Come sterilizzare le bottiglie

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le bottiglie di vetro vuote costituiscono una tipologia di contenitore davvero utile e versatile: possono tornarvi utili per travasare del vino che vi è stato regalato, oppure per conservare dei succhi di frutta freschi appena preparati. Prima di riciclare una bottiglia di vetro, però, è importante sterilizzarla alla perfezione, sia per un fattore fondamentale come quello igienico, sia per evitare che lo sporco od eventuali batteri presenti in essa possano farne deperire il nuovo contenuto. In questa guida, vi spiegherò come sterilizzare correttamente le bottiglie di vetro, in modo da prepararle a contenere in sicurezza un nuovo liquido.

26

Occorrente

  • bottiglie di vetro
  • acqua bollente
  • spazzola cilindrica
  • aceto
  • limone
  • Bicarbonato
  • phon o batuffoli di stoffa
  • forno a microonde
36

In primo luogo, uno dei metodi più semplici e sicuri per sterilizzare una bottiglia di vetro, consiste nell'utilizzare della comune acqua bollente. Prendete quindi una grossa pentola e dopo averla riempita di semplice acqua del rubinetto, fatela bollire aggiungendo alcune gocce di aceto e del bicarbonato di sodio, che hanno funzione igienizzante. Una volta raggiunto il punto di ebollizione, aggiungete le bottiglie da sterilizzare e quando l'eventuale sporco inizierà a galleggiare, utilizzate la classica spazzola cilindrica per scrostare lo sporco più resistente depositato all'interno delle bottiglie.

46

Al termine di questa operazione, le bottiglie andranno risciacquate in acqua corrente ed asciugate con un phon, oppure con dei batuffoli di stoffa. Un altro sistema altrettanto funzionale, ma ancora più rapido per sterilizzare delle bottiglie, è quello di sciacquarle in acqua corrente ed inserirle nel forno a microonde per farle asciugare. In questo modo, la pulizia ed il calore renderanno le bottiglie sterilizzate e quindi in grado di contenere i liquidi preposti. Se le bottiglie di vetro contengono delle particolari sostanze che pur non essendo nocive non vi consentono di cambiarne la destinazione d'uso, potrete comunque pulirle e sterilizzarle utilizzando appositi materiali.

Continua la lettura
56

Il limone, l'aceto ed il bicarbonato vanno bene per sgrassare ed igienizzare bottiglie che contenevano l'olio, mentre della soda in polvere è indicata per sterilizzare quelle che contenevano vini o liquori e che hanno rilasciato sul fondo uno strato melmoso difficile da rimuovere. Se vi trovate a dover trattare incrostazioni particolarmente resistenti, sarebbe opportuno fare un lavaggio ed una sterilizzazione in acqua bollente con la stessa soda, in modo da utilizzare un agente senza dubbio molto forte, ma sicuramente efficace.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come sterilizzare la biancheria

La sterilizzazione è un processo che garantisce a tutti gli oggetti che ne beneficiano, l'eliminazione di virus, batteri ed altri microrganismi potenzialmente dannosi per la salute, ed in grado di causare infezioni più o meno gravi. A tal proposito...
Economia Domestica

Come sterilizzare i vasetti di vetro

In questa utile ed interessante guida, che stiamo per proporre, vogliamo esporre un argomento alquanto affrontato ed anche attuale, in questo periodo. Stiamo parlando di come poter sterilizzare, nella maniera corretta, i vasetti di vetro.L’estate, ma...
Pulizia della Casa

Come sterilizzare un ago

Oggi per le punture si usano le siringhe usa e getta, pratiche comode, non richiedono nessun tipo di manutenzione in quanto una volta utilizzate possono essere gettate nella spazzatura. Esistono però anche delle siringhe in vetro con ago intercambiabile...
Pulizia della Casa

Metodi per sterilizzare le spugne da cucina

Uno degli oggetti che può davvero sorprendere per la grande quantità di batteri accumulata al suo interno, è la spugnetta da cucina. Le spugne da cucina, stando sempre a contatto con acqua e residui di cibo, possono diventare un vero e proprio covo...
Pulizia della Casa

Come sterilizzare i vasetti

Una delle cose più importanti quando si è grandi produttori di marmellata è essere molto accurati nella pulizia dei vasetti: di fatti, sono proprio questi ultimi la principale causa di perdita delle marmellate. La sterilizzazione è necessaria per...
Pulizia della Casa

Come pulire e sterilizzare piatti e posate

Durante la vita di tutti i giorni utilizziamo più volte le stoviglie. Piatti, posate e bicchieri sono oggetti immancabili in casa. Sono necessari per mangiare in tranquillità e sicurezza, mantenendo alta l'igiene. Trattandosi di utensili per il cibo...
Pulizia della Casa

Come lavare e sterilizzare i peluche

I bambini sono dei veri collezionisti di piccoli animaletti di pezza, che accompagnano la loro infanzia per molto tempo. Spesso i peluche sono soggetti a mille peripezie, vengono sporcati, tirati, appoggiati in ogni dove e di tanto in tanto necessitano...
Pulizia della Casa

Come sterilizzare un biberon

Per nutrire i neonati, senza ricorrere al seno materno, o anche per utilizzare latte artificiale, occorre impiegare uno strumento particolare, cioè il biberon. Il biberon deve essere visto, però, come un grande bicchiere dalla forma particolare, adatta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.