Come sostituire una mattonella danneggiata

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Prima o poi può capitare a tutti di trovarsi, nella propria abitazione, alcune piastrelle del bagno o della cucina rotte o scheggiate a causa di urti accidentali. Le mattonelle scheggiate risultano estremamente antiestetiche e a volte possono rappresentare un pericolo se in casa vivono bambini o persone anziane perché potrebbero inciampare e cadere, oppure potrebbero crearsi delle infiltrazioni di umidità se non sostituite nel più breve tempo possibile, senza contare che una mattonella rotta provoca rapidamente un danneggiamento di tutto il rivestimento. Ma sostituire tutto il rivestimento per pochi elementi danneggiati è un'operazione troppo onerosa in termini economici, oltre che inutile. La sostituzione di una mattonella rotta è un intervento molto semplice, ma deve essere eseguita con cura certosina per poter ottenere il risultato migliore e più duraturo nel tempo. Di seguito vengono delineati i passaggi necessari su come rimuovere e sostituire le mattonelle a regola d'arte.
Ciò che leggerete è valido per qualsiasi tipo di pavimento, tranne che per quelli con le mattonelle di marmo, le quali richiedono l'ausilio di una mano esperta per essere sostituite in quanto sono particolarmente unite l'una con l'altra.

26

Occorrente

  • Scalpello a lama sottile
  • Mazzetta
  • Mattonella nuova
  • Guanti da lavoro
  • Malta cementizia
  • Spugna
  • Cazzuola
  • Trapano avvitatore con punte per muro
  • Martello gommato
  • Collante a scelta tra la malta cementizia, la colla per le mattonelle o il silicone
36

Solitamente quando viene applicato un pavimento viene acquistata una quantità maggiore di mattonelle per tenerne da parte un certo numero, proprio per sopperire a questo inconveniente. Se non siete in possesso delle mattonelle adeguate al lavoro da eseguire, dovrete recarvi in un negozio specializzato ed acquistare la mattonella più indicata. Di tutta l'operazione, la fase che presenta maggiori difficoltà è proprio la rimozione della mattonella rovinata senza danneggiare quelle vicine. Se la rottura ha già portato al distacco di pezzi di piastrella si può procedere direttamente con martello e scalpello, facendo molta attenzione a non intaccare le piastrelle adiacenti. Se invece la rottura si manifesta con una lesione è consigliabile praticare quattro o cinque fori con un trapano al centro della piastrella, in modo da agevolare i primi colpi di martello sullo scalpello. Non dimenticate che le piastrelle sono fragili agli urti diretti, quindi non usate troppa forza nel colpire lo scalpello, anzi è meglio picchierellare in modo da non incorrere nel rischio di danneggiare le piastrelle circostanti. Utilizzando dei guanti da lavoro, rimuovete tutti i frammenti di mattonella, con un raschietto, dovete togliere anche i frammenti delle fughe intorno alle piastrelle attigue, ripulite con cura dalla polvere e livellate il più possibile la superficie su cui poggiava la vecchia mattonella, in modo che sia pronta ad ospitare correttamente quella nuova.

46

Preparate un secchio di malta cementizia, con una spugna bagnate leggermente lo spazio vuoto lasciato dalla vecchia mattonella e incominciate a stendere la giusta quantità di malta servendovi di una cazzuola. Ponete la nuova mattonella nella sua sede e fatela aderire bene, battendo delicatamente con un martello gommato dal centro della stessa verso la fuga esterna fino a che non sia livellata con le altre. Controllate accuratamente con una bolla che la nuova piastrella sia al livello giusto. Se avete esagerato con la malta, è probabile che quella in eccesso fuoriesca dai bordi: pulite quindi il tutto con una spugna inumidita.

Continua la lettura
56

Una volta posata la mattonella bisognerà attendere il tempo necessario affinché la malta si asciughi, solitamente 24 ore e procedete con la stuccatura delle fughe. Per fare questo bisogna stendere la malta riempifuga sulla piastrella, avendo cura di riempire tutte le fessure e poi, prima che il materiale si asciughi, rimuovete con una spugna inumidita. A questo punto il lavoro è finito e state sicuri che nemmeno l'occhio del piastrellista più esperto riuscirà a notare la vostra ripresa.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima di rimuovere la vecchia mattonella è bene informarsi su come è stata posata, soprattutto se è vecchia. Questo perchè le vecchie mattonelle possono contenere amianto: sarebbe meglio quindi chiedere informazioni a chi di dovere prima di rimuoverla.
  • Prima di posare mattonelle nuove vi consiglio di immergerle in acqua per ridurre la loro assorbenza e farle aderire meglio.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come riparare la carta da parati danneggiata

La carta da parati è una soluzione molto amata e diffusa per dare un tocco artistico ad una o più pareti, conferendo maggiore personalità agli ambienti della casa, con una spesa davvero minima se rapportata al risultato finale d'effetto.Tuttavia è...
Ristrutturazione

Come sostituire una piastrella rotta

Nel corso degli anni può capitare che una piastrella del nostro pavimento si rompa. Non per questo incidente però siamo costretti a sostituire l'intero pavimento, basta infatti semplicemente provvedere alla rimozione e quindi alla sostituzione dell'elemento...
Ristrutturazione

Come Sostituire Una Piastrella Del Bagno

Quanti di voi si sono ritrovati con una piastrella scheggiata nel bagno in bella mostra per mesi, rimandando il problema di giorno in giorno perché certi che chiamare il muratore sia una spesa esorbitante e e di non essere assolutamente in grado di sostituirla?...
Ristrutturazione

Come sostituire la serratura delle inferriate

Molti di noi, per motivi di sicurezza, hanno deciso di montare le grate alle finestre. Si tratta di cancelletti estensibili che, all'occorrenza, si possono richiudere. In questo modo siamo al sicuro, ma essendo apribili non ci sentiremo imprigionati....
Ristrutturazione

Come sostituire un piatto doccia

A volte può capitare che il piatto doccia del proprio bagno debba essere sostituito in quanto troppo danneggiato. Per farlo è possibile affidarsi ad un professionista, ma se non volete spendere eccessivo denaro e avete un minimo di manualità potete...
Ristrutturazione

Come sostituire una serranda correttamente

Le perturbazioni atmosferiche, e quindi gli eccessi di caldo e di freddo, possono andare a danneggiare le serrande dei vostri box, dei garage o dei negozi. In base al danno rilevato si decide se lasciare la serranda li dov'è oppure di sostituirla con...
Ristrutturazione

Come sostituire la rete di una zanzariera

Spesso, con il passare degli anni, le zanzariere del nostro appartamento, necessitano di essere sostituite. L'esigenza di averle sempre in casa, è necessaria per tenere a bada gli insetti che altrimenti potrebbero penetrare all'interno dell'abitazione....
Ristrutturazione

Come sostituire la guarnizione del wc

Purtroppo può capitare di trovare vicino al wc una pozza d'acqua, sintomo di una perdita da parte delle tubature. Il problema deriva generalmente dal collegamento tra la cassetta di scarico e il water, in particolare dalla guarnizione che esce dal muro...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.