Come tinteggiare una parete con l'effetto glitter

Tramite: O2O 21/10/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

Con la bella stagione in arrivo è il momento giusto per rinnovare gli ambienti della propria casa. Se non sapete quale colore oppure quale stile utilizzare, e avete necessità di abbinare la tinta della parete ad un nuovo tipo di arredamento, o desiderate semplicemente creare un effetto originale anche per gli ambienti più piccoli facendoli risplendere in tutta la loro bellezza, di seguito vi saranno forniti alcuni suggerimenti adatti a voi. Vediamo insieme come tinteggiare una parete con l'effetto glitter.

26

Liberare la stanza

Una volta deciso il periodo adatto e selezionata la stanza da cui iniziare, bisognerà, se possibile, svuotare completamente l'ambiente da tinteggiare, o in alternativa spostare i mobili verso il centro della stanza, in modo tale da avere spazio di manovra durante i lavori. Se non siete riusciti a portare i mobili fuori dalla stanza, copriteli completamente con vecchie lenzuola oppure teli di nylon. A questo punto coprite il battiscopa con un adesivo largo e il pavimento con dei fogli di giornale o dei teli di nylon, per evitare di macchiarli. Non bisogna dimenticarsi di coprire porte e finestre, poiché anche queste rischiano di essere sporcate. Come per il pavimento e il battiscopa, è possibile utilizzare il nastro adesivo largo e i fogli di giornale, facendo attenzione a che siano completamente rivestite.

36

Scegliere la pittura giusta

Se la pittura esistente è in buono stato e saldamente ancorata al muro, significa che è pronta a ricevere la nuova tinteggiatura e diventa, quindi, necessario scegliere un tipo di pittura compatibile. Ricordatevi che l'idropittura può ricevere solo idropitture ed altrettanto dicasi per la tempera. Per capire quale tipo di pittura è stata utilizzata in precedenza, è sufficiente sfregare con una spugna imbevuta d'acqua la parete. Se la pittura cede con facilità si tratta di tempera, viceversa di idropittura. Dopo aver sistemato le pareti e individuato il tipo di pittura utilizzata in precedenza, tinteggiate il muro del colore desiderato utilizzando un pennello a rullo. Non bagnate esageratamente il rullo, meglio dare una passata in più che eccedere con il colore. I tempi variano in base al tipo di pittura utilizzata.

Continua la lettura
46

Aggiungere i glitter

Quando la parete sarà completamente asciutta, preparate il vetrificante, diluendolo con acqua secondo le istruzioni indicate nella confezione. Preparata la miscela, aggiungete i glitter (la quantità varia a seconda della densità desiderata). Stendete quindi il vetrificante con il pennello grande. In questo caso non è necessario seguire un metodo preciso e potrete dare il verso che preferite. Con il semplice utilizzo di una spugna potrete creare effetti particolari come, ad esempio, quello macchiato. Dopo aver steso il vetrificante è giunto il momento di lasciare asciugare; l'effetto comunque è visibile fin da subito e vi permetterà di capire se aggiungere ancora qualche glitter oppure no. Per un effetto elegante, meglio scegliere come base per le pareti tinte neutre e colori sobri come il marrone, il blu notte o il grigio.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come dipingere una parete ad effetto pennellato

Molte sono le tecniche che chiunque volesse oggigiorno dipingere la propria casa in modo originale può utilizzare. Infatti, si va dalle tecniche più immediate, come può essere la pittura semplice o la carta da parati, alle più complesse, come la patinatura...
Ristrutturazione

Come tinteggiare con effetto finto granito

Le finiture in falso marmo e granito sono effetti relativamente facili da creare: per attuare una trama marmorizzata e punteggiata, si utilizza una spazzolatura a secco, sia per rifare l'aspetto del granito che quello del marmo. Alcune foto campione o...
Ristrutturazione

Come tinteggiare una parete con il rullo

Periodicamente, le pareti ed i soffitti hanno necessità di essere tinteggiati. Generalmente questo genere di lavoro viene effettuato in primavera e in estate quando le temperature in salita favoriscono le operazioni di asciugatura. Ma, come qualsiasi...
Ristrutturazione

Come tinteggiare con effetto laccato

L'effetto laccato si presenta molto brillante e coinvolgente, traendo le sue origini da tecniche di tinteggiatura usate tradizionalmente in Cina e Giappone. La vernice usata è in realtà uno smalto ad acqua, che essicca velocemente e può essere carteggiato...
Ristrutturazione

Come decorare una parete con l'effetto legno

Se amate il legno, le sue venature ed il caldo colore che è in grado di regalare, potete approfittarne per decorare una parete in muratura con questo tipico effetto. Il lavoro non è difficile, e richiede soltanto l'uso di alcuni attrezzi e di prodotti...
Ristrutturazione

Come realizzare una parete con effetto cemento

In qualsiasi casa prima o poi arriva il momento di dover effettuare dei lavori di ristrutturazione, sia per una questione prettamente estetica, sia per ragioni strutturali. Ad ogni modo, le spese per poter eseguire questa tipologia di lavori potrebbero...
Ristrutturazione

Come tinteggiare casa con la tecnica del colore a calce

Gli stili pitturali attualmente disponibili soddisfano le molteplici esigenze abitative, anche le più fantasiose. Per arredare una casa con gusto ed eleganza, oltre al mobilio, va curata anche la tinteggiatura. Le tonalità regalano agli ambienti uno...
Ristrutturazione

Come tinteggiare a calce su una superficie irregolare

Una tecnica rinomata nella tinteggiatura delle pareti è quella del colore a calce. Per realizzare questo effetto decorativo non occorre aver dipinto la Cappella Sistina. Né bisogna aver conseguito particolari specializzazioni. Questo procedimento, infatti,...