Come sostituire un mattone rotto

Tramite: O2O 24/06/2017
Difficoltà: media
15

Introduzione

Dovete sostituire un mattone rotto e state pensando di risparmiare effettuando l'operazione con le vostre mani? Se temete che tale intervento possa risultare piuttosto complicato da eseguire, probabilmente state sbagliando: se disponete di una certa manualità in questo genere di lavori e non vi manca la pazienza, potrete sicuramente riparare il danno senza rivolgervi ad un esperto in opere edili. Nella seguente guida, passo dopo passo, vedremo proprio come sostituire un mattone rotto.

25

Reperire un nuovo mattone

Quando eventuali crepe o ristagni di umidità danneggiano un mattone, è bene provvedere subito a sostituirlo: non solo per migliorare il lato estetico del muro, ma per evitare che altre aree circostanti possano con il tempo essere compromesse. Innanzitutto, oltre a pochi attrezzi indispensabili per l'opera da portare a termine, occorre ovviamente munirsi di un nuovo mattone con tinta e dimensioni uguali a quelle dell'elemento da eliminare, ma per ciò che concerne il colore non preoccupatevi: se non è proprio uguale è possibile intervenire a lavoro ultimato con un velo di pittura per esterni.

35

Rimuovere il mattone

Riempite d'acqua un recipiente qualsiasi e ponetevi il mattone per circa 60/90 minuti: questo procedimento è molto importante perché contribuisce a renderne leggermente più morbida la composizione, facilitandone l'inserimento. Nel frattempo, con trapano e punta fine iniziate a bucherellare la malta che circonda il mattone da eliminare poi cercate di estrarre l'elemento rotto aiutandovi sia con martello e scalpello, sia smuovendolo con le mani (indossate sempre i guanti da lavoro per determinate operazioni!)

Continua la lettura
45

Inserire il nuovo mattone

Dopo aver tolto tutti i residui di cemento essiccato con piccoli colpi di scalpello e con la spatola, preparate un poco di malta (non ne serve molta, quindi non esagerate impastandone più del necessario!), poi spruzzate dell'acqua nell'incavo rettangolare vuoto; mettete poca malta su ogni lato del piccolo vano e spalmatene altra sui contorni del nuovo mattone. Inserite quest'ultimo nel muro ma fatelo lentamente per poterlo allineare con precisione, prestando molta attenzione a non spingerlo eccessivamente in profondità. Adesso con la spatola eliminate delicatamente le eccedenze di cemento per non farle seccare sulla parete e infine, per qualche giorno provvedete a spruzzare ogni tanto dell'acqua sull'intera area trattata, sino a quando noterete che la malta sui contorni del nuovo mattone è totalmente asciutta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come sostituire gli autobloccanti

Gli autobloccanti permettono di realizzare pavimentazioni pratiche, e se dobbiamo sostituirli, dobbiamo avere cura di cambiare i singoli blocchetti che sono realizzati in vari materiali come pietra, cotto, oppure calcestruzzo. La sostituzione è facile...
Esterni

Come costruire un pozzo in pietra in giardino

Un giardino è sinonimo di naturale relax ed è esteticamente una parte accattivante di una dimora. Per rendere un giardino il vostro angolo di paradiso, oltre che piantare dei fiori, delle piante e porvi degli ornamenti, perché non costruirvi un bel...
Esterni

Come creare un tavolo in muratura

I nostri giardini sono difficili da decorare, specie se dobbiamo scegliere i mobili giusti: per sistemare ed arredare un giardino, bisogna ricorrere ad alcune tecniche (in verità semplici) di muratura che ci permettono di decorarlo, ma allo stesso tempo...
Esterni

Come impermeabilizzare e coibentare un terrazzo

Se avete intenzione di impermeabilizzare il terrazzo, e dovete anche coibentare un solaio o qualche altra zona della casa ma non volete spendere una grossa cifra per il lavoro di un professionista, il consiglio è di leggere i passi successivi di questa...
Esterni

Come smontare le tende da sole a cappottina

Le tende sono utilissime per riparare balconi, finestre ma anche grandi terrazzi. Esistono diverse tipologie di tende utilizzate per l'esterno, che molto spesso possono anche essere montate utilizzando un procedimento abbastanza semplice. Se avete da...
Esterni

Come costruire una lampada da giardino

Il bricolage, o più comunemente chiamato fai da te, è una delle attività più diffusa negli ultimi tempi. Ormai, quasi tutti quelli che si dilettano con il fai da te sanno che è possibile costruire, creare e realizzare qualsiasi oggetto, anche di...
Esterni

Come restaurare un tavolino da giardino

Se nel nostro giardino abbiamo un tavolino che risulta visibilmente danneggiato a causa dell'esposizione costante alle intemperie, e che non intendiamo però sostituire per un fattore legato al design impostato, allora possiamo intervenire con delle...
Esterni

Come riparare un pluviale che perde

In un palazzo o in una casa la presenza di grondaie e pluviali sempre pulite e in ottimo stato è necessaria affinché l'acqua piovana possa essere raccolta e trascinata via. La funzionalità di queste strutture evita all'acqua di cadere dal tetto rischiando...