Come togliere l'odore di pesce da piatti e stoviglie

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

La voglia di mangiare pesce di solito è frenata dall'odore persistente che esso lascia in tutta la casa dopo la cottura. Quando si cucina il pesce, soprattutto durante la frittura o cottura alla griglia, l'odore che si genera è particolarmente forte e sgradevole. Ma ora vediamo nella seguente guida come togliere l'odore di pesce da piatti e stoviglie.

25

Occorrente

  • Aceto bianco
  • Limone
  • Detersivo
  • Bicarbonato
35

Enzimi batterici

Per contrastare la salinità dell'acqua di mare, le cellule dei pesci sono ricche di aminoacidi ed ammine, di cui l'ossido di trimetilammina è quello principale. Quando un pesce muore, alcuni enzimi batterici iniziano ad attaccare la carne e i muscoli che contengono l'ossido di trimetilammina iniziano a decomporsi, provocando la rottura dell'ossido, che si traduce in cattivo odore. Quindi, più fresco è il pesce, minore sarà l'intensità dell'odore sprigionato.

45

La lavastoviglie

Per chi usa la lavastoviglie, dopo aver sciacquato tutto sotto l'acqua fredda, nebulizzare l'aceto su tutte le stoviglie con uno spruzzino, aggiungendo nella vaschetta del detersivo anche un cucchiaio di bicarbonato e mezzo limone. È consigliabile lavare i piatti e le pentole usate per cucinare il pesce separatamente dalle altre, in quanto rischierebbero di "contaminarle" con l'odore sgradevole. Per potenziare ulteriormente l'azione anti-odore dell'aceto bianco, è possibile aggiungere all'acqua per lavare i piatti anche il succo di un limone ed il limone stesso diviso a metà: oltre a rendere l'acqua più profumata, il succo del limone aiuterà ad eliminare anche gli odori più persistenti e difficili da debellare.

Continua la lettura
55

Aceto bianco

Per eliminare il cattivo odore che le preparazioni a base di pesce lasciano inevitabilmente su piatti, pentolame e stoviglie, non saranno necessari detersivi particolari o sgrassatori super profumati. Ciò che veramente servirà, lo si può trovare facilmente in casa e sarà sicuramente molto ecologico ed assolutamente non nocivo alla salute: si tratta dell'aceto bianco. Il segreto per avere piatti senza aromi poco piacevoli, è sciacquarli subito sotto un getto d'acqua fredda dopo aver tolto ogni residuo di cibo; successivamente, basterà unire un bicchiere d'aceto bianco al normale detersivo per i piatti e lasciare piatti e stoviglie a bagno per qualche minuto. Procedere poi al lavaggio mettendo sulla spugna una goccia di detersivo ed un po' di aceto, sciacquare sotto l'acqua fredda per eliminare tutti i residui di schiuma e lasciare asciugare. L'aceto bianco neutralizzerà l'odore di pesce ed evaporerà scomparendo completamente, non lasciando nessuna traccia.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come eliminare l'odore di pesce dalle stoviglie

Se hai intenzione di preparare una cena afrodisiaca a base di pesce e champagne per festeggiare il compleanno della tua dolce metà oppure San Valentino, questa guida farà certamente al caso tuo. Se hai intenzione di realizzare i piatti della tua cenetta...
Economia Domestica

Come eliminare l'odore dell'uovo dalle stoviglie

L'uovo è l'alimento dalle mille risorse, indispensabile in cucina, l'ingrediente perfetto quando non si ha troppa voglia di cucinare e vogliamo fare qualcosa di veloce come le classiche uova al tegamino. Nella maggior parte dei casi costituisce l'ingrediente...
Economia Domestica

Come organizzare le stoviglie di casa

La cucina è la zona della casa che maggiormente utilizziamo nel corso della giornata. Preparare i pasti è infatti essenziale per la nostra sopravvivenza. Ciò comporta l'uso di tanti utensili da cucina, elettrodomestici e detergenti per l'igiene della...
Pulizia della Casa

Come lavare le stoviglie

Non tutto si può lavare con la lavastoviglie, il lavaggio a mano è quindi una necessità per tutti. Sembra una sciocchezza, ma le stoviglie devono essere lavate bene, perché sono usate per mangiare! Ecco una piccola guida con trucchi e segreti per...
Pulizia della Casa

Come lavare piatti e stoviglie senza detersivo

In una società che è sempre più attenta a salvaguardare gli ecosistemi e l'ecologia, anche una piccola azione quotidiana, come lavare piatti e stoviglie senza usare detersivo chimico, eseguita da una moltitudine di persone, apporta un notevole aiuto...
Pulizia della Casa

Come sterilizzare le stoviglie di legno

Da qualche tempo, sulle riviste femminili e sui migliori portali web esistenti, si parla frequentemente di salute e igiene: partendo dal principio "prevenire è meglio che curare", numerose mamme responsabili e mogli diligenti decidono di seguire delle...
Economia Domestica

Come disinfettare le stoviglie

Piatti, bicchieri, posate, pentole: li usiamo tutti i giorni, ma come possiamo essere sicuri che siano puliti davvero a fondo? Sia che vengano lavati a mano o in lavastoviglie, il detersivo può non bastare. Ecco allora alcuni trucchi e suggerimenti su...
Pulizia della Casa

Come caricare la lavastoviglie

Caricare le stoviglie da pulire in una lavastoviglie può sembrare semplice, quasi un gioco da ragazzi. La verità è che non è affatto così. Infatti un carico di stoviglie posizionato nella maniera più giusta non sarà solamente più brillante e pulito,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.