Come togliere il calcare dal soffione

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Senza dubbio, capita molto spesso che il soffione della doccia inizi a non funzionare più bene. Il problema di quest'ultimo potrebbe essere un'ammasso eccessivo di calcare che ostruisce l'uscita dell'acqua dai fori. Naturalmente se il soffione non è bucato, un rimedio per togliere il calcare e, farlo ritornare efficiente come prima c'è, basta usare i prodotti giusti. Attraverso i passi di questa guida vi saranno dati degli utili suggerimenti su come togliere il calcare dal soffione.

27

Occorrente

  • prodotto anticalcare
  • aceto
  • ago grosso da cucito
37

Per prima cosa dovrete smontare la mascherina del soffione la quale, normalmente, è provvista di una vite al centro del disco. Una volta che avrete svitato la vite, utilizzando un cacciavite a stella delle dimensioni giuste, potrete toglierla e, togliere via il calcare che si trova nella parte interna del soffione. A tal proposito vi consiglio di sfruttare un apposito prodotto anti-calcare come il noto prodotto "Viakal". Versate un po' di prodotto sulla superficie del soffione e lasciatelo agire per almeno dieci minuti.

47

Una volta che sarà trascorso il tempo necessario perché il prodotto possa agire, sciacquate con acqua corrente e prendete dal gruppo doccia solamente il soffione, ossia il disco provvisto con i buchi. Mettete quest'ultimo all'interno di un contenitore non alimentare, e aggiungete anche qui un po' di anti-calcare o, se preferite, dell'aceto bianco. Lasciate nuovamente agire il prodotto per almeno dieci minuti, se utilizzate un prodotto industriale come il "Viakal", se invece utilizzate l'aceto l'asciate il soffione nella bacinella almeno trenta minuti.

Continua la lettura
57

A questo punto il calcare dovrebbe essersi completamente sciolto. Qualora non fosse così, sfruttando un ago da cucito, grosso, provvedete a ripristinare i piccoli buchi di fuoriuscita dell'acqua, nei punti in cui il prodotto non ha fatto effetto. Infilate l'ago all'interno dei buchi del soffione e rompete gli ammassi di calcare che hanno resistito al trattamento. Infine, sciacquate nuovamente con abbondante acqua il tutto e, riposizionate il soffione nel suo alloggio, dentro la cabina doccia. Naturalmente questa pulizia, dovrà ripetersi, almeno ogni due, tre mesi, perché dopo un certo periodo di utilizzo, noterete che il soffione inizierà nuovamente ad avere problemi, per il troppo calcare contenuto nell'acqua. Il momento in cui, il calcare, nonostante la pulizia che ci siamo prefissi di fare, non andrà via, allora non ci rimane che andare l più vicino negozio che tratta rubinetteria per il bagno e comprarne uno nuovo.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' consigliabile ogni due tre mesi svitare la mascherina del soffione e togliere il calcare depositato
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come scegliere la doccia adatta al bagno

Per un effetto bello ed elegante, è indispensabile sapere come scegliere la doccia adatta al bagno. Esistono molti fattori da considerare, tra cui la quantità dello spezio a disposizione, la forma della stanza e il suo stile. Inoltre, dovrete esaminare...
Ristrutturazione

Errori da evitare nel togliere la ruggine da un cancello

Se il cancello di ingresso della nostra casa o del giardino si presenta molto arrugginito, possiamo intervenire per eliminare l'inconveniente, e poi eventualmente decidere se lasciarlo con la sua vernice originale oppure tinteggiarlo. A prescindere dalla...
Ristrutturazione

Come togliere l'intonaco da una volta

Nelle case più antiche, può capitare di trovare un soffitto a volta e di volerlo riportare al suo iniziale splendore, rimuovendo l'eventuale intonaco che lo ricopre. Per tale ragione, nei passi a seguire, vi fornirò alcuni utili consigli su come togliere...
Ristrutturazione

Come togliere la carta da parati

Stanchi delle vostre pareti piene di carta da parati ormai vecchia e piena di bolle o piccoli strappi fastidiosi e brutti da vedere? In questa breve e semplice guida vi spiegherò, passo dopo passo, come togliere la vostra vecchia carta da parati per...
Ristrutturazione

Come togliere piccoli graffi dalle mura

Pochi mesi dopo aver imbiancato totalmente la propria abitazione, potrebbe succedere di trovare dei piccoli segni sui muri provocati dal manico della scopa, dallo stendibiancheria oppure da matite e pennarelli adoperati dai bambini per giocare. Nei seguenti...
Ristrutturazione

Come rimediare ai piccoli danni arrecati alla vasca da bagno

Con il trascorre degli anni, a causa dell'invecchiamento, lo smalto delle vasche da bagno inizia a diventare particolarmente opaco e perdere la sua brillantezza: inoltre, il calcare si accumula sulla propria superficie e non raramente saltano perfino...
Ristrutturazione

Come sostituire la tavoletta del water

Un tempo la tavoletta del water si comprava bianca o nera. I più audaci osavano per qualche colore pastello, come il verde, il rosa e il celeste. Nella guida che segue vi sarà spiegato nei minimi dettagli come sostituire la tavoletta del water. Non...
Ristrutturazione

Come costruire una parete in vetrocemento per doccia

Se nella vostra stanza da bagno intendete posare un piatto doccia come recinzione, potete optare per una parete in vetrocemento anziché quella in plexiglas, peraltro soggetta ad opacizzarsi e a graffiarsi. Il lavoro non è difficile, e richiede soltanto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.