Come smontare la lavastoviglie

Tramite: O2O 12/10/2018
Difficoltà: media
17

Introduzione

Quando acquistiamo una cucina vogliamo il meglio e desideriamo che ogni singolo elemento che la componga che sia uno sportello, un cassetto e/o un elettrodomestico duri il più a lungo possibile e svolga le sue normali funzioni. Le cucine moderne hanno tra l'altro la maggior parte degli elettrodomestici ad incasso, e per una buona manutenzione è necessario smontarli almeno una volta ogni cinque anni per evitare che polvere e grasso danneggino e consumino giunti e supporti. Questa operazione in realtà potrebbe essere fatta anche con più frequenza, perché più si accumula sporcizia e tanto più difficile risulterà eliminarla. In riferimento a ciò, nello specifico ecco una guida su come smontare la lavastoviglie per effettuare la suddetta manutenzione periodica.

27

Occorrente

  • Utensili vari
  • Sgrassatore
37

Procurarsi gli utensili adatti

La lavastoviglie è l'elettrodomestico della cucina più delicato in assoluto, e quindi richiede maggiore attenzione e cura nonchè un'estrema delicatezza nello smontarla. L'operazione tutto sommato non è molto difficile come in apparenza può sembrare, ma bisogna avere una certa abilità nel maneggiare pinze, cacciaviti e chiavi per evitare di danneggiare viti, dadi e bulloni. Da come si evince per eseguire lo smontaggio di una lavastoviglie è importante procurarsi questi adatti e funzionali utensili.

47

Estrarre l'elettrodomestico dall'incasso

Per iniziare lo smontaggio della lavastoviglie a incasso, indossate innanzitutto dei guanti ed assicuratevi di aver staccato la spina dalla presa di corrente e di eseguire la stessa operazione se nelle immediate vicinanze ci sono altre apparecchiature elettriche. Tale precauzione è importante poiché la fuoriuscita di residui d'acqua dall'interno dell'elettrodomestico potrebbe causare delle folgorazione. Dopo questa importante premessa, aprite lo sportello della lavastoviglie e iniziate a svitare le viti poste in alto. Fatto ciò, richiudetelo ed estraete l'elettrodomestico per farlo uscire dalla sua calettatura, tenendolo ben ancorato dalla parte inferiore ed evitando di eseguire strattoni impropri che potrebbero danneggiare le cerniere ed i punti di ancoraggio.

Continua la lettura
57

Staccare il tubo dell'acqua

A questo punto con il rilevatore di corrente controllate quali fili sono attraversati dall'elettricità e allontanateli dai tubi dell'acqua. Staccate poi l'interruttore generale di casa e cercate di individuare il tubo che porta l'acqua alla lavastoviglie, dopodichè ruotate il bullone che lo tiene fissato all'elettrodomestico. Adesso prestate una particolare attenzione durante questa manovra, evitando cioè che la piccola quantità di acqua fuoriuscendo entri a contatto con i cavi elettrici.

67

Pulire la lavastoviglie

A questo punto potete far uscire completamente la lavastoviglie, e procedere con la pulizia accurata sia della macchina che all'interno dell'alloggiamento. Un normale sgrassatore universale dovrebbe andar bene per questa operazione, anche se è sempre meglio leggere dettagliatamente le istruzioni riportate sul libretto di uso e manutenzione prima di procedere. Una volta terminate le pulizie, potete rimontare di nuovo la lavastoviglie partendo dal riallaccio del tubo dell'acqua. A questo punto eseguite il montaggio con un processo inverso fino ad inserire l'elettrodomestico nel suo vano, e poi ricollegarlo alla fonte energetica per testarne subito il corretto funzionamento.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come scegliere il lavello della cucina

La cucina è una delle stanze più importanti della casa. Che sia una cucina open space che comprende anche il tavolo da pranzo, oppure un piccolo cucinino, arredarla in modo adatto è fondamentale. È un grande errore infatti dimenticare che anche la...
Arredamento

Come organizzare la zona pranzo relax

In taluni casi, quando si è proprietari di case provviste di ambienti piccoli o comunque poco spaziosi, ecco che organizzare una zona pranzo (e quindi una zona cucina) attigua alla zona relax diventa quasi una necessità arredativa dalla quale non si...
Arredamento

Come rendere funzionale la cucina

La cucina è piccola e ingombra di oggetti? Il tavolo tondo non si incastra nell'angolo già occupato dal frigorifero e dalle ceste in vimini regalate un lontano Natale da un parente di passaggio? Nella seguente guida, con pochi e semplici passaggi, vi...
Arredamento

Come scegliere un servizio di piatti

Un servizio di piatti elegante non può di certo mancare nelle case di coloro che amano la porcellana, ma è anche il regalo perfetto per occasioni speciali come, per esempio, il matrimonio. Nella seguente guida, vedremo insieme alcuni consigli su come...
Arredamento

Come arredare un bar lungo e stretto

Avete deciso di aprire un bar, ma il locale che avete trovato al miglior prezzo e nella zona più adatta e frequentata vi sembra troppo lungo e stretto? Bene, sappiate che non avrete alcun problema nel renderlo comunque accogliente, capiente e per farlo...
Arredamento

Come arredare con il colore antracite

I colori dell'arredamento personalizzano i vari ambienti. Per arredare un appartamento, una struttura o un locale commerciale esistono delle indicazioni generali. Difficilmente potremo vedere un Ospedale con complementi d'arredo prevalentemente di colore...
Arredamento

Come arredare con mobili in stile retrò

Arredare con attenzione la propria casa è una scelta importante. Specialmente per chi desidera dare all'ambiente in cui vive quel tocco personale che rispecchi non solo i propri gusti, ma anche il proprio carattere. Non sempre però gli arredi moderni...
Arredamento

Dove posizionare la colonna forno

Il forno è un congegno, solitamente elettrico, che serve soprattutto per la cottura dei cibi. La sua creazione ed il suo uso si perdono nella notte dei tempi, ma la sua praticità lo rende un oggetto di utilizzo quotidiano. Tutte le "zone-cucina" delle...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.