Come tingere il cotone con colori naturali

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Come vedremo nel corso di questa guida, la tintura dei tessuti e delle stoffe in cotone, può essere tranquillamente effettuata con colorazioni naturali, considerando che i colori chimici danneggiano l'ambiente e contengono di solito sostanze chimiche anche molto dannose. Se vi piacerebbe tingere i vostri capi di cotone con colori naturali, senza ricorrere ai classici colori artificiali, seguite con attenzione i consigli di seguito, vi fornirò una serie di preziosi suggerimenti su questo argomento, vi indicherò come tingere il cotone con colori naturali (non tutti sanno che alcuni elementi possono essere facilmente utilizzati per tingere il cotone).

25

Tenete conto che per colorare naturalmente stoffe e tessuti di cotone, è necessario usare fiori, foglie, frutti e spezie, utilizzando innanzitutto una piccola dose di aceto sul tessuto, per fissare ottimamente il colore naturale (prima di immergere il tessuto nel colore naturale, che otterremo dall'ebollizione di alcuni elementi, è consigliabile immergere il tessuto in una piccola quantità di aceto, unito con un'elevata quantità d'acqua; al termine il tessuto dovrà essere risciacquato accuratamente). Successivamente potremmo immergere il tessuto nel colore naturale.

35

Per colorare con le spezie coloranti ad esempio, sarà necessario utilizzare almeno 70 grammi di spezie. Il colore naturale si ottiene portando ad ebollizione determinati alimenti e/o frutti. Se desiderate ottenere il colore giallo o arancione, può essere utilizzato il fico d'india o il curcuma. Se desiderate ottenere il rosa, potete utilizzare frutti come fragole, lamponi rossi o amarene.

Continua la lettura
45

Se desiderate tingere i vostri tessuti con il colore nero, vi consiglio di utilizzare l'iris o la carrubba. Realizzerete un colore molto delicato e piacevole. Lo stesso discorso vale per realizzare il rosso o il rosa salmone, in questo caso potete utilizzare l'ibisco, la ginestra e il susino. Come vedete i colori che potete utilizzare sono tanti, l'importante che vi ricordiate di tingere in questo modo solo tessuti naturali, come lino, cotone, ecc.

55

Ricordate infine che per tingere il tessuto, è sufficiente tenere il cotone naturale in ammollo per qualche ora (utilizzando una comune vaschetta di plastica e controllando che non presenti macchie). Al termine potrà essere lavato naturalmente. Otterrete un bellissimo effetto colorante naturale. Questo metodo può essere utilizzato anche per colorare t-shirt e jeans (ripetendo se necessario, l'applicazione del colore naturale).

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come prevenire il restringimento delle maglie di cotone

Così come i capi di abbigliamento di lana, anche quelli di cotone, a forza di lavarli subiscono dei restringimenti o si allargano. La prima cosa da considerare è che, già al primo lavaggio questi capi perdono molto della loro consistenza, rendendo...
Economia Domestica

5 errori nel lavaggio dei capi in cotone

Prima di lavare i capi si è soliti essere assaliti dal dubbio: "Starò facendo un errore?". Per prima cosa, per rispondere a questa domanda, occorre aver ben chiaro la tipologia di indumenti che stiamo per lavare, in particolar modo la materia prima...
Economia Domestica

Come ridurre un maglione oversize di cotone

Se avete un maglione di cotone del tipo oversize e che quindi non riuscite ad indossare con eleganza poiché troppo grande rispetto al vostro fisico, potete rimediare intervenendo con alcuni accorgimenti di carattere sartoriale. In sostanza si tratta...
Economia Domestica

Profumi per l'ambiente: le migliori soluzioni naturali

I profumi per l'ambiente possono essere realizzati sfruttando tante soluzioni naturali capaci di inondare le stanze di fragranze piacevoli ed evitando, al contempo, l'utilizzo di sostanze artificiali che possono rivelarsi fastidiose per la salute. Economici,...
Economia Domestica

Come pulire le tubature con prodotti naturali

Le pulizie di casa sono tra le faccende più noiose che ci troviamo a dover fare durante la nostra quotidianità. Tra le varie faccende quotidiane vi sono però alcuni lavori extra che siamo costretti a fare una volta ogni tanto quando certe situazioni...
Economia Domestica

Rimedi naturali per la pulizia del ferro da stiro

Tra le faccende domestiche ve n'è una davvero stressante: stirare. Capita tante volte di accumulare capi da stirare, specialmente in inverno. Cataste di vestiti aspettano solo la piastra rovente del nostro ferro da stiro. Stare in piedi davanti all'asse...
Economia Domestica

Come eliminare le macchie dalle posate d’acciaio con i rimedi naturali

Nelle cucine italiane l'acciaio, come ben sappiamo, è il materiale maggiormente impiegato per quanto riguarda stoviglie e utensili per cucina; perciò è nel nostro interesse cercare di mantenerli al meglio, per poterli usare nel migliore dei modi. Quante...
Economia Domestica

5 rimedi naturali per cucinare senza odori

Cucinare può essere a volte uno dei lavori domestici più complicato e stancante e lo diventa ancora di più se quando si rientra stanchi dal lavoro si deve cominciare a preparare il pranzo o la cena. Tutto questo è contornato dal dopo-pranzo in cui...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.