Come tinteggiare con effetto finto rodocrosite

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se amiamo collezionare piccole pietre e sassi che spesso si possono trovare nelle forme più strane sia al mare che in montagna, è importante sapere che con l'arte del decoupage è possibile trasformarle, rendendole simili alla rodocrosite ovvero una tipica pietra molto utilizzata per realizzare gioielli, visto che rientra nel settore di quelle preziose. Nei passi successivi di questa guida, vediamo dunque come tinteggiare con effetto finto rodocrosite.

25

Occorrente

  • Sassi e pietre
  • Colori a tempera
  • Carta abrasiva
  • Lima
  • Vernice finale per quadri
  • Pennellino sottile
  • Aceto
35

La prima cosa da fare quando abbiamo tra le mani un sasso, è di utilizzare della carta abrasiva ed eliminare parzialmente alcune porosità naturali, lasciandole invece intatte in alcuni tratti. La rodocrosite infatti tra le sue principali caratteristiche si presenta semilucida, quindi ideale per essere colorata con le tempere interamente o solo in parte.

45

Per evitare che si possano creare delle antiestetiche impronte digitali nel maneggiarla durante la fase di tinteggiatura, basta utilizzare una tazza da latte capovolta in modo che possiamo decorarla su tutti i lati, senza toccarla con le mani. Una volta attesa l'essiccazione della vernice, possiamo procedere con la prima fase di decorazione, tinteggiando a strati la pietra a cominciare dalle parti lasciate lucide. Per ottimizzare il risultato, prendiamo dei sedimenti naturali oppure li grattugiamo con una lima, e poi con della colla acrilica trasparente l'applichiamo sui suddetti punti. Per quanto i colori lucidi, possiamo invece utilizzare di nuovo le tempere oppure delle vernici acriliche e prima che si essicchino del tutto, procediamo con un piccolo trucco ideale per ottenere delle finte venature.

Continua la lettura
55

Nello specifico si tratta di utilizzare l'aceto che opportunamente applicato (con un pennellino sottile) sulle parti di vernice la scolorisce, rendendola proprio simile alla rodocrosite che poi può essere utilizzata come fermacarte se di tipo grande, ma persino applicandola su una montatura di un anello. Inoltre è importante aggiungere che tinteggiare in modo da ottenere il finto rodocrosite, è possibile anche per la nail art, ottenendo quindi una decorazione delle unghie sicuramente originale proprio perché inusuale. Infine il consiglio è di utilizzare come finitura della vernice trasparente per quadri (flatting) da applicare con un pennello, optando sia per la lucida che per quella opaca, da aggiungere sulle parti di pietra che hanno le medesime caratteristiche.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come tinteggiare con effetto finto legno di albero da frutto

Molto spesso accade di voler rinnovare gli ambienti della nostra abitazione o i nostri mobili e renderli più rustici. A volte, però, non si sa proprio da che punto iniziare. Sicuramente il colore delle pareti è importantissimo quando si decide lo stile...
Ristrutturazione

Come tinteggiare con effetto finto malachite

Gli imbianchini decoratori hanno un numero impressionante di superfici lapidee da cui scegliere per i loro progetti di pittura. Alcune comportano tecniche semplici, altre superfici in finta pietra, invece, come i marmi esotici e la malachite semi-preziosa,...
Ristrutturazione

Come tinteggiare con finto effetto denim

La trama della tela grezza di canapa crea uno sfondo interessante, dall'aspetto invecchiato e consumato e può essere usata a scopo decorativo. Il risultato è di un colore piuttosto scuro, simile a quello dei jeans, quindi il tessuto va applicato su...
Ristrutturazione

Come tinteggiare con effetto finto granito

Le finiture in falso marmo e granito sono effetti relativamente facili da creare: per attuare una trama marmorizzata e punteggiata, si utilizza una spazzolatura a secco, sia per rifare l'aspetto del granito che quello del marmo. Alcune foto campione o...
Ristrutturazione

Come tinteggiare con effetto finto ardesia

L'ardesia è una roccia sedimentaria utilizzata da epoche abbastanza antiche. Attualmente si utilizza generalmente per la copertura dei tetti. Dalla particolarità del colore dell'ardesia prende il nome la roccia stessa. Esso è costituito da un grigio...
Ristrutturazione

Come tinteggiare una parete con l'effetto glitter

Con la bella stagione in arrivo è il momento giusto per rinnovare gli ambienti della propria casa. Se non sapete quale colore oppure quale stile utilizzare, e avete necessità di abbinare la tinta della parete ad un nuovo tipo di arredamento, o desiderate...
Ristrutturazione

Come decorare il pavimento con effetto finto calcareo

Per l'uomo la ruggine ha sempre rappresentato un problema serio. Purtroppo anni addietro, quando non si disponeva ancora dei materiali presenti oggi, quando il ferro iniziava a rovinarsi veniva automaticamente sostituito. Ora troviamo sul mercato oggetti...
Ristrutturazione

Come tinteggiare con effetto finta seta moirè

Chissà quante volte avete deciso di dipingere la vostra casa per rinnovare il suoi aspetto, ma tutte le volte vi siete tirati indietro perché la spesa era eccessiva. C'è un metodo semplice che vi permetterà di dare alle vostre pareti un aspetto elegante...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.