Come smontare i mobili per un trasloco

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il momento in cui dobbiamo effettuare un trasloco, oltre all'imballaggio di piccoli oggetti in scatole di cartone, ci sono alcuni mobili che essendo voluminosi, vanno smontati accuratamente. Tutto ciò comporta un lavoro non indifferente. Le viti andranno accuratamente conservate, per evitare che all'atto del montaggio ci ritroviamo a dover cercare quale vite adattare. L'operazione richiede infatti la creazione di uno schema sul foglio di carta, oppure di numerare i vari pezzi che li compongono, in modo da facilitarci il lavoro in fase di montaggio. In questa guida troverete alcuni consigli utili, su come smontare i mobili per un trasloco.

26

Occorrente

  • trapano
  • avitatore
36

Per quanto riguarda i mobili della camera da letto ed in particolare l'armadio, per lo smontaggio si inizia con l'asportazione delle ante, svitandole direttamente dalle cerniere, prestando però particolare attenzione a quelle centrali, in quanto contengono lo specchio che potrebbe rompersi. Man mano che le svitiamo le numeriamo con la dicitura "prima a sinistra", "seconda ecc" e inoltre è molto importante, imbottire le suddette ante con lo specchio, utilizzando fogli di plastica con le bollicine, quella per imballaggio.

46

Una volta svitate le ante, abbiamo l'accesso alla cassettiera che essendo appoggiata all'interno del vano armadio, va tirata fuori ed imballata per intero, bloccando i cassetti con del nastro adesivo. A questo punto, non ci resta che smontare la struttura portante a cominciare dalla base superiore e man mano con le ante, fino a ritrovarci soltanto con la base inferiore appoggiata al pavimento. Per evitare incidenti durante l'asportazione dei singoli pezzi (se siamo soli), conviene avvalerci di uno scaletto o di una struttura in legno appositamente creata, che funge da sostegno provvisorio. Per quanto riguarda gli altri mobili da smontare per un trasloco, come ad esempio quelli del soggiorno, in genere ricchi di vetrate e cassetti, l'operazione richiede una maggiore accortezza soprattutto per le parti più delicate. Per smontare i vetri, anche in questo caso, è necessario agire sulle cerniere e numerare man mano i vari pezzi, dopodichè i vetri vanno inseriti nella plastica per l'imballaggio, e con una copertura di cartone pressato.

Continua la lettura
56

Avendo tolto le ante più delicate, il procedimento per smontare quelle in legno e la struttura portante, è pressoché simile a quanto descritto per l'armadio. Infine, se abbiamo degli elettrodomestici da incasso, possiamo scegliere tra il lasciarli per intero se di piccole dimensioni, oppure come nel caso di un grande freezer congelatore, svitare i pannelli compreso il fondo, prestando attenzione a numerarli per rendere agevole il montaggio nella nuova casa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come smontare una finestra di alluminio

Come vedremo nel corso di questo interessante tutorial dedicato al fai da te e alla ristrutturazione della casa, smontare oggetti apparentemente complessi, come ad esempio una finestra di alluminio o un infisso in generale, è in genere un lavoro veloce...
Ristrutturazione

Come preservare i mobili antichi in legno

Fra tutti i materiali utilizzati per la costruzione di mobili e complementi d'arredo, sicuramente quello più utilizzato è il legno. Si tratta di un materiale che ben si presta a questo genere di lavorazione, ma come per tutte le cose, necessita di una...
Ristrutturazione

Come utilizzare le pareti divisorie mobili

Al giorno d'oggi, le moderne tecniche di arredo, propongono tantissime soluzioni atte a massimizzare gli spazi relativamente piccoli di ambienti domestici e di uffici. Si tratta delle cosiddette pareti divisorie mobili, che come si evince dalla definizione,...
Ristrutturazione

Come restaurare i mobili in vimini

Se in casa avete dei mobili in vimini che si presentano piuttosto danneggiati e con alcune parti screpolate, potete intervenire con dei restauri appropriati e con dei materiali di facile reperibilità. Il lavoro non è difficile, e richiede soltanto un...
Ristrutturazione

Come riparare graffi su mobili in legno

I mobili tradizionalmente si fanno in legno, anche se negli ultimi anni hanno preso piede soluzioni differenti come quelle basate sull'allumino e la plastica. Purtroppo i mobili realizzati in massello o in laminato, seppur belli da vedere, hanno alcuni...
Ristrutturazione

Come riparare le gambe di legno dei mobili

Come tutti gli oggetti, anche i mobili, prima o poi tenderanno a rompersi, soprattutto le gambe in legno, che siano di una sedia, di un comò o di una poltrona, il legno potrebbe rompersi. Cosa fare in caso di rottura? Potremmo risolvere il problema in...
Ristrutturazione

Come smontare una persiana di legno per ripararla

Il compito principale di una persiana è proteggere l'infisso dal vento, dalla pioggia e dai raggi solari diretti, cioè dagli agenti atmosferici. La persiana, ostacolando l'ingresso della luce solare negli ambienti, funziona anche da dispositivo di ombreggiamento....
Ristrutturazione

Come smontare una parete di cartongesso

Le pareti in cartongesso sono molto comuni nelle case di recente costruzione perché sono più leggere ed è necessario un lavoro minore per installarle. L'unico difetto rispetto alle tradizionali pareti in cemento è che possono degradare a tal punto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.