Come spalare la neve da un tetto spiovente

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Durante il periodo invernale è solito vedere molta neve scendere dal cielo. Questi episodi, che normalmente sono da considerare normali e utili all'ecosistema, a volte possono causare situazioni pericolose e difficili da gestire. Come spesso accade, e non solo nelle località di montagna, strade, ingressi alle case, e tetti vengono sormontati da massicce quantità di neve che, a seconda che queste restino a lungo ghiacciate o bagnate, possono portare danni più o meno gravi. In special modo, quando la neve si accumula su un tetto spiovente, occorre sapere come comportarsi e quale tecnica seguire per rimuovere la neve accumulata. Seguitate dunque a leggere per sapere come spalare la neve da un tetto spiovente.

25

Agire prontamente

Il primo consiglio, che dovrebbe essere anche il primo step obbligato per procedere nella risoluzione di questo problema, consiste nel saper agire prontamente. Per coloro che abitano in zone dove non è inconsueto vedere il verificarsi di situazioni simili, probabilmente ciò sarà facile perché avranno a disposizione tutti gli strumenti utili per procedere alla rimozione della neve. Per coloro invece che si trovano impreparati, il primo consiglio è appunto quello di avere tutti gli strumenti per agire rapidamente. Salire su un tetto potrebbe essere piuttosto difficoltoso. In linea di massima occorre avere necessariamente una scala a norma, che raggiunga altezze elevate, delle scarpe che permettano anch'esse di muoversi in sicurezza, e chiaramente una pala specifica per la rimozione della neve. In commercio se ne trovano in materiali leggeri come la plastica o l'alluminio e addirittura richiudibili. Ciò permette di muoversi nel modo più semplice possibile, senza troppi pesi addosso.

35

Rimuovere la neve

L'operazione della rimozione della neve può essere effettuata in autonomia solo se le altezze lo consentono. Come detto prima occorrono delle scale sicure che permettano di effettuare il lavoro in piena tranquillità perché, soprattutto se la neve è già sul tetto da giorni, non si tratterà di un lavoro eseguibile nel giro di un'ora. Chiaramente a determinare ciò sarà la metratura del tetto. È altrettanto ovvio che, per motivi di sicurezza, vi occorrerà l'aiuto di una o più persone. Una volta saliti fino all'altezza d'interesse, si comincia la rimozione, procedendo per piccole aree dal basso. È assolutamente sconsigliato cercare di rimuovere grosse porzioni di neve, ciò potrebbe provocare gravi danni. Una volta rimossa la neve da un area si procede sulle aree limitrofe poste più in alto, con l'ausilio eventuale di una seconda pala telescopica che permetterà di raggiungere le zone più difficili.

Continua la lettura
45

Rimuovere la neve dai tetti alti o di abitazioni condominiali

Quando si tratta di tetti molto alti purtroppo il discorso cambia perché non si può agire in autonomia. Occorre infatti interpellare i vigili del fuoco e fornire più informazioni possibili su eventuali rischi e pericoli. In questo caso è utile però prevenire il problema con un piccolo accorgimento, soprattutto se si abita in zone dove è possibile prevedere rischi di questo genere. Si tratta dell'installazione di supporti per tetti spioventi, atti proprio ad evitare eventuali crolli di masse nevose. In questo modo i rischi di danni verranno ampiamente ridotti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come installare l'erba sintetica sul tetto

L’erba sintetica è da sempre vista come una brutta copia dell’erba naturale, tuttavia risultano essere sempre più numerosi i risvolti positivi che derivano dall'installazione di erba sintetica. Infatti, coprire una porzione di cemento in giardino...
Esterni

Come realizzare un giardino pensile sul tetto

Una costruzione che oggi giorno viene utilizzata tantissimo è il giardino pensile sul tetto. Questa è una soluzione che dà la possibilità di realizzare un prato, o un vero e proprio giardino con arbusti e alberi. Costruendolo così, uno spazio verde...
Esterni

Come costruire un tetto per il patio

Solitamente, in una bella casa con giardino l'organizzazione degli spazi è davvero importante. La maggior parte delle abitazioni che possiedono uno spazio esterno sono anche provviste di un patio. Si tratta sostanzialmente di una piccola area che si...
Esterni

I migliori materiali per rivestire il tetto

Le piogge torrenziali, non sono più ormai così rare come una volta, infatti, negli ultimi anni, nel nostro paese, anche per via del lieve aumento del caldo terrestre, si sono verificate vere e proprie alluvioni. Purtroppo sono inevitabili, perché è...
Esterni

Amianto sul tetto di casa: come verificare la presenza

L'amianto, un materiale una volta popolare nell'industria dell'edilizia domestica, è stato recentemente collegato come una delle tante cause del cancro al polmone, il mesotelioma ed altre malattie respiratorie. Purtroppo, esistono ancora oggi molte strutture...
Esterni

Come pulire le tegole di terracotta

La casa è il luogo che abbiamo scelto per viverci un'intera vita, ma come in ogni cosa, anch'essa ha bisogno di attenzione e soprattutto di una manutenzione costante. Tra le mille cose da sistemare, come imbiancare le stanze o riparare gli infissi, spesso...
Esterni

Come pulire le tegole di cemento

I tetti sono la prima linea di difesa contro gli agenti esterni, inclusi pioggia, neve e sole, motivo per cui dovrebbero sempre essere mantenuti in condizioni ottimali. I tetti in tegole di cemento durano circa 50 anni, anche se la normale usura dovuta...
Esterni

Come riscaldare un portico

Se c'è una cosa difficile a cui dire addio è sicuramente l'estate, durante la quale è possibile trascorrere tante all'aperto nel portico di casa. Tuttavia, con alcune aggiunte, c'è la possibilità e la speranza di estendere l'uso di questo spazio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.