Come Sostituire lo Scaldacqua sottolavello

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

In questo articolo, vogliamo darvi una mano a capire in che modo è possibile Sostituire lo Scaldacqua sottolavello. Può capitare, infatti, che a causa di un danno, siate costretti a sostituire questo strumento e magari, non essendo molto abili, abbiate bisogno di seguire una guida per farlo. Ecco perché abbiamo pensato di proporvene una, in modo da poter effettuare tale operazione in maniera facile e veloce, ed in particolare con le vostre mani, con il classico fai da te, affinché possiate risparmiare qualcosa e metterla da parte. Vediamo quindi come procedere.

27

Occorrente

  • Uno scaldacqua del tipo sottolavello
  • Una chiave inglese da 23
  • Un giravite
  • 2 guarnizioni per i flessibili
37

Innanzitutto, la prima cosa da fare, è quella di comprare lo scaldacqua nuovo: ricordate che questo dovrà essere possibilmente uguale a quello da sostituire, in modo da evitare di dover spostare anche i supporti di aggancio dello stesso, sotto il lavello. Nel caso invece foste orientati per un'altra marca ed un altro modello, noi vi consigliamo, inizialmente di smontare quello vecchio, affinché possiate prendere, per bene ed in modo preciso, le misure e la distanza dei supporti e trovarne così, in commercio, uno compatibile con il vecchio, che può essere sostituito senza causare grossi problemi.

47

Per poter smontare il vecchio, dovrete prima di tutto staccare la spina dalla presa di corrente. A questo punto, poggiate una bacinella sulla base del mobile portalavello, in corrispondenza dei flessibili da smontare. In questo modo, farete convogliare lì l'acqua che verrà fuori. Nel caso non aveste le chiusure dell'acqua, potrete chiudere la leva generale. Con l'aiuto della chiave da 23, svitate i due flessibili e sganciate il vecchio scaldacqua dalla parete. Fatto ciò, smontate la valvola di non ritorno, che si trova a destra e svuotate lo scaldacqua, dopodiché staccate il cavetto con la spina: questo vi servirà per collegare elettricamente il nuovo scaldacqua.

Continua la lettura
57

Giunti a questo punto, non dovrete far altro che collegare il cavetto nello scaldacqua nuovo, e montare allo stesso anche la valvola di non ritorno nuova, che in genere è in dotazione. Ricordate che la valvola di non ritorno, deve essere posizionata nel tubo di destra, quello che fuoriesce dallo scaldacqua, cioè nell'ingresso dell'acqua fredda. Agganciate lo scaldacqua ai supporti, che sono già presenti, aggiungete anche tutte le guarnizioni nuove ai flessibili e rimontateli al loro posto. Adesso potrete inserire la spina, aprire le chiusure dell'acqua, controllare che non ci siano perdite nei flessibili ed ecco che il vostro scaldacqua sottolavello è pronto da essere utilizzato!

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come sostituire gli accessori delle finestre

Si possono sostituire i vecchi accessori delle finestre, come maniglie e fermi, per creare un nuovo stile, magari usando elementi in ottone o in bronzo, oppure cambiando un pezzo semplice con uno decorativo. Questo genere di cose è disponibile nei negozi...
Ristrutturazione

Come sostituire lo stucco danneggiato

Come vedremo nel corso di questo tutorial, la migliore cosa da fare nel caso in cui lo stucco si presenta particolarmente danneggiato (o comunque presenta gravi danni come macchie e spaccature), è quella di provvedere alla sua totale sostituzione. Nonostante...
Ristrutturazione

Come sostituire una maniglia rotta

A volte può succedere che per un utilizzo scorretto oppure per usura una maniglia di una delle porte interne si danneggia. Se decidiamo di sostituirla con il fai da te è bene precisare che non si tratta di un lavoro particolarmente complicato. Però...
Ristrutturazione

Come sostituire la serratura delle inferriate

Molti di noi, per motivi di sicurezza, hanno deciso di montare le grate alle finestre. Si tratta di cancelletti estensibili che, all'occorrenza, si possono richiudere. In questo modo siamo al sicuro, ma essendo apribili non ci sentiremo imprigionati....
Ristrutturazione

Come sostituire il tubo del rubinetto

Le riparazioni verso le perdite d'acqua spesso sono davvero fastidiose. Il più delle volte non ci si rende nemmeno conto che il problema deriva da un piccolo tubo, e non avendo dimestichezza nell'usare determinati strumenti, ci si vede costretti a spendere...
Ristrutturazione

Come sostituire il piano di lavoro della cucina

L'inesorabile passare del tempo può farsi sentire anche per la nostra abitazione. Infatti, elementi come il mobilio, possono subire negli anni una naturale e inevitabile usura. Esiste poi una stanza i cui mobili sono costantemente sottoposti, forse più...
Ristrutturazione

Come sostituire la vetrata di una porta

Spesso le porte interne della casa sono adornate da vetrate più o meno costose, molto belle e decorative. Ti sei mai chiesto cosa fare se una di queste va in frantumi per un motivo qualsiasi? Non è così difficile come credi. Se ti interessa, leggi...
Ristrutturazione

Come sostituire facilmente la paglia di Vienna

La paglia di Vienna, per quanto il nome possa far pensare contrariamente, ha origini molto antiche appartenenti alla tradizione italiana. La paglia di Vienna è un intreccio realizzato dalla paglia lavorata ed intrecciata, utilizzata prevalentemente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.