Come togliere l'odore di pesce da piatti e stoviglie

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

La voglia di mangiare pesce di solito è frenata dall'odore persistente che esso lascia in tutta la casa dopo la cottura. Quando si cucina il pesce, soprattutto durante la frittura o cottura alla griglia, l'odore che si genera è particolarmente forte e sgradevole. Ma ora vediamo nella seguente guida come togliere l'odore di pesce da piatti e stoviglie.

25

Occorrente

  • Aceto bianco
  • Limone
  • Detersivo
  • Bicarbonato
35

Enzimi batterici

Per contrastare la salinità dell'acqua di mare, le cellule dei pesci sono ricche di aminoacidi ed ammine, di cui l'ossido di trimetilammina è quello principale. Quando un pesce muore, alcuni enzimi batterici iniziano ad attaccare la carne e i muscoli che contengono l'ossido di trimetilammina iniziano a decomporsi, provocando la rottura dell'ossido, che si traduce in cattivo odore. Quindi, più fresco è il pesce, minore sarà l'intensità dell'odore sprigionato.

45

La lavastoviglie

Per chi usa la lavastoviglie, dopo aver sciacquato tutto sotto l'acqua fredda, nebulizzare l'aceto su tutte le stoviglie con uno spruzzino, aggiungendo nella vaschetta del detersivo anche un cucchiaio di bicarbonato e mezzo limone. È consigliabile lavare i piatti e le pentole usate per cucinare il pesce separatamente dalle altre, in quanto rischierebbero di "contaminarle" con l'odore sgradevole. Per potenziare ulteriormente l'azione anti-odore dell'aceto bianco, è possibile aggiungere all'acqua per lavare i piatti anche il succo di un limone ed il limone stesso diviso a metà: oltre a rendere l'acqua più profumata, il succo del limone aiuterà ad eliminare anche gli odori più persistenti e difficili da debellare.

Continua la lettura
55

Aceto bianco

Per eliminare il cattivo odore che le preparazioni a base di pesce lasciano inevitabilmente su piatti, pentolame e stoviglie, non saranno necessari detersivi particolari o sgrassatori super profumati. Ciò che veramente servirà, lo si può trovare facilmente in casa e sarà sicuramente molto ecologico ed assolutamente non nocivo alla salute: si tratta dell'aceto bianco. Il segreto per avere piatti senza aromi poco piacevoli, è sciacquarli subito sotto un getto d'acqua fredda dopo aver tolto ogni residuo di cibo; successivamente, basterà unire un bicchiere d'aceto bianco al normale detersivo per i piatti e lasciare piatti e stoviglie a bagno per qualche minuto. Procedere poi al lavaggio mettendo sulla spugna una goccia di detersivo ed un po' di aceto, sciacquare sotto l'acqua fredda per eliminare tutti i residui di schiuma e lasciare asciugare. L'aceto bianco neutralizzerà l'odore di pesce ed evaporerà scomparendo completamente, non lasciando nessuna traccia.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come lavare piatti e stoviglie senza detersivo

In una società che è sempre più attenta a salvaguardare gli ecosistemi e l'ecologia, anche una piccola azione quotidiana, come lavare piatti e stoviglie senza usare detersivo chimico, eseguita da una moltitudine di persone, apporta un notevole aiuto...
Pulizia della Casa

Come togliere l'odore di uovo

Moltissime ricette, sia dolci che salate, richiedono l'utilizzo dell'uovo al loro interno. Il problema essenziale, quando si utilizza questo ingrediente, è che gli utensili e l'ambiente tendono a catturarne il naturale odore e lo trattengono anche in...
Pulizia della Casa

Come eliminare l'odore di pesce dal frigorifero

Tra i vari odori che gli alimenti possono diffondere nel frigorifero quello del pesce è uno dei più forti e difficili da rimuovere. Questo odore fastidioso non scaturisce da un'errata conservazione dell'alimento ma è frutto delle sue caratteristiche,...
Pulizia della Casa

Come togliere l'odore di sudore dagli abiti

Vestirsi bene è sicuramente molto importante, ma non basta per avere un buon aspetto. Oltre a ciò, infatti, occorre che il proprio odore sia il meno pesante possibile, specie se si lavora in ufficio. Tuttavia, anche quando si è a casa, non si può...
Pulizia della Casa

Come togliere il cattivo odore dalla lavastoviglie

Potrebbe sembrare strano che un elettrodomestico che serve a pulire debba avere bisogno di essere pulito. Di fatti, ogni volta che la lavastoviglie viene utilizzata, la schiuma di sapone e i pezzi di cibo possono rimanere intrappolati al suo interno....
Pulizia della Casa

Come togliere l'odore di muffa dai vestiti

L'odore di muffa sui vestiti. Una delle cose più fastidiose che possano accadere aprendo l'armadio. Oppure, ancora peggio, sentirlo sui capi appena tirati fuori dalla lavatrice, che invece dovrebbero avere un delicato odore di bucato! E cosa fare se...
Pulizia della Casa

Come rimuovere l'odore di pesce dal congelatore

Il pesce è una vera e propria bontà e solitamente non manca mai all'interno del congelatore, in modo da poterlo avere a disposizione non appena se ne ha voglia. Se anche voi usate congelare il pesce, sicuramente vi sarà capitato di veder riempirsi...
Pulizia della Casa

Come togliere l’odore dai mobili

Molto spesso, capita che i mobili di casa, soprattutto se si tratta di mobili antichi oppure datati, assumano un odore abbastanza sgradevole, che dipende essenzialmente da alcuni fattori specifici. Generalmente, le principali cause sono la muffa, la vernice...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.