Come Stirare Lavori Al Chiacchierino

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I lavori di chiacchierino sono pregiati in quanto la loro realizzazione richiede tempo ed abilità. Il primo esempio di lavoro al chiacchierino risale addirittura al 1750. Se si ha la fortuna di ricevere in dono un centro oppure un pizzo al chiacchierino bisogna prendersene cura per evitare che il tempo e l'incuria lo danneggino. Se vengono seguiti alcuni semplici consigli è possibile mantenere inalterata nel tempo la bellezza di questi meravigliosi lavori. Essi devono essere lavati e stirati correttamente. In questo tutorial viene spiegato come stirare lavori al chiacchierino.

26

Prestare attenzione alle macchie

È opportuno sapere che un pizzo al chiacchierino non deve essere trattato come un pizzo qualsiasi. Esso è un oggetto abbastanza delicato per cui si deve fare in modo che non si macchia. Per riuscire nell'intento è consigliabile tenerlo in un posto riservato. Se accidentalmente si macchia non bisogna aspettare che la macchia si secca, ma si deve lavare il prima possibile. Il lavaggio non deve essere eseguito in lavatrice; esso va fatto esclusivamente a mano.

36

Mettere in ammolllo il centro

Bisogna prendere una bacinella con del detersivo delicato e mettere in ammollo il centro. Solo se le macchie sono molto aggressive è opportuno l'utilizzo della candeggina delicata. Quest'ultima va applicata direttamente sulle macchie prima di mettere in ammollo l'oggetto. L'acqua deve essere fredda in quanto le alte temperature danneggiano i pizzi. Bisogna quindi prestare attenzione perché questo un oggetto richiede la massima cura.

Continua la lettura
46

Asciugare il lavoro al chiacchiericcio

Al momento del risciacquo si deve evitare di strofinare e strizzare il lavoro al chiacchiericcio. Si deve mettere ad asciugare senza piegarlo su una superficie piana. Quando è leggermente umido si deve adagiare sul letto. A questo punto si deve prendere una scatola di spilli da sarta. Successivamente bisogna fissare il pizzo al letto inserendo uno spillo per ogni picot; questa operazione va fatta portandosi via via verso l'interno. Non bisogna fissare tutti i picot interni, ma solo quelli che danno la possibilità di stirare il centro.

56

Lasciare il lavoro in posa per qualche ora

Adesso si lascia il lavoro in posa per qualche ora. In questo modo si fa rilasciare l'umidità residua ed il centro si asciuga completamente. Successivamente bisogna stirarlo in posizione; poi, si devono togliere gli spilli e si esegue il procedimento inverso. Si devono togliere prima gli spilli interni e per ultimi quelli esterni. Ultimata la procedura non si ha alcun bisogno di stirare il pizzo; esso è come nuovo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come stirare le camice a maniche lunghe

È risaputo che stirare è una delle attività più odiate dalle donne. Tra gli indumenti più complicati da stirare, figurano le temute camice a maniche lunghe. In realtà, l'operazione è abbastanza semplice: basta acquisire, infatti, la giusta tecnica....
Pulizia della Casa

Come stirare una camicia di jeans

Siete andati a vivere per conto vostro e, inevitabilmente si sono presentati i problemi. Tutte quelle faccende che eravate soliti delegare a qualcun altro, ora toccano proprio a voi. E con questi anche la biancheria da stirare. Ignorarla non serve perché...
Pulizia della Casa

Come imparare a stirare velocemente

Dopo l'ennesimo lavaggio la tua camicetta è di nuovo tutta strapazzata? Tuo marito ha una riunione importante e deve presentarsi al meglio? Sei solo in città? Devi andare ad un colloquio di lavoro? Tua sorella ha organizzato una festa per la sua laurea?...
Pulizia della Casa

Come stirare in modo corretto

Tra le varie faccende domestiche che ci troviamo a sbrigare ogni giorno, troviamo la stiratura del bucato. Per alcune di noi questo lavoretto di casa risulta davvero noioso e stressante, perché ci costringe ad eliminare fastidiose pieghe sui tessuti....
Pulizia della Casa

Come sistemare i capi da stirare

Le faccende domestiche possono rappresentare per alcuni un vero e proprio problema. In realtà, come tutte le cose, esse necessitano di metodi giusti e appropriati per eseguirle senza intoppi o ostacoli. In questa guida ci focalizzeremo su una particolare...
Pulizia della Casa

Come stirare i vari tessuti senza fatica

La vita di una donna può essere paragonata ad un campo ad ostacoli! Lavoro, figli e faccende domestiche impegnano le giornate e le rendono stressanti e faticose. Riuscire quindi a scoprire qualche trucco pratico per agevolare le varie incombenze, può...
Pulizia della Casa

Come stirare le lenzuola con gli angoli

Le lenzuola con gli angoli sono molto comodi in quanto è facile farle mantenere aderenti al materasso. Grazie al comodo elastico infatti rimangono perfettamente tese. Durante la notte non si sfilano, rimangono anche più stirate e aiutano a mantenere...
Pulizia della Casa

Come stirare ad arte

Fare i mestieri è una di quelle cose che non piace a nessuno. Se poi parliamo dello stiraggio dei capi, sono in molti a non amare questa attività. Tuttavia per apparire sempre eleganti e in ordine è importante saper imparare a stirare ad arte, per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.