Come togliere i segni di calcare intorno ai rubinetti

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Il calcare minaccia ogni superficie a contatto con l'acqua, dai rubinetti agli elettrodomestici. Se nel caso dei primi è visibile esternamente, nella lavatrice o nel frigorifero si accumula all'interno compromettendone il funzionamento. Il calcare, o carbonato di calcio, si forma infatti con l'acqua "dura", cioè un acqua con alto contenuto di calcio e magnesio. Se ristagna sulle superfici o all'interno di tubature, quest'acqua deposita il calcare, dapprima come una leggera patina, poi in massa sempre più densa, fino a causare vere e proprie incrostazioni. Sul mercato esistono numerosi anticalcare, certamente efficaci ma altrettanto dannosi per l'ambiente e la salute, oltre che costosi. Ma per togliere i segni del calcare, basta avere a disposizione una sola arma, presente in ogni dispensa di casa: l'aceto bianco.

25

Economico, versatile ed estremamente comune, l'aceto è il mezzo utilizzato da sempre come anticalcare, spesso combinato con acqua o altri prodotti altrettanto comuni nelle case, come il limone e il bicarbonato. Usare l'aceto di vino bianco è semplice: può essere impiegato in ogni rapida pulizia quotidiana ma anche come trattamento d'urto contro il calcare. Vediamo come utilizzarlo nella pulizia dei rubinetti.

35

Poiché di solito i rubinetti del bagno e della cucina sono in acciaio o cromati, la loro superficie lucida lascia intravedere subito eventuali tracce di calcare, soprattutto attorno alle giunture e nel punto di appoggio al lavello, dove si forma il tipico anellino giallognolo di calcare. E qui entra in gioco l'aceto. Se l'incrostazione è evidente, basta versare su un panno una quantità di aceto e di acqua calda e avvolgere con esso il rubinetto. Lasciare agire per un paio d'ore, dopo di che rimuovere il panno. Risciacquare con acqua fredda e asciugare la superficie. L'asciugatura è una buona prassi dopo l'utilizzo dei lavelli e dei lavandini, per evitare il ristagno d'acqua e il conseguente ritorno del calcare.

Continua la lettura
45

Ma il calcare peggiore è quello che non si vede: intasa i filtri dei rubinetti, causando non solo un afflusso limitato di acqua, ma anche l'accumulo di batteri. In questo caso, almeno una volta l'anno, è utile svitare i filtri dei rubinetti (e anche del soffione della doccia) e metterli a bagno in un recipiente con aceto bianco puro o diluito con acqua calda. Si lascia agire per qualche ora, dopo di che si lasciano asciugare. Una volta che i filtri sono puliti e completamente asciutti si possono riavvitare, avendo cura di pulire anche la parte a vite del rubinetto.

55

Per la pulizia quotidiana è invece sufficiente usare uno spruzzino con all'interno metà acqua e metà aceto, magari con l'aggiunta di qualche goccia di limone per stemperare l'odore dell'aceto. Ma non solo rubinetti: l'aceto può essere usato per la pulizia di tutte le superfici lavabili, come anticalcare, lucidante e antibatterico.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come rimuovere il calcare dai rubinetti

Non c'è dubbio: il peggior nemico dei rubinetti e in generale di ogni tipo di conduttura è rappresentato certamente dal calcare. Corrosivo, difficilmente penetrabile e quasi impossibile da debellare se non si utilizzano i rimedi corretti, il calcare...
Pulizia della Casa

Come liberare i rubinetti dal calcare

La lotta che le casalinghe devono affrontare giorno dopo giorno è quella contro il calcare. La formazione di calcare sia all'esterno e sia all'interno delle tubature domestiche è una conseguenza dell'erosione e dello scioglimento delle rocce calcaree...
Pulizia della Casa

Come togliere l'ossidazione dai rubinetti

In genere dove c'è l'umidità e soprattutto l'acqua si crea l'ossido, specie quando nelle immediate adiacenze ci sono strutture in metallo. Anche i rubinetti domestici sono soggetti a questo inconveniente, per cui è necessario rimuoverlo soprattutto...
Pulizia della Casa

Come togliere il calcare dal vostro bagno

Chi di voi non incontra delle difficoltà nel mantenere brillanti e splendenti i rubinetti del proprio bagno o il lavello della propria cucina? Il calcare, nemico numero uno di ogni buona casalinga, si annida ovunque e inesorabilmente rende opaco e biancastro...
Pulizia della Casa

Come togliere le tracce di calcare

I numerosi utensili usati in cucina, metallici e non, e anche altri oggetti come vasi, sottovasi ecc., stando a contatto con l'acqua per un lungo tempo, tendono purtroppo a macchiarsi a causa del calcare contenuto in quest'ultima. A volte, anche i prodotti...
Pulizia della Casa

Come togliere il calcare dal lavello

Il calcare è il nemico numero uno di noi casalinghe: accade spesso, infatti, che residui di calcare si depositino sulle superfici dove è presente umidità con costante presenza di acqua; tali residui vanno rimossi frequentemente, sopratutto nel lavello...
Pulizia della Casa

Come togliere i segni delle etichette

All'interno di questa guida andremo a occuparci di etichette. Nello specifico, come avrete già avuto l'opportunità di scoprire attraverso la lettura del titolo di questa guida, andremo a spiegarvi Come togliere i segni delle etichette.Le sostanze adesive...
Pulizia della Casa

Come togliere il calcare dallo scolapiatti

Il calcare depositato in tutti gli anfratti delle superfici a contatto con l'acqua è davvero antiestetico. In bagno ed in cucina la presenza del calcare sembra un problema insormontabile. In special modo sulla rubinetteria, sui sanitari, nelle fessure...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.