare con altri sistemi, esistono altri due metodi molto utilizzati che consentono di ottenere buoni risultati: si tratta dell'uso del bicarbonato di sodio e dell'aceto bianco. Per quel che concerne il primo, dovete sapere che viene utilizzato su molti tessuti, inclusa la seta. Procedete strofinando delicatamente la macchia con dell'acqua tiepida e del bicarbonato, quindi eseguite il normale lavaggio. Dopo il suo utilizzo, troverete i colori dei vostri indumenti ravvivati e più brillanti.

Continua la lettura
57

Per quanto riguarda l'aceto bianco, lo dovete spruzzare direttamente sulla macchia ed attendere qualche minuto: agirà come uno smacchiatore eliminando perfettamente la muffa. In questo caso, procedete al lavaggio utilizzando detersivo ed ammorbidente profumati per eliminare l'odore dal tessuto. Con questi quattro metodi, potrete risolvere il vostro problema senza temere di danneggiare l'abito. Possono, inoltre, essere impiegati anche su oggetti rivestiti in seta. Non potendo effettuare un vero e proprio lavaggio, dovrete tamponare il prodotto prescelto e rimuoverlo delicatamente con l'ausilio di un panno umido e morbido.

67

Guarda il video

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

5 consigli per togliere l'odore di muffa dai vestiti

In questa guida, che ci accingiamo a proporvi, vogliamo parlarvi di un argomento alquanto diffuso e comune e cioè quello dell’ odore di muffa. Può infatti accadere, che spesso, in particolare negli armadi, si possa diffondere uno sgradevole odore...
Pulizia della Casa

Come togliere la muffa da armadi e cassetti in legno

Avere una pesante umidità all'interno della casa, provoca l'insorgere di problematiche legate alla muffa, di diverse tipologie. Spesso, questo problema arriva con le basse temperature e nei luoghi che non vengono arieggiati in modo accurato. In questo...
Pulizia della Casa

Come togliere l'odore di muffa dai vestiti

L'odore di muffa sui vestiti. Una delle cose più fastidiose che possano accadere aprendo l'armadio. Oppure, ancora peggio, sentirlo sui capi appena tirati fuori dalla lavatrice, che invece dovrebbero avere un delicato odore di bucato! E cosa fare se...
Pulizia della Casa

Come togliere le macchie di muffa da borse e scarpe

Non sempre sappiamo esattamente come togliere le macchie di qualunque genere, da indumenti ed accessori in pelle o in tessuto. Alle volte la soluzione è davvero semplice, altre volte risulta essere più complicata. Supponiamo che la nostra borsa preferita...
Pulizia della Casa

Consigli per togliere le macchie di muffa dai vestiti

Lasciando un capo incustodito in un cassetto o in un armadio per molto tempo, può succedere che si formi della muffa su di esso.La muffa è un tipo di fungo che si sviluppa in condizioni di umidità superiore al 50% e una temperatura di 14-16 C°. Essa...
Pulizia della Casa

Come togliere la muffa dai muri interni

La muffa è un fungo che si riproduce per mezzo di spore e batteri. Essa è molto dannosa per la nostra salute e, oltre a dare problemi di allergie, può compromettere seriamente l'apparato respiratorio (specie dei bambini). Si presenta inizialmente come...
Pulizia della Casa

Come togliere le macchie di muffa dal muro

Soprattutto nella stagione molto umida e piovosa si possono formare delle antipatiche ed antiestetiche macchie di muffa sul muro di ogni abitazione. Le muffe altro non sono che dei veri e propri microrganismi viventi, sostanzialmente simili a delle spore...
Pulizia della Casa

Come togliere le macchie di sudore sulla seta

D'estate il sudore oltre ad emanare cattivo odore, tende anche ad imbrattare i tessuti specie quelli pregiati come la seta. Inoltre un normale lavaggio non è in grado di risolvere il problema in modo definitivo, per cui è necessario intervenire con...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.