Come stendere il cemento autolivellante

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Non tutte le superfici sono piane e lavorarne di irregolari può risultare più complesso. Quando la superficie non è piana, una soluzione per livellarle è il cemento cosiddetto autolivellante. Si tratta di un cemento particolare, molto più fine degli altri tipi. Si può usare per appianare soprattutto le superfici che devono essere pavimentate, rendendole perfettamente regolari. E si tratta anche di un'ottima soluzione nell'equilibrio tra qualità e prezzo, in quanto il risultato si ottiene senza un eccessivo dispendio. Vediamo quindi come stendere il cemento autolivellante per utilizzarlo al meglio.

26

Occorrente

  • Spatola liscia
  • Rullo frangibolle
36

Preparazione del cemento

Il cemento autolivellante si prepara in modo simile alla malta, ma non serve mescolarlo con la sabbia. Risulta sufficiente impastarlo con acqua, così da ottenere un prodotto abbastanza liquido che possa essere facilmente steso. Prestate particolare attenzione alle istruzioni riportate sul sacchetto del prodotto. Dopo aver pulito e sgrassato con accuratezza la superficie da trattare, preparate la quantità di prodotto necessaria in una sola volta. Servirà all'incirca un chilogrammo di prodotto per ogni metro quadro di superficie. Impastate il prodotto all'interno di un recipiente che sia abbastanza grande, e soprattutto, perfettamente pulito.

46

Versamento del cemento

Una volta preparata la superficie, potete cominciare a preparare il composto di cemento autolivellante. Prendete un recipiente e versate al suo interno la giusta dose di cemento e di acqua per lavorare il composto. Dovete mescolare per formare un impasto omogeneo, ben amalgamato e privo di grumi. Se lo avete, potete aiutarvi con un miscelatore elettrico. Il cemento autolivellante deve essere steso subito dopo essere stato impastato. Facendo in modo diverso perderebbe il suo potere autolivellante, grazie al quale si distribuisce perfettamente sulla superficie. Formerà quindi uno strato liscio, pulito e regolare.

Continua la lettura
56

Eventuale secondo strato

Una volta finito di lavorare il composto, il cemento autolivellante deve essere versato a macchia sulla superficie. Successivamente potrete notare il suo potere autolivellante, vedendolo riempire tutti gli interstizi. Potete stendere l'impasto utilizzando una spatola liscia, che permetta di ripartirlo in maniera regolare sull'intera superficie. Per non far formare bolle si può adoperare il rullo frangibolle. Dopo aver steso il cemento autolivellante effettuate un ulteriore controllo della planarità. In alcuni casi, infatti, potrebbe servire un secondo strato del composto. Se ce ne fosse bisogno, prima di applicarlo, attendete circa quattro ore. Poi potete procedere ripetendo i passi che abbiamo appena descritto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come Stendere Un Nuovo Sottofondo Nella Riparazione Di Un Pavimento Di Cemento

La messa in opera di un rivestimento presuppone di dover lavorare su di un pavimento integro, piano e molto regolare, cosa che accade raramente nei locali vecchi. È necessario, quindi, eseguire una serie di operazioni preliminari. Le piccole irregolarità...
Ristrutturazione

Come realizzare i pavimenti in cemento

Con questa guida desideriamo parlare di un argomento molto interessante ed anche sempre al passo con i tempi. Nello specifico vogliamo spiegare come realizzare, con le proprie mani e la propria voglia di fare, i pavimenti in cemento, nel modo più veloce...
Ristrutturazione

Come riverniciare i pavimenti di cemento

Trattare i pavimenti in cemento con le apposite vernici è una soluzione sufficientemente economica e veloce. In genere i pavimenti cementati e ricoperti di vernice non vengono usati per le stanze della casa, ma per magazzini o ambienti industriali. In...
Ristrutturazione

Come ristrutturare il cemento armato

Il cemento armato è una particolare tipologia di calcestruzzo, ed è utile per far sì che le strutture si mantengano molto più solide e resistenti nel tempo. Contrariamente al comune cemento, il cemento armato contiene al suo interno delle parti di...
Ristrutturazione

Come verniciare il cemento

Come vedremo nel corso di questo tutorial, le superfici in cemento (sia interne che esterne), possono essere facilmente ravvivate usando un po' di vernice colorata, con un po' di impegno e con un minimo di dimestichezza manuale. Se pertanto siete interessati...
Ristrutturazione

Come posare le piastrelle in graniglia di cemento

Le piastrelle in graniglia di cemento sono un particolare esempio di pavimentazione che fino a poco tempo fa venivano utilizzate per le abitazioni residenziali. Negli ultimi anni sono ritornare alla ribalta, grazie alle loro ottime qualità. In primis...
Ristrutturazione

Come stendere l'intonaco sul muro

A volte si può decidere di intonacare un muro della propria casa, ma non si ha un'idea di cosa fare. Leggendo questo tutorial si possono avere degli utili consigli e delle corrette informazioni su come stendere l'intonaco. Fare questa operazione è abbastanza...
Ristrutturazione

Come fare un pavimento in cemento colorato

La colorazione del cemento, è di gran lunga il metodo più popolare per migliorare i piani in cemento commerciali e residenziali. Le macchie colorate di cemento, sono molto versatili, in quanto consentono di raggiungere quasi ogni aspetto immaginabile...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.