Come togliere il cattivo odore dalla lavastoviglie

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Potrebbe sembrare strano che un elettrodomestico che serve a pulire debba avere bisogno di essere pulito. Di fatti, ogni volta che la lavastoviglie viene utilizzata, la schiuma di sapone e i pezzi di cibo possono rimanere intrappolati al suo interno. Questi ultimi, col tempo, possono trasformarsi in cibo avariato che, uniti ai depositi di calcio, possono generare odori sgradevoli. Fortunatamente, non è difficile togliere il cattivo odore dalla lavastoviglie e nella seguente guida scopriremo come.

25

Occorrente

  • Limone
  • bicarbonato di sodio
  • Polvere di acido citrico
  • Detergente biologico per piatti
35

Provare ad aggiungere delle bucce di limone durante il normale lavaggio per eliminare eventuali odori di cibo e lasciare un gradevole profumo sulle stoviglie. Ancora meglio se si taglia un limone a metà e lo si lascia nella lavastoviglie prima, durante e dopo il ciclo.
Per sbarazzarsi invece dell'odore di plastica che si sente quando la lavastoviglie è nuova, provare a lasciare i cestelli e i vassoi fuori al sole: il calore solare farà rilasciare i gas prodotti dai rivestimenti plastici. Successivamente, aggiungere un cucchiaio di bicarbonato di sodio nella lavastoviglie ogni volta che si esegue un carico; il bicarbonato di sodio assorbe gli odori quando la plastica si riscalda durante il lavaggio.

45

Prima del lavaggio, versare 2 tazze di aceto nella lavastoviglie e lasciare riposare per circa 30 minuti prima di utilizzare la lavastoviglie. Al posto dell'aceto, è possibile utilizzare un bicchiere di limonata senza zucchero.
Altro metodo è l'utilizzo del detergente biologico in polvere per lavare i vestiti: metterne 2 tazze nella lavastoviglie ed eseguirlo il lavaggio a vuoto a temperatura massima per una decina di minuti; poi spegnerla e lasciare riposare la soluzione di acqua calda e detergente in lavastoviglie per circa 2 ore, dopodiché terminare il ciclo.

Continua la lettura
55

Quando la lavastoviglie non è in uso, assicurarsi di lasciare la porta leggermente aperta in modo da permettere all'aria di circolare al suo interno. Contrariamente, tenendo la porta chiusa si creerebbe umidità causata anche dal buio, generando il cattivo odore. Se i metodi precedentemente descritti non sono in grado di risolvere il problema, si può ricorrere ad un rimedio infallibile: la polvere di acido citrico. Questa sostanza, oltre ad eliminare i cattivi odori, può aiutare a rimuovere l'accumulo di depositi di calcio nella lavastoviglie; è sufficiente aggiungere una mezza tazza ed utilizzare la lavastoviglie come si farebbe normalmente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

10 modi per togliere il cattivo odore dal frigorifero

Quante volte ci è capitato di aprire il frigorifero ed esseri pervasi da un odore altamente sgradevole! Tutto questo denota fastidio e ripudio verso quel bene, creato, per la conservazione dei nostri cibi. Tuttavia, vi sono molti rimedi per evitare che...
Pulizia della Casa

Come eliminare il cattivo odore dal water

In questo articolo, abbiamo pensato di proporvi un argomento veramente utile, che tratta un problema altamente diffuso nelle nostre case. Vogliamo appunto farvi capire come poter eliminare il cattivo odore, che viene fuori dal nostro water, in modo che...
Pulizia della Casa

Come alleviare l'odore cattivo del sudore

L'odore di sudore, si sa, è qualcosa di estremamente fastidioso in grado di creare non poco imbarazzo fra le persone. Per fronteggiare tale problema, i rimedi proposti sono i più disparati: si va dalla corretta alimentazione alla scelta di indumenti...
Pulizia della Casa

Come togliere l'odore di sudore dagli abiti

Vestirsi bene è sicuramente molto importante, ma non basta per avere un buon aspetto. Oltre a ciò, infatti, occorre che il proprio odore sia il meno pesante possibile, specie se si lavora in ufficio. Tuttavia, anche quando si è a casa, non si può...
Pulizia della Casa

Come togliere l'odore di pesce da piatti e stoviglie

La voglia di mangiare pesce di solito è frenata dall'odore persistente che esso lascia in tutta la casa dopo la cottura. Quando si cucina il pesce, soprattutto durante la frittura o cottura alla griglia, l'odore che si genera è particolarmente forte...
Pulizia della Casa

Come togliere l’odore dai mobili

Molto spesso, capita che i mobili di casa, soprattutto se si tratta di mobili antichi oppure datati, assumano un odore abbastanza sgradevole, che dipende essenzialmente da alcuni fattori specifici. Generalmente, le principali cause sono la muffa, la vernice...
Pulizia della Casa

Rimedi contro il cattivo odore in bagno

Il bagno è un ambiente della casa dal quale purtroppo provengono innumerevoli e fastidiosi odori maleodoranti. Questi possono essere causati da diversi motivi: lo scarico del bagno, la fognatura o addirittura la presenza di muffe che si annidano sulle...
Pulizia della Casa

Come togliere l'odore di urina dai vestiti

L'odore di urina, sia che quest'ultima è fresca o una macchia persistente, può rappresenta una sfida anche per le governanti più diligenti. Incidenti del genere possono verificarsi soprattutto quando in casa ci sono bambini o animali domestici e di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.