Come spostare lo scarico del water

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Quando si acquista un appartamento che ha già avuto ulteriori proprietari, si pensa ad apportare delle modifiche. Per spostare lo scarico del water, non risulta obbligatorio richiedere l'intervento di un idraulico esperto. Provvedendo in autonomia, è possibile risparmiare una somma di denaro notevole. Per ottenere un buon risultato, bisogna avere un minimo di capacità nella tecnica del "fai da te". Torna anche utile qualche attrezzo per lavorare facilmente allo scarico del water. È necessario comunque accertarsi che l'impianto idraulico abbia una centralina in grado di escludere lo scarico del water. Il tutto senza rinunciare alle ulteriori fonti erogatrici. In mancanza di un impianto del genere, risulta essenziale chiudere la chiave di arresto principale. Nel seguente tutorial vediamo quindi insieme come spostare lo scarico del water.

27

Occorrente

  • Chiave inglese o chiave a brugola
  • Ficher con testa a vite
  • Cacciavite
  • Matita
37

Rimuovere del tutto l'acqua, svitare il galleggiante, togliere la cassetta dal muro e prendere le misure

Innanzitutto è necessario svuotare la cassetta dello scarico del water, premendo due volte il tasto che rimuove quasi totalmente l'acqua. La dose restante si può eliminare adoperando una spugna, fino al totale svuotamento d'acqua. Svitare dunque il galleggiante collegato al tubo di scarico, impiegando una chiave a brugola o chiave inglese. Rimuovere la cassetta dalla parete, svitando dall'interno i dadi di sostegno dello scarico del water. Prendere adesso le misure giuste necessarie per ancorare la struttura più in alto, qualora avessimo deciso tale soluzione.

47

Tracciare i punti di riferimento, avvitare la cassetta, rimontare il galleggiante ed eseguire la prova di scarico

Mediante la cassetta a portata di mano, tracciare dall'interno con una matita i punti di riferimento corrispondenti all'alloggiamento delle viti di sostegno. Bucare le piastrelle secondo i punti appena segnati, adoperando un trapano elettrico. Provvedere ad avvitare la cassetta nella nuova posizione e rimontare il galleggiante. Affinché quest'ultimo non emetta dei fastidiosi sibili, è necessario stringere bene la vite di fermo. Effettuare adesso la prova di scarico, sollevando manualmente il galleggiante ed osservando se risulta perfettamente libero.

Continua la lettura
57

Aprire la chiave di arresto ed attendere che la cassetta si riempia d'acqua

A questo punto non resta che aprire la chiave di arresto chiusa in precedenza. Si consiglia di attendere il tempo necessario affinché la cassetta si riempia fino all'orlo del galleggiante. Generalmente, la tempistica stimata risulta di circa 10 minuti. Adesso lo scarico del water si trova finalmente montato più in alto. Prima di chiudere in modo definitivo la cassetta tramite il coperchio, eseguire un'altra prova di scarico. Dopo aver visto la regolarità del lavoro, posizionare il coperchio sulla cassetta dello scarico del water.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Essere più precisi possibile con riferimento alle misure da prendere.
  • Effettuare delle prove di scarico durante il lavoro.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come scegliere lo scarico del bagno

lo scarico del bagno è un accessorio di fondamentale importanza, in quanto se non è funzionante non è possibile mantenere pulito il water. Normalmente ogni WC è abbinato al proprio scarico, in base al modello, al designer, alle funzioni oppure al...
Ristrutturazione

Come riparare la cassetta di scarico del wc

Una regolare manutenzione dei sanitari presenti della nostra casa fa in modo che essi siano sempre efficienti, oltre a prevenire eventuali danni causati dall'usura. Tuttavia può accadere che possano andare incontro a dei malfunzionamenti, spesso legati...
Ristrutturazione

Come sostituire la tavoletta del water

Un tempo la tavoletta del water si comprava bianca o nera. I più audaci osavano per qualche colore pastello, come il verde, il rosa e il celeste. Nella guida che segue vi sarà spiegato nei minimi dettagli come sostituire la tavoletta del water. Non...
Ristrutturazione

Come spostare un vasca idromassaggio

Se anche voi siete fortunati possessori di una vasca idromassaggio o magari avete acquistato una casa che ne ha una allora potreste avere bisogno di spostarla dalla sua posizione originale. Quest'operazione potrebbe essere pericolosa, soprattutto se non...
Ristrutturazione

Come tinteggiare una parete con la tecnica water-line

La vostra casa ha bisogno di una rinfrescata? Non volete ricorrere alla solita e semplice pittura? La tecnica di pittura water line fa al caso vostro. La water line è un sistema decorativo molto semplice. Facile da fare ma di grande effetto. Il risultato...
Ristrutturazione

Come spostare il contatore Enel

Da quando il gestore Enel ha istallato i contatori nuovi, sono sorti dei problemi relativi alla loro postazione. In alcuni casi sono stati posti all'interno delle abitazioni private, creando dei problemi agli operatori se si necessita effettuare dei...
Ristrutturazione

Come Realizzare Lo Scarico Per Doccia A Filo Pavimento

In commercio, esistono tre tipologie di posa di piatti doccia: da appoggio, ovvero rialzato rispetto la quota del pavimento, che crea necessariamente uno scomodissimo scalino soprattutto per le persone con ridotte capacità di deambulazione; a incasso,...
Ristrutturazione

Come spostare una parete divisoria

Quando si è alle prese con la ristrutturazione di una casa è assai probabile che si senta l'esigenza di reinterpretare gli ambienti, magari ottimizzando gli spazi disponibili. Se è vero che i muri portanti non vanno mai toccati, non si può dire altrettanto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.