Come tinteggiare il soffitto

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Se dopo aver ristrutturato la casa come ad esempio con la posa di pavimenti ed altri grandi interventi murari, non ci resta che concludere i lavori con la tinteggiatura delle pareti. Tuttavia questa fase deve essere preceduta dalla finitura del soffitto, che essendo definitiva può avvenire in modo perfetto soltanto se si seguono delle linee guida ben precise. In riferimento a ciò ecco alcuni consigli pratici su come tinteggiare il soffitto.

26

Occorrente

  • Pennello piccolo
  • Pennellessa
  • Carta vetrata
  • Stucco
  • Fissativo
  • Vernice
36

La prima azione da compiere consiste nel chiudere tutti i buchi presenti sul soffitto utilizzando dello stucco, in modo da rendere la base omogenea. In seguito, utilizzando della carta vetrata, occorre prima carteggiare la superficie in modo tale da livellare il tutto e successivamente, si deve eliminare la polvere creata. Se sul soffitto da tinteggiare è presente della muffa, basta togliere la macchia lavandola con della candeggina diluita con acqua tiepida e dopo, sarà sufficiente passare su di essa un prodotto specifico per evitare che con il tempo si riformi.

46

A questo punto, con una pennellessa, si deve passare su tutta la superficie del fissativo, acquistabile in tutti i negozi di bricolage. Questo serve per far sì che il soffitto diventi impermeabile e pronto per i trattamenti successivi. Dopo aver fatto ciò, bisogna far asciugare il tutto per almeno tre ore, dopodiché si può procedere a preparare il colore. A questo punto bisogna prendere un pennello piccolo e con esso iniziare a verniciare i bordi del soffitto con i relativi spigoli che lo congiungono alle pareti. Un piccolo trucco consiste in tal caso nell'iniziare da un punto vicino alla finestra e successivamente, proseguire nella parte opposta, si tata ovviamente di un metodo professionale per tinteggiare il soffitto ed è per questo motivo che vale la pena memorizzarlo.

Continua la lettura
56

Per un risultato perfetto, si devono inoltre eseguire dei movimenti lenti che vanno sempre verso la stessa direzione. Una volta stesa una prima mano di colore, il tutto dovrà asciugarsi per circa 10 ore. Per una seconda mano di colore e quindi per tinteggiare il soffitto in maniera ottimale, basta poi in questo caso, fare movimenti che vanno dall'alto verso il basso. Infine è importante sottolineare che se durante il lavoro dovessero cadere alcune gocce sulle pareti, non c'è da preoccuparsi, in quanto possono essere eliminate successivamente tinteggiandole. Questo è dunque il motivo per cui per una tinteggiatura in una casa si inizia sempre prima dal soffitto e poi si termina con le pareti.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Eliminare prima la muffa
  • Mescolare bene vernice per evitare che rimangano dei grumi

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come tinteggiare le pareti

Tinteggiare le pareti non è così facile come sembra. Occorrono tecnica, pratica e soprattutto precisione. Prima di procedere, controlla lo stato della parete. Deve essere liscia e uniforme. In caso contrario, provvederai a riparare le imperfezioni con...
Ristrutturazione

Come Tinteggiare con la pistola a spruzzo

Ogni tanto sorge l'esigenza di rinfrescare le pareti di casa; per svolgere tale applicazione la pistola a spruzzo è indicata per tinteggiare diverse stanze completamente vuote, ma non sono adatte se dovete occuparvi dei soffitti. Applicando la pittura...
Ristrutturazione

Come tinteggiare una stanza con le staccature bianche agli angoli

Molto spesso le pareti di casa nostra hanno bisogno di essere tinteggiate nuovamente, perché possono essersi macchiate oppure semplicemente perché vogliamo dare un tono diverso ad alcune stanze, magari cambiandone il colore. Il metodo che verrà esposto...
Ristrutturazione

5 modi per tinteggiare il legno

Come vedremo di seguito, esistono una molteplicità di modi per tinteggiare il legno, modalità che richiedono l'uso di diversi prodotti coloranti e capaci di trasformare un semplice oggetto in un complemento di arredo particolare ed unico nel suo genere....
Ristrutturazione

Tinteggiare le pareti: 5 consigli utili

Tinteggiare le pareti di un appartamento è fondamentale sia per rinfrescare l'ambiente che per l'estetica in sé. Nonostante negli ultimi anni si sia affacciata una moda piuttosto particolare, ossia quella che vede nei colori forti le nuance migliori,...
Ristrutturazione

Come rendere un soffitto più alto

Ultimamente i nuovi appartamenti hanno quasi sempre i soffitti talmente bassi che possono creare negli abitanti della casa un fastidioso senso di claustrofobia. Per fortuna bastano alcuni piccoli accorgimenti e il giusto arredamento per rendere visivamente...
Ristrutturazione

Come ristrutturare il soffitto

Quando si acquista un appartamento già esistente, nella maggior parte dei casi si procede alla sua ristrutturazione (dei pavimenti, delle pareti, dei sanitari e dei soffitti) e, precisamente, si potrebbe scegliere di rivestirlo, trasformarlo in legno,...
Ristrutturazione

Come tinteggiare le pareti di casa

Tinteggiare le pareti di casa è una prassi che siamo soliti espletare in Primavera, quando le giornate cominciano ad intiepidirsi. Generalmente rinfrescare le pareti con la tinteggiatura avviene quando l'intonaco si scrosta, magari per l'umidità, o...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.