Come togliere il sapone dalle piastrelle del bagno

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Le piastrelle dei nostri bagni sono costantemente messe a dura prova da saponi e vapori. Spesso quindi lo sporco finisce per depositarsi sullo smalto e tra le fughe, opacizzando la brillantezza naturale delle nostre piastrelle. Come fare per riportarle a nuovo? Semplicissimo! Per rimuovere sporco e sapone dalle nostre piastrelle ci basterà adottare qualche piccola astruzia. Andiamo allora a scoprire insieme come togliere il sapone dalle piastrelle del bagno.

26

Occorrente

  • Bicarbonato di sodio
  • Succo di limone
  • Panno di daino
  • Spazzola per bucato
  • Segatura
36

Iniziamo dunque a scoprire come pulire le piastrelle del nostro bagno dal sapone accumulato sulla superficie. Partiamo da quelle delle pareti. Quest'ultime tendono a sporcarsi molto facilmente poiché posizionate in prossimità della loro superficie ci sono spesso i servizi igienici. Di conseguenza il sapone utilizzato si va a depositare negli interstizi e tra le giunture.

46

L'intervento di rimozione del sapone accumulato, consiste nell'utilizzare dell'acqua calda applicata insieme a del succo di limone e al bicarbonato di sodio. Lo scopo dei prodotti naturali è quindi quello di agire in modo del tutto naturale e non aggressivo. Il limone svolge un'azione sgrassante e dissolvente mentre il bicarbonato di sodio applica una leggera abrasione. Entrambi poi impediscono all'acqua di generare nuovamente calcare una volta asciugata. Dopo l'intervento, aiutandoci eventualmente con una spazzola per il bucato per rimuovere il sapone più duro, utilizziamo un panno di daino che ridona alle piastrelle il loro splendore naturale. Nel caso in cui le piastrelle da pulire da macchie di sapone siano quelle del pavimento, anche in questo caso, possiamo intervenire con prodotti naturali ed alcuni utensili per la pulizia domestica.

Continua la lettura
56

Per intervenire sulla pulizia della nostra pavimentazione piastrellata della stanza da bagno, possiamo dunque effettuare un lavaggio preliminare con dell'acqua. In questo modo andremo a pulirla e nel contempo ammorbidiremo il sapone che si è solidificato. A questo punto, prendiamo una ciotola e all'interno creiamo una sorta di pasta abrasiva, miscelando bicarbonato di sodio in polvere, alcune gocce di succo di limone e una tazzina di aceto bianco. Il prodotto realizzato andrà quindi cosparso su tutta la pavimentazione. Dopodichè con una scopa strofiniamo con dei movimenti circolari concentrici. Alla fine utilizziamo della segatura molto sottile che ci servirà per asciugare la superficie e nel contempo esercitare un'ulteriore azione abrasiva. Quando andremo a rimuoverla otterremo finalmente una pavimentazione completamente libera da tracce di sapone, perfettamente igienizzata e splendente, come merita una stanza da bagno.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per una maggiore detergenza, lasciamo agire il nostro prodotto naturale per qualche minuto prima di rimuoverlo dalla superficie
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come scegliere la pavimentazione per i terrazzi

Se la vostra casa dispone di un attico o di un terrazzo privato, dotarlo di una pavimentazione adatta costituisce una scelta obbligata, sia da un punto di vista estetico che funzionale. Trattandosi di un lavoro piuttosto impegnativo e costoso, oltre...
Esterni

Come scegliere la pavimentazione del garage

L'organizzazione e la sistemazione di un'abitazione sono dei passi fondamentali quando si decide di preparare una casa prima di un nostro trasferimento o di una eventuale ristrutturazione. Uno degli ambienti più difficili da riorganizzare è senza alcuna...
Arredamento

Come scegliere la pavimentazione della taverna

Quando siamo alle prese con la costruzione o la ristrutturazione della taverna della nostra casa, dobbiamo per forza di cose stabilire determinate linee per orientarci sulla scelta dei materiali da impiegare per tale scopo. Generalmente la taverna, è...
Esterni

Pavimentazione per esterni: quale scegliere

La pavimentazione per esterni è un elemento molto importante soprattutto per le zone esposte alle intemperie. Facile da installare e in grado di sopportare sbalzi di temperatura (se si sceglie il tipo giusto), questo pavimento offre anche infinite possibilità...
Ristrutturazione

Come Preparare La Base Per Una Pavimentazione A Secco

Capita a volte di voler ricavare un vialetto o un sentiero nel proprio giardino e, spinti dalla voglia di realizzarlo da soli, per motivi economici o per estro creativo, magari decidere di provare con il fai da te. Se optate per questa soluzione, dovete...
Esterni

Come eseguire la pavimentazione di un cortile

Quando acquistiamo un'abitazione nuova, cerchiamo sempre qualcosa che possegga un bel giardino magari con un cortile. Purtroppo però, non tutte le case possono soddisfare le nostre esigenze. Infatti è molto probabile trovare sul mercato, case con il...
Arredamento

Consigli utili per scegliere il pavimento giusto

In questa guida daremo alcune dritte molto importanti a tutti coloro che hanno la necessità di scegliere il pavimento giusto per la propria abitazione, ufficio oppure anche per il locale in cui si svolge la propria attività e così via. Se, per esempio,...
Esterni

Come fare una pavimentazione in porfido

Il porfido è uno dei materiali naturali più utilizzati per realizzare pavimentazioni da esterni; infatti, il vantaggio di questa pietra è che garantisce resistenza, si può reperire di diverse tonalità e sfumature, ed è ideale per eccellenti decorazioni....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.