Come togliere l'odore di muffa dai vestiti

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'odore di muffa sui vestiti. Una delle cose più fastidiose che possano accadere aprendo l'armadio. Oppure, ancora peggio, sentirlo sui capi appena tirati fuori dalla lavatrice, che invece dovrebbero avere un delicato odore di bucato! E cosa fare se si desidera mettere subito un capo con un odore certamente non molto gradevole? In questa guida vi darò qualche consiglio per risolvere con metodi casalinghi l'odioso problema di come togliere l'odore di muffa dai vestiti.

26

Se si sente odore di muffa sui vestiti freschi di bucato, la causa può dipendere principalmente da due motivi. Se si lasciano gli indumenti bagnati per troppo tempo, potrebbero generare muffa, emanando di conseguenza un odore sgradevole. La seconda possibile causa potrebbe essere l'aver riposto prematuramente vestiti non ancora perfettamente asciutti nell'armadio. In questo caso l'ambiente chiuso e ristretto con poco ricambio d'aria potrebbe agevolare la formazione di muffa. Per evitare questo rischio è sempre meglio far asciugare per un po' più di tempo i capi.

36

Nel caso in cui invece l'odore di muffa provenisse da vestiti già puliti, nell'armadio o nei cassetti, bisognerebbe lavarli immediatamente, con un piccolo accorgimento. Per togliere l'odore di muffa dai capi bisogna aggiungere al solito detersivo una tazza di aceto. Se invece il problema riguarda un capo delicato che non si ha intenzione di lavare, è perfetta una miscela di bicarbonato e aceto bianco.

Continua la lettura
46

La miscela va applicata a gocce direttamente sul vestito e successivamente va spazzolata via per bene. Una possibile alternativa è quella di appendere il capo su una stampella all'aria aperta, mettendo nelle tasche un sacchettino contenente limone, bicarbonato e alcune gocce di olio essenziale di lavanda. Questo composto non deve essere liquido. L'aver fatto arieggiare il capo e la sua successiva conservazione aiuteranno a risolvere il problema. Inoltre il sacchettino profumato nelle tasche garantisce un odore gradevole ai vestiti. La fragranza dura a lungo e nel contempo tende a deodorare l’intero armadio, una volta chiuse le ante.

56

Se invece i vestiti sono da indossare subito, occorre fare altro. Vi illustro ora Il miglior sistema per sbarazzarsi in fretta dell'odore di muffa. Bisogna mettere i capi su un asse da stiro e vaporizzare su di loro una spruzzata di profumo. Dopodiché, con il vapore del ferro da stiro bisogna dar loro una rapida e leggera stirata. In questo modo l’alcool presente nel profumo evapora con il calore. Lascia così sul tessuto una gradevole fragranza che prevale sul fastidioso odore di muffa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Consigli per togliere le macchie di muffa dai vestiti

Lasciando un capo incustodito in un cassetto o in un armadio per molto tempo, può succedere che si formi della muffa su di esso.La muffa è un tipo di fungo che si sviluppa in condizioni di umidità superiore al 50% e una temperatura di 14-16 C°. Essa...
Pulizia della Casa

Come togliere l'odore di urina dai vestiti

L'odore di urina, sia che quest'ultima è fresca o una macchia persistente, può rappresenta una sfida anche per le governanti più diligenti. Incidenti del genere possono verificarsi soprattutto quando in casa ci sono bambini o animali domestici e di...
Pulizia della Casa

Come rimuovere l'odore di muffa dalla lana

La muffa è una spora, una sorta di fungo che si forma in casa quando vi è una forte presenza di condensa. Molto spesso, agevolata anche dall'umidità, riesce ad infiltrarsi anche negli armadi, causando quel cattivo odore che si sente quando si tenta...
Pulizia della Casa

Come togliere la muffa dai libri

Per chi è appassionato di libri, non c'è niente di più brutto che veder apparire tra le pagine le macchie della muffa. Purtroppo nelle nostre case non ci sono le condizioni ideali per la conservazione dei libri e, soprattutto se il tomo è vecchio,...
Pulizia della Casa

Come rimuovere l'odore di muffa dai tappeti

Se in casa avete dei tappeti che magari a seguito dell'umidità nell'ambiente presentano uno sgradevole odore di muffa, potete rimediare a ciò, adottando alcune tecniche di pulizia con svariati prodotti anche di tipo naturale. In riferimento a ciò,...
Pulizia della Casa

Come eliminare l'odore di muffa dal bucato

A volte capita che i panni, pur essendo appena lavati, presentino uno strano odore di muffa. Questo succede perché rimanendo umidi per molto tempo la muffa si infila tra le fibre e un semplice lavaggio, anche ad alte temperature, può non bastare per...
Pulizia della Casa

Come eliminare l'odore di muffa da una giacca di pelle

Le giacche di vera pelle sono capi confortevoli, ma particolarmente delicati. La pelle, che proviene direttamente dalla concia di alcuni animali, proprio come la nostra pelle, ha bisogno di mantenersi sempre pulita, di far respirare i pori e di essere...
Pulizia della Casa

Come rimuovere l'odore di muffa dai libri

Se in casa abbiamo dei libri che una volta aperti emanano un cattivo odore di muffa, ci sono molti rimedi per ovviare all'inconveniente, che si rivelano utili anche per salvarli, visto che questa condizione, tende a far rompere le pagine o a renderle...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.